Zoe (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Zoe è un nome proprio di persona italiano femminile.

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Deriva dal termine greco ζωη (zoe), che significa "vita"[1][2][3]; il greco antico ha due accezioni per indicare la vita: βιος (bios), la "vita quam vivimus", cioè la vita qualificata, di qualsiasi genere, che ha un inizio e una fine, e ζωή (zoé), la "vita qua vivimus", quella che è l'essenza della vita.

Il nome è quindi affine per significato a Enid, Vito, Chaim ed Eva, e dalla stessa radice derivano Zotico, Zosimo e Zoilo; venne in origine adottato dagli ebrei greci proprio come traduzione di quest'ultimo[1]. Era comune nell'Impero Bizantino, e venne portato da un'imperatrice del XII secolo, Zoe Porfirogenita[1]. In lingua inglese è in uso solo dal XIX secolo, mentre è più comune nell'oriente cristiano, in diverse forme[1]. La forma rumena Zoia è omografa con una variante dialettale italiana del nome Gioia.

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico viene festeggiato il 2 maggio in onore di santa Zoe, martire di Attalia, commemorata con il marito Espero e i figli Ciriaco e Teodulo[2][4]. Si ricorda con questo nome anche santa Zoe, martire a Roma sotto Diocleziano, commemorata il 5 luglio[2].

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Kpdf bookish.svg Voci presenti nell'enciclopedia su persone di nome "Zoe..."

Variante Zoë[modifica | modifica wikitesto]

Kpdf bookish.svg Voci presenti nell'enciclopedia su persone di nome "Zoë..."

Altre varianti[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (EN) Zoe, Behind the Name. URL consultato il 17 luglio 2012.
  2. ^ a b c Zoe, Santi, beati e testimoni. URL consultato il 17 luglio 2012.
  3. ^ Alfonso Burgio, Dizionario dei nomi propri di persona, Roma, Hermes Edizioni, 1992, p. 349, ISBN 88-7938-013-3.
  4. ^ Santi Espero, Zoe, Ciriaco e Teodulo, Santi, beati e testimoni. URL consultato il 17 luglio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi