Zhang Xueliang

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zhang Xueliang

Zhang Xueliang, detto il giovane maresciallo (Haicheng, 3 giugno 1901Honolulu, 14 ottobre 2001), è stato un generale cinese, signore della Manciuria.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del celeberrimo dittatore della Manciuria, il generale Zhang Zuolin, fu educato alla vita militare fin da fanciullo e nel 1919 divenne colonnello. Nello stesso anno fu posto a capo della scorta paterna, carica che occupò sino al 1921. Inviato dunque in Giappone, come osservatore militare, vi rimase per un anno, quindì tornò in Cina, ove fu promosso maggior generale.

Nel 1928 Zhang Zuolin fu ucciso durante un viaggio in treno, perciò gli successe suo figlio come signore della Manciuria. Nel dicembre del 1928 il neodittatore proclamò l'alleanza col Guomindang, fondato da Sun Yat-sen. Dichiaratosi favorevole all'ascesa di Chiang Kai-shek, il giovane Xueliang governò per un breve periodo sotto la guida del console australiano William Henry Donald.

Nel 1931 un'offensiva giapponese scacciò il dittatore dalla Manciuria. Zhang si rifugiò nella Repubblica di Cina e si mise alle dipendenze di Chiang Kai-shek e fu inviato a reprimere le rivolte comuniste del Nord-ovest (1934).

Nel dicembre del 1936 l'ex-dittatore arrestò Chiang Kai-shek, poiché riteneva che quest'ultimo avesse a cuore solo la distruzione del comunismo e non l'annientamento militare del Giappone. Liberatolo poco dopo, Xueliang fu imprigionato a Nanchino e nel 1949 fu spostato in carcere a Taiwan, ove rimase fino al 1991.

Scarcerato, si trasferì nelle Hawaii, a Honolulu, dove la morte lo colse in età avanzata.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 30927331 LCCN: n84000575