Zeffiro Furiassi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zeffiro Furiassi
Zeffiro Furiassi.jpg
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Altezza 173 cm
Peso 67 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1956 - calciatore
1973 - allenatore
Carriera
Giovanili
Vis Pesaro Vis Pesaro
Squadre di club1
1939-1940 Vis Pesaro Vis Pesaro  ? (?)
1940-1943 Fiorentina Fiorentina 31 (0)
1944 Carpi Carpi 13 (0)
1945-1946 Biellese Biellese  ? (?)
1946-1949 Fiorentina Fiorentina 86 (0)
1949-1955 Lazio Lazio 120 (0)
1955-1956 Foligno Foligno  ? (?)
Nazionale
1950 Italia Italia 2 (0)
Carriera da allenatore
1960-1961 Forli Forlì [1]
1961-1964 Savona Savona
1964-1965 Perugia Perugia
1965-1966 Jesi Jesi [2]
1968-1969 L'Aquila L'Aquila
1969-1970 Mesagne Mesagne
1971 Taranto Taranto
1972-1973 Taranto Taranto
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Zeffiro Furiassi (Pesaro, 19 gennaio 1923Firenze, 4 novembre 1974) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizia la carriera in Serie C nel 1939-1940 nella squadra della sua città natale, la Vis Pesaro, e l'anno successivo si trasferisce alla Fiorentina dove, dopo un anno trascorso con le riserve, fa il suo esordio in Serie A il 7 giugno 1942 in occasione di Bologna-Fiorentina (2-3). Quell'anno fa solo due apparizioni in prima squadra, poi gioca titolare la stagione 1942-1943 con 29 gettoni di presenza. Nel periodo bellico, con i campionati ridotti a competizioni a carattere locale, è in forza al Carpi prima e poi, in prestito[3], alla Biellese, prima di tornare ad indossare la casacca viola nel 1946-1947. Nel 1949-1950 passa alla Lazio dove rimane per sei stagioni prima di passare al Foligno[4], dove concluderà la sua carriera.

Tra Fiorentina e Lazio ha giocato otto campionati da titolare nella massima serie collezionando un totale di 237 presenze in Serie A.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Ha vestito la maglia della Nazionale in occasione delle due partite disputate dall'Italia nei Mondiali del 1950 contro Svezia e Paraguay: saranno le sue uniche apparizioni in maglia azzurra.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il Calcio Illustrato, Rizzoli edizioni, 1962, p. 195.
  2. ^ da Corriere dello Sport, 10 gennaio 1966, p. 8
  3. ^ Le liste di trasferimento dei calciatori per la stagione 1945-46, Il Corriere dello Sport, 20 settembre 1945, pag.2
  4. ^ Le liste di trasferimento della Lega Nazionale, Il Corriere dello Sport, 2 settembre 1955, pag.3

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]