Zocchihedron

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo Zocchihedron ha un diametro di circa 3.8 cm

Zocchihedron è il nome commerciale del più diffuso dado a 100 facce, inventato da Lou Zocchi nel 1985. Piuttosto che un poliedro, esso è una pallina con 100 faccette piane. Talvolta viene anche chiamato con il nome di "Palla da golf di Zocchi".[1]

Lo Zocchihedron è stato progettato per gestire i tiri riferiti a percentuali nei giochi, in particolare nei giochi di ruolo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Zocchi impiegò tre anni a progettare il suo dado, e altri tre anni per metterlo in produzione[1]. Zocchi scoprì che il dado si comporta meglio con uno spessore di 12,85 mm. Dalla sua versione originale Zocchi ha migliorato lo Zocchihedron, riempiendolo con piccoli pesi mobili a forma di goccia, per farlo più agevolmente arrestare quando tirato.

Lo Zocchihedron II è un modello ulteriormente migliorato, con un differente materiale di riempimento.

Distribuzione della probabilità dei tiri[modifica | modifica sorgente]

Un test eseguito da Jason Mills per la rivista White Dwarf concluse che la distribuzione della frequenza dello Zocchihedron era sostanzialmente irregolare. 5.164 tiri di prova portarono Mills a concludere che risultati maggiori di 93 o minori di 8 sono significativamente più rari dei risultati compresi tra i due valori. Mills attribuì questo comportamento al posizionamento dei numeri particolarmente alti e dei numeri particolarmente bassi ai poli della sfera - e quindi tra loro più vicini. I numeri prossimi all'equatore della sfera sono infatti maggiormente distanziati tra loro.[2]

Le versioni successive dello Zocchihedron sono state progettate con un diverso schema di distribuzione dei numeri, ottenendo un risultato più omogeneo. Tuttavia alcuni numeri risentono ancora di questo problema.

Brevetti[modifica | modifica sorgente]

L'aspetto estetico dello Zocchihedron è protetto dal brevetto D303,553[3] degli Stati Uniti, scaduto il 19 settembre 2003. Non è mai stato richiesto un brevetto per lo Zocchihedron originale, sebbene il brevetto numero 6,926,276 possa proteggere il sistema di arresto dello Zocchihedron II[4]. Questo brevetto scadrà il 9 agosto 2025 e si applica esclusivamente al dado a 100 facce contenente "particelle di varie dimensioni e di forma irregolare".

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Andrea Angiolino e Beniamino Sidoti, Dizionario dei giochi, Bologna, Zanichelli, 2010, pp. 1169-1170, ISBN 978-88-08-19349-0.
  2. ^ Jason Mills, White Dwarf, nº 85, gennaio 1985, pp. 57.
  3. ^ (EN) Spherically shaped game die, United States Patent and Trademark Office, 17 maggio 1985. URL consultato il 2 novembre 2013.
  4. ^ (EN) Braking system for dice, United States Patent and Trademark Office, 3 ottobre 2003. URL consultato il 2 novembre 2013.
giochi da tavolo Portale Giochi da tavolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi da tavolo