Yves Tanguy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Raymond Georges Yves Tanguy (Parigi, 5 gennaio 1900Woodbury, 15 gennaio 1955) è stato un pittore francese appartenente al movimento surrealista.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Compie studi regolari a Parigi. Durante il liceo conosce Pierre Matisse con il quale stringe una amicizia che si rivelerà duratura.

Nel 1918 entra nella marina mercantile e compie numerosi viaggi in Africa, America del Sud e Inghilterra.
Presta servizio militare a Lunéville dove conosce il poeta Jacques Prévert del quale diverrà grande amico.

Decide di partire come volontario per la Tunisia e nel 1922, ritornato a Parigi, scopre la sua passione per la pittura iniziando a disegnare scene di vita al caffè. Nel 1923 ha modo di vedere i quadri di Giorgio de Chirico e decide di diventare pittore.

Nel 1924 va a vivere insieme a Prévert e Marcel Duhamel al 54 di Rue del Château a Montparnasse in un appartamento che diventerà presto luogo d'incontro dei surrealisti e nel 1925 viene introdotto da André Breton tra i membri del gruppo surrealista.

Pur non possedendo una specifica formazione, Tanguy dimostra subito di possedere ottime doti e il suo stile pittorico evolve rapidamente raggiungendo, già nel 1927, uno stile maturo tanto da permettergli di tenere, in quello stesso anno, la sua prima personale alla Galerie Surréaliste a Parigi. Nel 1928 espone i suoi dipinti alla Galerie Au Sacre du Printemps dove è allestita una mostra dei surrealisti alla quale partecipa Jean Arp, Max Ernst, André Masson, Joan Miró, Pablo Picasso e altri artisti dell'epoca.

Da quel momento Tanguy terrà numerose personali e parteciperà con assiduità a tutte le rassegne surrealiste di gruppo a New York, Bruxelles, Parigi e Londra.

Nel 1939 Tanguy compie un viaggio negli Stati Uniti con la pittrice Kay Sage che aveva conosciuto a Parigi e nel 1940 la sposa e va ad abitare nel Connecticut a Woodbury.
Nel 1942 l'artista partecipa alla mostra Artists in Exile alla Pierre Matisse Gallery a New York presso la quale espone frequentemente fino al 1950.
Nel 1947 si tiene alla Galerie Maeght di San-Paul de Vence la mostra dei surrealisti organizzata da Breton e Marcel Duchamp alla quale egli partecipa con i suoi lavori. Nel 1948 decide di assumere la cittadinanza americana. Nel 1953 espone con la moglie Sage al Wadsworth Atheneum di Hartford e compare nel film di Hans Richter 8x8.

Muore il 15 gennaio 1955 e otto mesi dopo verrà allestita al Museum of Modern Art di New York una retrospettiva dell'artista.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 66481523 LCCN: n50009559