Zhang Chunqiao

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Zhang Chunqiao (Shanghai, 1917Pechino, 21 aprile 2005) è stato un politico cinese, membro della banda dei quattro.

Lavorò come scrittore a Shanghai nel 1930. Dopo la conferenza di Yan'an nel 1938, egli si unì al Partito Comunista Cinese. Con la creazione della Repubblica Popolare Cinese, egli divenne un importante giornalista a Shanghai, responsabile del Jiefang Ribao. Incontrò Jiang Qing a Shanghai e la aiutò a lanciare la Rivoluzione Culturale.

Nel febbraio del 1967 organizzò la Comune di Shanghai. Nell'aprile del 1969 egli divenne membro del Comitato Centrale del Politburo e nel 1973 fu promosso al Comitato Permanente del Politburo. Nel gennaio del 1975 divenne secondo deputato del Primo Ministro. Il suo tentativo di promuovere se stesso più in alto nella gerarchia del Partito finì quando egli fu arrestato nell'ottobre del 1976.

Egli fu condannato a morte, insieme con Jiang Qing, nel 1981, ma questa sentenza fu commutata con la carcerazione a vita. Venne rilasciato per motivi di salute nel 1998 e costretto a vivere nell’oscurità lontano da Shanghai. Tra coloro che si definiscono Maoisti (al di fuori della Cina), una grande maggioranza ancora conferma le teorie di Zhang Chunqiao.[senza fonte]

Il suo più largamente stimato articolo è Sull’esercizio della dittatura oltre la borghesia, nel quale spiega le basi e l’entità della borghesia in Cina e cosa fare per prevenire la restaurazione del capitalismo. Nel maggio 2005 fu annunciato che era morto di cancro il mese precedente.

Controllo di autorità VIAF: 13251614 LCCN: n/88/34303

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie