Zo'é

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zo'é
Zo'é
Nomi alternativi Poturu, Tupí del Cuminapanema, Poturujara, Buré
Luogo d'origine Brasile
Popolazione 177 (2003)[1]
Lingua Zo'é
Religione animismo

Gli Zo'é sono un gruppo etnico del Brasile con una popolazione stimata in 177 individui nel 2003.[1]

Lingua[modifica | modifica sorgente]

Parlano la lingua zo'é che appartiene alle lingue tupi-guaraní. Alcuni giovani conoscono qualche parola del portoghese avendolo ascoltato dai membri delle spedizioni ufficiali. Il termine Zo'é, che significa "noi", viene utilizzato dal gruppo solo per differenziarsi dai bianchi o dagli altri gruppi etnici. L'espressione poturu fu utilizzata inizialmente dalla Fundação Nacional do Índio per indicare il gruppo e si riferisce al pezzo di legno con il quale sono soliti incidersi dall'esterno le labbra a mo' di ornamento.[2]

Insediamenti[modifica | modifica sorgente]

Vivono a nord dello stato brasiliano del Pará, in una zona attraversata da vari piccoli affluenti dei fiumi Cuminapanema e Erepecuru, nel comune di Oriximiná. L'area si presenta come una regione collinare con grandi alberi di noci brasiliane e campi coltivati di manioca.[3]

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Organizzazione sociale[modifica | modifica sorgente]

Tutti gli Zo'e portano il poturu, una spina di legno che penetra il labbro inferiore, dall'età di sette anni.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (PT) Scheda su socioambiental.org - Introduzione. URL consultato il 14 luglio 2011.
  2. ^ (PT) Scheda su socioambiental.org - Nome e lingua. URL consultato il 14 luglio 2011.
  3. ^ (PT) Scheda su socioambiental.org - Localizzazione. URL consultato il 14 luglio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]