Zoilo Canaveri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zoilo Canaveri
Zoilo Canaveri.jpg
Dati biografici
Nazionalità Uruguay Uruguay
Argentina Argentina
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 1929
Carriera
Squadre di club1
1912 Independiente Independiente 1+ (?)
1913 River Plate River Plate 0 (0)
1914-1916 Racing Club Racing Club  ? (?)
1916-1919 Independiente Independiente  ? (?)
1919-1920 Boca Juniors Boca Juniors 4 (3)
1920-1929 Independiente Independiente 79+ (9+)
Nazionale
1916 Argentina Argentina 1 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Zoilo Canaveri (Montevideo, 27 giugno 189329 settembre 1966) è stato un calciatore uruguaiano naturalizzato argentino, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Canaveri era un'ala destra.[1] Aveva uno stile di gioco rilassato – raramente sprecava le forze – ed era abile nell'effettuare i cross.[2]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

La prima squadra di Canaveri fu l'Independiente, con cui debuttò in massima serie. Passò poi al River Plate: lì giocò nella Copa Campeonato 1913. Nel 1914 passò al Racing Club di Avellaneda, con cui giocò in campionato e in Copa Ibarguren, presenziando anche nella finale di quest'ultimo torneo.[3] Al Racing Canaveri divenne titolare fisso, venendo impiegato con continuità; fu uno dei principali elementi della squadra.[4] Compose una efficace prima linea a fianco di Alberto Ohaco, Alberto Marcovecchio, Juan Hospital e Juan Perinetti.[4] Con il Racing vinse un totale di sei trofei, di cui tre Copa Campeonato, due Copa Ibarguren e una Copa de Honor Municipalidad de Buenos Aires. Nel 1916 passò ai rivali cittadini dell'Independiente; anche nel nuovo club fu parte integrante di un attacco molto prolifico, giocando insieme ad Alberto Lalín, Manuel Seoane, Luis Ravaschino e Raimundo Orsi.[4] Nel 1919 si trasferì al Boca Juniors, dove trovò poco spazio, chiuso com'era da Calomino: giocò quattro incontri, segnando tre reti (tutte nella partita del 28 settembre contro il Porteño).[4] Tornato all'Independiente, vi rimase sino al 1929, anno in cui lasciò il calcio giocato. Canaveri può essere considerato una figura importante dell'epoca dilettantistica del calcio argentino, dato che militò costantemente in massima serie, giocando per quattro delle cinque maggiori squadre del Paese.[2][4]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Sebbene fosse uruguaiano, Canaveri giocò una partita con la Nazionale argentina.[1] Dopo Horacio Vignoles, che debuttò con la selezione bianco-azzurra il 9 luglio 1913, Canaveri fu il secondo uruguaiano a giocare per l'Argentina.[5] L'incontro in cui fu schierato fu quello di Copa Lipton del 15 agosto 1916: giocò come ala destra contro l'Uruguay.[5]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Racing Club: 1914, 1916
Racing Club: 1914, 1915, 1916
Boca Juniors: 1919
Racing Club: 1915
Independiente: 1918
Independiente: 1922, 1926
Independiente: 1922, 1924, 1925

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Zoilo Canaveri, playerhistory.com. URL consultato il 10-8-2011.
  2. ^ a b (ES) ZOILO CANAVERY, informexeneize.com.ar. URL consultato il 10-8-2011.
  3. ^ (EN) Osvaldo Gorgazzi, Argentina - Copa Ibarguren, RSSSF, 18 luglio 2004. URL consultato il 10-8-2011.
  4. ^ a b c d e (ES) Canaveri, Zoilo, historiadeboca.com.ar. URL consultato l'8-8-2011.
  5. ^ a b (DEENESFR) Argentina - Uruguay 3:1, IFFHS. URL consultato il 10-8-2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (ES) Luis Colussi; Carlos Guris; Víctor Kurhy; Sergio Lodise, Fútbol argentino: Crónicas y Estadísticas Asociación Amateurs de Football Primera División - 1926, estadisticasfutbolargentino.com, p. 70.
  • (ES) Luis Colussi; Carlos Guris; Víctor Kurhy; Sergio Lodise, Fútbol argentino: Crónicas y Estadísticas Asociación Amateurs Argentina de Football Primera División - 1927, estadisticasfutbolargentino.com, p. 100.
  • (ES) Luis Colussi; Carlos Guris; Víctor Kurhy; Sergio Lodise, Fútbol argentino: Crónicas y Estadísticas Asociación Amateurs Argentina de Football Primera División - 1928, estadisticasfutbolargentino.com, p. 106.
  • (ES) Luis Colussi; Carlos Guris; Víctor Kurhy; Sergio Lodise, Fútbol argentino: Crónicas y Estadísticas Asociación Amateurs Argentina de Football Primera División - 1929, estadisticasfutbolargentino.com, p. 65.
  • (ES) Diego Estévez; Sergio Lodise, 105. Historia de un siglo rojo y blanco, Ediciones Continente. ISBN 9789507541988.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]