Ziryab

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Ziryāb (arabo: زرياب‎), il cui vero nome era Abū l-Hasan ʿAlī b. Nāfiʿ, (Iraq, 789Cordova, 857) è stato un musicista iracheno, musulmano di al-Andalus, vissuto all'epoca dell'emirato di ʿAbd al-Raḥmān II (822 - 852).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il giardino di Ziryab (manoscritto del XVI secolo o di poco anteriore)

Nato nell'Iraq settentrionale, era, secondo diverse ipotesi, discendente di schiavi africani o forse di origine curda o persiana. Fuggì dalla Bagdad di Hārūn al-Rashīd e, dopo una sosta a Tunisi, si rifugiò a Cordova dove divenne il punto di riferimento per l'eleganza maschile nel corso della prima metà del IX secolo[1].

Inaugurò nella capitale andalusa un salone di bellezza, aperto anche agli uomini, dove si poteva effettuare una perfetta depilazione femminile (pratica diffusa e raccomandata nella cultura araba, che ricorreva alla nuba, di cui s'è però persa la formula) e lanciò la moda del taglio corto dei capelli per gli uomini, sostenendo anche con successo l'uso del colore bianco o grigio per gli abiti virili.

Poeta raffinato, grande musicista ed esperto gastronomo, Ziryāb elaborò un'etichetta precisa per apparecchiare le mense, decretando il corretto ed elegante ordine di portata dei piatti, lanciando tra l'altro l'uso di coppe di cristallo per le bevande. Come ordine di portate raccomandò che si iniziasse con minestre e zuppe, che ad esse seguissero i piatti forti a base di carne o pesce e che si concludesse il tutto con frutta e dolci, qualificandosi con ciò come antesignano del galateo a tavola, che si sarebbe affermato nell'Europa cristiana solo molti secoli più tardi.

È stato l'inventore del plettro[senza fonte].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lilia Zaouali, L'islam a tavola. Dal Medioevo a oggi, Economica Laterza, 2007

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Reinhart Dozy, Histoire des musulmans d'Espagne, Leyda, E.J. Brill, 1932
  • Évariste Lévi-Provençal, Histoire de l’Espagne musulmane, Parigi-Leida, G.-P. Maisonneuve–E.J. Brill, 1950

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie