Zeppelin-Staaken E.4/20

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zeppelin-Staaken E.4/20
Staaken E.4 20.jpg
Descrizione
Tipo aereo di linea
aereo da trasporto
Equipaggio 3
Costruttore Germania Zeppelin-Staaken
Data primo volo 9 novembre 1920
Data entrata in servizio 1920
Esemplari 1
Dimensioni e pesi
Lunghezza 16,49 m
Apertura alare 30,98 m
Superficie alare 106,0 [1]
Peso max al decollo 8 500 kg
Passeggeri 12-18
Propulsione
Motore 4 Maybach Mb.IVa
Potenza 260 PS (191 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max 230 km/h[1]
Velocità di crociera 211 km/h
Autonomia 1 200 km

Dati tratti da Aerei e elicotteri civili[2]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Lo Zeppelin-Staaken E.4/20 era un quadrimotore di linea e da trasporto ad ala alta prodotto dall'azienda tedesca Zeppelin-Staaken negli anni venti.

L'unico esemplare prodotto, ultimo dell'azienda, non ebbe troppa fortuna commerciale venendo demolito nel 1922,quando le forze alleate lo giudicarono potenziale aereo militare.


Descrizione tecnica[modifica | modifica sorgente]

L'E.4/20 conservava l'imponente stazza dei precedenti bombardieri R-Klasse prodotti durante la prima guerra mondiale. Era caratterizzato da una fusoliera alta e stretta, dotata di cabina di pilotaggio con posti affiancata situata alla sua sommità, in posizione avanzata rispetto al bordo d'attacco alare, e separato con il sottostante scompartimento passeggeri dotato di finestrature laterali. La parte posteriore terminava in un impennaggio classico caratterizzato dalla lunga deriva triangolare e dei piani orizzontali montati a sbalzo. L'ala era posizionata alta, dotata di notevole spessore e controventata con lunghi montanti obliqui infulcrati nella parte inferiore della fusoliera e con una robusta struttura che la collegava con il carrello d'atterraggio. Quest'ultimo era fisso, dotato di grandi ruote binate ed integrato posteriormente da un robusto pattino d'appoggio. La motorizzazione, posta in gondole motore alari, era affidata a 4 motori Maybach Mb.IV a 6 cilindri in linea raffreddati ad acqua, capaci di 260 PS (191 kW) ciascuno e collegati ad eliche bipala a passo fisso.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Zeppelin-Staaken E-4/20 in FSDome.com.
  2. ^ Aerei e elicotteri civili. Arnoldo Mondadori Editore (agosto 1991). pag. 17

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • G.W. Haddow, Peter M. Grosz, The German Giants - The German R-Planes 1914-1918, 3rd Edition, London, Putnam, 1988, ISBN 0-85177-812-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]