Zero (Renato Zero)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zero
Artista Renato Zero
Tipo album Studio
Pubblicazione 1987
Durata 75 min : 51 s
Dischi 1
Tracce 18
Genere Pop
Etichetta Zerolandia, ZL 71539
Produttore -
Registrazione 1987
Renato Zero - cronologia
Album precedente
(1986)
Album successivo
(1989)

Zero è il titolo di un album di Renato Zero, pubblicato nel 1987.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Questo doppio LP/MC/CD è un album che ospita brani musicali dai risultati molto diversi, per lo più di impostazione tradizionale, in linea con la scuola melodica italiana ed un occhio al recupero del passato (anni trenta e cinquanta). I brani di maggiore rilievo sono senza dubbio Siamo eroi, Vagabondo cuore, Ho dato e Artisti, riproposti più volte da Zero anche nei live anni novanta e del Nuovo Millennio.

Da sottolineare anche l'intensissima "Più o meno", la quale chiude il disco in maniera superba.

Molto belle anche la foto di copertina e quelle interne, che presentano un Renato elegantissimo, tutto in nero, che, abbandonati lustrini e paillettes già da qualche anno, si affida a vari stilisti, per uno stile sobrio e pulito. Nell'MC e nell'LP, i quattro lati erano contrassegnati dalle quattro lettere del titolo/cognome d'arte: «Z» per il Lato 1, «E» per il Lato 2, «R» per il Lato 3 e «O» per il Lato 4. Questo particolare titolo doveva rappresentare un nuovo, ideale punto di partenza, cosa che in parte fu, anche se non come sperato. Assente, come già nei precedenti Leoni si nasce del 1984 e Soggetti smarriti del 1986, la dedica interna al disco, che caratterizza quasi tutti gli album di Renato, a partire da Zerolandia del 1978. Fortunatamente, dal punto di vista dell'ispirazione creativa, nel 1989 sarebbe arrivato il viaggio «voyeuristico» a Londra, da cui sarebbe nato un disco di discreto successo e l'inizio di una lenta ma costante ripresa.

Il doppio album avrebbe dovuto contenere originariamente 20 pezzi, ma 2 furono scartati all'ultimo momento, confluendo poi entrambi sulla raccolta di inediti del 1991, La coscienza di Zero, lasciando la tracklisting definitiva composta da 18 brani, articolati in un primo disco contenente 8 tracce e un secondo con 10. Dal lavoro non fu estratto nessun singolo e la promozione fu affidata principalmente al brano "Vagabondo cuore" (scelta piuttosto discutibile, vista l'estrema lentezza e la scarsa incisività del brano dal punto di vista musicale, testo escluso, e vista soprattutto la presenza di altri brani indubbiamente più adatti) e al pezzo di apertura "Lei" (dedicato non a una donna, come potrebbe sembrare a prima vista, bensì alla musica e, nella fattispecie, alla forma della canzone).

Anche questo disco non rinuncia comunque all'immancabile «episodio ameno», costituito dalla divertente e ironica "Danza macabra".

Gli arrangiamenti dell'album sono curati da Dino D'Autorio.

Il disco è stato rimasterizzato nel 2011 allo studio Logicalbox di Genova da Alberto Parodi.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Lei (RenatoZero/Conrado-Renatozero) - 4:05
  2. Calendario (RenatoZero) - 5:10
  3. Verde (RenatoZero/Ciccaglioni-Renatozero) - 3:27
  4. Ho dato (RenatoZero/Troiani-Renatozero) - 5:28
  5. Vagabondo cuore (RenatoZero/Pintucci-Renatozero) - 5:03
  6. Souvenir (RenatoZero/Serio-Renatozero) - 3:10
  7. Danza macabra (RenatoZero/Conrado-Renatozero) - 4:48
  8. Siamo eroi (RenatoZero/Conrado-Renatozero) - 4:34
  9. Astronatività (RenatoZero/Conrado-Renatozero) - 4:53
  10. Facile (RenatoZero/Conrado-Renatozero) - 3:48
  11. Seminando (RenatoZero/Ciccaglioni-Renatozero) - 2:00
  12. Telecomando (RenatoZero/Troiani-Renatozero) - 4:23
  13. Artisti (RenatoZero/Lakatos-Renatozero) - 4:00
  14. Immunità (RenatoZero/Conrado-Renatozero) - 3:15
  15. Il primatista (RenatoZero/Pintucci-Renatozero) - 3:50
  16. Promessa (RenatoZero/Conrado-Renatozero) - 5:04
  17. Infernale dilemma (RenatoZero/Conrado-Renatozero) - 5:40
  18. Più o meno (RenatoZero/Serio-Renatozero) - 3:38
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica