Zbtb7

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Zbtb7 (POKEMON), inizialmente chiamata Pokemon, è un gene che sarebbe in grado di agire da interruttore generale nella genesi del cancro, ed è responsabile della proliferazione ed invasività del cancro tra le cellule circostanti. Il leader del team di ricerca che scoprì questo gene, il genetista Pier Paolo Pandolfi del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center (MSKCC) di New York City, riferisce che questo gene è unico in quanto necessario ad altri oncogeni nella genesi del cancro.[1] La scoperta del gene fu per la prima volta pubblicata nel Gennaio del 2005 sulla rivista Nature.[2]

Il nome originale, Pokemon, sta per "POK erythroid myeloid ontogenic factor" ed è un acronimo inverso del franchise Pokémon. La The Pokémon Company, sussidiaria della Nintendo, temendo una perdita di immagine conseguente all'associazione del nome del proprio marchio con quello di un gene che causa il cancro, intraprese un'azione legale nei confronti del centro nel Dicembre del 2005. In conseguenza di ciò la MSKCC decise di rinominare il gene con l'attuale sigla Zbtb7.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jai A. Dennison, Switching Off 'Pokemon' Gene May Block Cancer-Cell Formation, Daily News Central, 20 gennaio 2005. URL consultato il 27 giugno 2006.
  2. ^ Takahiro Maeda, Robin M. Hobbs, et al., Role of the proto-oncogene Pokemon in cellular transformation and ARF repression in Nature, vol. 433, n. 7023, 20 gennaio 2005, pp. 278–285. DOI:10.1038/nature03203, PMID 15662416. URL consultato il 27 giugno 2006.
  3. ^ Brendan Sinclair, Pokémon USA threatens to sue cancer researchers, GameSpot, 19 dicembre 2005. URL consultato il 27 giugno 2006.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]