Zeboim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la divinità di Dragonlance, vedi Divinità di Dragonlance#Zeboim.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Zeboim ('Seboim) in una mappa di Janssonius del 1662 (quadrante in alto a destra, seconda riga, terza colonna)

Zeboim (chiamata anche Zeboiim, Seboim, Tseboim; in ebraico צְבֹיִים, Tzvoyim, Tsebhoyim, che significa forse "iene"[1] o "gazzelle"[2]) è una città nominata nell'Antico Testamento. Era una delle città della valle di Siddim, e formava una pentapoli con Sodoma, Gomorra, Adma e Zoar.

In Gn 14, viene narrato che queste cinque città erano state per dodici anni sotto il controllo dei re di Sennaar, Ellasar, Elam e Goim; le cinque città si ribellarono ed entrarono in guerra contro le altre quattro, ma i loro eserciti vennero messi in rotta e Sodoma e Gomorra vennero saccheggiate. Poiché Lot, che viveva a Sodoma, era stato catturato, Abramo scese in guerra contro Chedorlaomer, re di Elam, sconfiggendolo; è plausibile che a questo Zeboim e le altre città siano state liberate dal gioco dei loro padroni, ma il testo biblico non lo dice chiaramente[1]. In quel periodo, era re della città un uomo di nome Semeber (o Shemeber, Scemeber)[3].

La città fu successivamente distrutta, insieme con Adma, Sodoma e Gomorra, quando Dio mandò dal cielo la pioggia di fuoco, come affermato in Dt 29:22-23[1][4].

Locazione[modifica | modifica sorgente]

La locazione della città è sconosciuta, anche se certamente era nei pressi della valle di Siddim[4], presso l'estremità meridionale del Mar Morto[1]. Il sito dove sorgeva potrebbe ad oggi essere sommerso[1].

Potrebbe corrispondere a Talaa Sebaan, un vasto complesso di rovine fra il Mar Morto e Kerak[2]. Recentemente è stato tentato di identificare la città nei testi delle tavole di Ebla, tuttavia la questione è molto dibattuta[1].

Luoghi omonimi[modifica | modifica sorgente]

L'Antico Testamento riporta altri due luoghi chiamati "Zeboim" ("iene" o "un posto selvaggio"[1]):

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j Holman References, Holman Illustrated Pocket Bible Dictionary, Pocket Reference Edition, p. 386. ISBN 978-1-5864-0314-0.
  2. ^ a b c (EN) Zeboim, Bible History Online. URL consultato il 04-06-2013.
  3. ^ (EN) Shemeber, Bible History Online. URL consultato il 04-06-2013.
  4. ^ a b (EN) ZEBOIIM, Bible History Online. URL consultato il 04-06-2013.
  5. ^ a b c (EN) ZEBOIM, Bible History Online. URL consultato il 04-06-2013.