Zancle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Zancle (dal greco Ζὰγκλης, Falce), fu la prima colonia greca in Sicilia[senza fonte], fondata dai calcidesi corrisponde all'odierna Messina

Nome[modifica | modifica wikitesto]

È un nome derivato dalla lingua dei Siculi (Zanclon) secondo Tucidide ed è sostituito dal toponimo Messene/Messana quando un gruppo di Messeni - su invito di Anassilao, tiranno di Rhegion (odierna Reggio Calabria) di origine messenica, conquista la città sopraffacendo i Calcidesi e i Samii. Zancle fu fondata dai Calcidesi provenienti dall'Eubea intorno al 757 a.C.. Il nome deriva forse dalla forma della penisola di San Raineri, somigliante ad una falce contribuendo a costituire un porto naturale che fu alla base dello sviluppo della colonia.

Reperti[modifica | modifica wikitesto]

I reperti archeologici scoperti tra il XIX e XX secolo hanno dimostrato che si tratta di una delle maggiori città della Sicilia greca pur se le tracce dell'insediamento sono di difficile reperimento a causa del forte interramento che ha sepolto a molti metri gli strati archeologici. Un ampio panorama delle scoperte archeologiche è fornito nei tre tomi del volume Da Zancle a Messina a cura di G.M. Bacci G. Tigano,(Messina 1999-2001), nei volumi 6 e 11 dei Quaderni del Museo Regionale di Messina e in varie pubblicazioni dedicate ai materiali.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. TROPEA, Studi Siculi e la necropoli zanclea, AA Pel., 9, 1894, pp. 3 ss.
  • P. ORSI, Messina. A) Tracce di un santuarietto arcaico verso la punta della Zancle, Notizie degli Scavi di Antichità, 1929, pp. 38-50
  • P. GRIFFO, IV - Messina - Necropoli ellenistico-romana agli "Orti della Maddalena" e nella zona ad essi adiacente, Notizie degli Scavi di Antichità, 1942, pp. 66 – 91
  • G. VALLET, Rhégion et Zancle, Paris 1958
  • G. SCIBONA, Messina, in Bibliografia Topografica della Colonizzazione Greca, Pisa, 1992, pp.1-66
  • M.A. Mastelloni, Un'officina di periodo normanno legata all'Archimandritato del SS. Salvatore in lingua Phari, in Calabria Bizantina, Atti X Incontro di Studi Bizantini, Reggio Calabria 25-27 ottobre 1991, Soveria Mannelli 1995, pp.142-177
  • M.A. Mastelloni, Rinvenimenti monetali: nota introduttiva, in Numismatica Archeologia e storia dell’arte medievale: ricerche e contributi, "Quad. A.D. Museo Messina", 6, 1996, Messina 1997 pp. 9-44
  • M.A. Mastelloni, Messina, via dei Monasteri: da un ripostiglio inedito elementi per lo studio delle serie di Sesto Pompeo, in Numismatica Archeologia e storia dell’arte medievale: ricerche e contributi, "Quad. A.D. Museo Messina", 6, 1996, Messina 1997, pp. 95 - 118
  • M.A. Mastelloni, Note di antiquaria messinese del XVIII secolo, in I Borbone in Sicilia (1734 1860), a cura di E. IACHELLO, Catania 1998, pp.158-169
  • M.A. Mastelloni,Il relitto di Capo Rasocolmo. Le monete, in Da Zancle a Messina, II, Messina 2001, pp. 278-285 e pp. 294-298
  • M.A. Mastelloni, "...per me Ruggero raggiungerà le stelle...” Le iscrizioni in porfidi e marmi bianchi di Messina, in Nobiles Officinae. Perle, filigrane e trame di seta dal Palazzo Reale di Palermo, Palermo, Palazzo dei Normanni, 17 dicembre 2003 - 10 marzo 2004.Vienna, Alte Geistliche, 30 marzo - 13 giugno 2004. A cura di M. Andaloro. Catania, 2006;, pp. 68-75.
  • M.A. Mastelloni, Il profilo degli dei a Rhegion e Zancle Messana - The profile of the Gods in Rhegion and Zancle Messana, Messina, 2004
  • M.A. Mastelloni, Messana e i Mamertini, in Lo Stretto di Messina nell’antichità, a cura di F. Ghedini, J. Bonetto, A.F. Ghiotto, F. Rinaldi, Roma 2005, pp. 275-292
  • M.A. Mastelloni, Pavimenti e mosaici di Messina, in Lo Stretto di Messina nell’antichità, a cura di F. Ghedini, J. Bonetto, A.F. Ghiotto, F. Rinaldi, Roma 2005, pp. 485-500
  • M.A. Mastelloni, L’insediamento arcaico e le aree suburbane. I materiali dagli isolati 327, 283, 278, 244, 194, 147, 144, via Santa Marta, località San Cosimo ed i rinvenimenti sporadici, in La Sicilia in età arcaica – dalle apoikiai al 480 a.C.: contributi dalle recenti indagini archeologiche, R. Panvini – L. Sole edd., Palermo 2009, pp. 142-145
  • M.A. Mastelloni, La coroplastica, in La Sicilia in età arcaica – dalle apoikiai al 480 a.C.: contributi dalle recenti indagini archeologiche, R. Panvini – L. Sole edd., Palermo 2009, pp. 146-149
  • M.A. Mastelloni, Il Museo Regionale di Messina, La formazione e le vicende delle collezioni e dei materiali arcaici esposti, in La Sicilia in età arcaica – dalle apoikiai al 480 a.C.: contributi dalle recenti indagini archeologiche, R. Panvini – L. Sole edd., Palermo 2009, pp. 150-151
  • M. A. MASTELLONI, III - I rinvenimenti numismatici. Le monete, in Francavilla di Sicilia nuovi studi e ricerche, in Quaderni di Archeologia. Università di Messina, 4 (2003), 2009, pp. 132-151, tavv. XV-XXIII
  • U. SPIGO, Nota sulle produzioni di ceramica a decorazione sovradipinta e sulla coroplastica ellenistica a Messina, in Da Zancle a Messina, 2001, II, 2, pp. .59-70

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]