Zell Miller

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zell Miller
Zell B Miller.jpg

Senatore, Georgia
Durata mandato 27 luglio 2000 - 3 gennaio 2005
Predecessore Paul Coverdell
Successore Johnny Isakson

79º Governatore della Georgia
Durata mandato 14 gennaio 1991 - 11 gennaio 1999
Predecessore Joe Frank Harris
Successore Roy Barnes

Dati generali
Partito politico Democratico
Tendenza politica centrista

Zell Bryan Miller (Young Harris, 24 febbraio 1932) è un politico statunitense, senatore per lo stato della Georgia dal 2000 al 2005 e in precedenza governatore dello stesso stato dal 1991 al 1999.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto nella Georgia, Miller prestò servizio nel corpo dei marines per tre anni e successivamente si dedicò alla politica con il Partito Democratico.

Dopo essere stato sindaco della sua città, Miller venne eletto all'interno della legislatura statale della Georgia e successivamente si candidò per due volte alla Camera dei Rappresentanti, senza riuscire a farsi eleggere. Nel 1974 vinse le elezioni per la carica di vicegovernatore della Georgia e rimase in carica per sedici anni, finché nel 1990 venne eletto governatore.

Sebbene durante la campagna elettorale avesse promesso di servire un solo mandato, Miller non mantenne l'impegno e si ricandidò per un secondo mandato, che gli venne poi affidato dagli elettori. Nel 1999 lasciò il seggio, ma poco più di un anno dopo venne nominato senatore in sostituzione di Paul Coverdell, che era morto improvvisamente nel luglio del 2000. Nello stesso anno vinse anche le elezioni speciali che erano state indette per trovare un sostituto definitivo e rimase in carica fino alla fine del mandato, nel 2005.

Nel corso degli anni, l'ideologia di Miller si spostò gradualmente da posizioni moderatamente liberali verso posizioni centriste e talvolta conservatrici. A partire dal 2004 Miller manifestò pubblicamente il suo sostegno a favore di alcuni politici repubblicani a discapito di candidati del suo partito e in occasione delle elezioni presidenziali supportò sempre i candidati repubblicani (George W. Bush, John McCain, Mitt Romney).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]