Zenone di Sidone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altre voci di persone con lo stesso nome, vedi Zenone.

Zenone di Sidone (in greco: Ζήνων, Zenon; 150 a.C.75 a.C.) è stato un filosofo greco antico.

Egli fu capo della scuola epicurea ad Atene. Si occupò di logica, influenzato dal probabilismo di Carneade[1].

Nell'opera De natura deorum (1.93), Cicerone afferma che Zenone disdegnava gli altri filosofi e che aveva definito Socrate «il buffone dell'Attica». Tuttavia, sia Cicerone sia Diogene Laerzio scrivono di Zenone con rispetto, descrivendolo come un pensatore brillante e attento.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zenone di Sidone su Treccani Enciclopedia Online

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]