Zalophus californianus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Otaria della California
Zalophus californianus - Morro Bay.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Sottordine Pinnipedia
Famiglia Otariidae
Sottofamiglia Otariinae
Genere Zalophus
Specie Z. californianus
Nomenclatura binomiale
Zalophus californianus
(Lesson, 1828)
Sinonimi

Zalophus californianus ssp. californianus

Areale

Zalophus californianus distribution.png

L'otaria della California (Zalophus californianus) è un leone marino che vive lungo le coste del Pacifico del Nord, principalmente della California. È presente in notevole quantità (circa 188.000 esemplari stimati nel 1995) e il loro numero tende ad aumentare del 5% circa annualmente.

Questa specie di otarie è quella che si vede normalmente nei parchi marini, negli zoo e nei circhi. Sono molto intelligenti e possono essere facilmente addestrate ad eseguire esercizi per intrattenere il pubblico. Sono animali molto forti e agili, tanto da poter tenere in alcuni casi il loro addestratore in equilibrio sulla punta del naso.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Un maschio e una femmina di otaria della California

Il maschio dell'otaria della California arriva a pesare anche 300 kg ed è lungo fino a 2,40 metri, mentre la femmina è molto più piccola, circa 90 kg di peso e 2 metri di lunghezza. Queste otarie hanno il muso appuntito, ciò che lo fa assomigliare vagamente a quello di un cane. Ai maschi cresce una protuberanza ossea sul cranio quando raggiungono la maturità sessuale, e da questo deriva il loro nome scientifico (loph sta per "fronte" e Zalophus significa "grande testa"). Hanno spesso una criniera, anche se non così sviluppata come quella dell'otaria sudamericana (Arctocephalus australis). Le femmine sono di colore più chiaro dei maschi. I piccoli nascono con un colore molto scuro, che diventa più chiaro quando hanno qualche mese. Quando la pelle è asciutta assume un tipico colore marron-cioccolato.

Le otarie della California si cibano di una grande varietà di specie marine, prevalentemente di calamari e pesci. Il consumo medio dei maschi che vivono negli zoo si aggira sui 4.000 kg all'anno quando raggiungono i 10 anni d'età. Per le femmine di oltre tre anni il consumo è di circa 1.800 kg all'anno[2]. La femmina ha un periodo di gestazione di 12 mesi e può partorire sia in acqua che sulla terraferma. Il latte di questa specie di mammiferi è probabilmente l'unico a non contenere lattosio. All'età di due mesi i piccoli sono già in grado di nuotare e di cacciare insieme alle loro madri.

Interazione con l'uomo[modifica | modifica wikitesto]

L'otaria Gigi bacia affettuosamente il suo istruttore

La maggior parte delle otarie che si vedono nei circhi e nei parchi di divertimento sono otarie della California. La loro grande intelligenza, forza e agilità permette di addestrarli a compiere esercizi piuttosto difficili come prendere al volo una palla e tenerla in equilibrio sul naso, salire scale e suonare strumenti musicali (trombe e armoniche a bocca) con l'aiuto dell'istruttore. Anche i maschi adulti possono essere addestrati, ciò che non avviene per la maggior parte degli animali che si esibiscono nei circhi o parchi di divertimento, ad eccezione del delfino.

Le otarie della California vengono usate dalla Marina degli Stati Uniti per compiere varie operazioni subacquee, come localizzare mine sottomarine e recuperare oggetti sommersi. Durante le immersioni possono raggiungere oltre 250 metri di profondità, ciò che non è possibile per l'uomo. Sono state impiegate dagli Stati Uniti nel 2003 durante la 2a Guerra del Golfo per proteggere le navi americane dall'attacco di subacquei nemici. Le otarie venivano addestrate a seguire il subacqueo che si stava avvicinando ad una nave e ad attaccargli una ganascia collegata con una fune ad una gamba; il lavoro veniva eseguito spesso in pochissimo tempo e il subacqueo si accorgeva di essere stato catturato solo quando era troppo tardi [3].

Alcune società di protezione degli animali hanno obiettato all'uso di questi e altri animali come "clowns" o per operazioni militari, ma altri sostengono che questo non li danneggia, anzi gli permette di mettere in mostra la loro notevole abilità ed intelligenza.

Areale e comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Centinaia di leoni marini prendono il sole su un molo del porto di San Francisco

Come indicato dal nome, le otarie della California vivono prevalentemente lungo le coste della California. Si trovano però anche lungo le coste dell'Oregon, dello Stato di Washington, della provincia canadese della British Columbia e anche del Messico. Si riproducono in una zona che va dalla California meridionale al Messico. Generalmente non si spingono oltre i 15 km dalla costa e nelle giornate soleggiate si mantengono vicino alla superficie del mare. Di notte o in giornate fredde si spostano anche sulla terraferma o sui fianchi di scarpate. Quando non sono nella stagione della riproduzione si possono vedere spesso in prossimità dei porti turistici, sui moli e anche sopra le boe di navigazione. Questi ambienti antropici offrono protezione contro i loro nemici naturali, le orche e lo squalo bianco. Per sfuggire a questi nemici le otarie della California si immergono se necessario a grandi profondità, raggiungendo anche i 270 metri.

Otarie nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Le otarie della California sono comparse nel film Andrè - un amico con le pinne e nelle serie televisive Salty la foca e La nostra amica Robbie.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Zalophus californianus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ R. A. Kastelein, N. M. Schooneman, N. Vaughan, P. R. Wiepkema, "Food consumption and growth of California sea lions (Zalophus californianus californianus), Zoo Biology, 19, 143-159.
  3. ^ USATODAY.com - Sea lions called to duty in Persian Gulf

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi