Yuzuru Hanyū

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yuzuru Hanyu
Yuzuru Hanyu-Sochi 2014.jpg
Yuzuru Hanyu ai Giochi Olimpici 2014
Dati biografici
Nazionalità Giappone Giappone
Altezza 170 cm
Pattinaggio di figura Figure skating pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Pattinaggio artistico su ghiaccio singolo
Record
Totale 293.25 (Fukuoka 2013)
P. corto 101.45 (Soci 2014) Record mondiale
P. libero 194.08 (Barcellona 2014)
Ranking 1°º
Best ranking 1°º
Squadra Miyagi FSC
Palmarès
Olimpiadi 1 0 0
Mondiali 1 0 1
Campionati dei Quattro continenti 0 2 0
Mondiali juniores 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 09 novembre 2014

Yuzuru Hanyu (羽生 結弦 Hanyū Yuzuru?) (Sendai, 7 dicembre 1994) è un pattinatore artistico su ghiaccio giapponese, vincitore della medaglia d'oro alle Olimpiadi invernali di Soci 2014. Ha inoltre vinto la medaglia d'oro ai Campionati mondiali di pattinaggio di figura 2014, il bronzo ai Campionati mondiali di pattinaggio di figura 2012, l'oro ai Campionati mondiali di pattinaggio di figura juniores del 2010 e l'argento ai Campionati dei Quattro continenti del 2011 e del 2013. È inoltre il vincitore della finale del Grand Prix Juniores della stagione 2009-10 e due volte campione nazionale giapponese juniores.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Hanyu è nato e cresciuto a Sendai e frequenta la stessa scuola superiore dove hanno studiato prima di lui anche Takeshi Honda e Shizuka Arakawa. Ha una sorella maggiore di nome Saya.[1] Durante il terremoto e maremoto del 2011 la sua casa è stata danneggiata ma era comunque abitabile.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Hanyu esegue una trottola Biellmann durante l'edizione 2011 della Cup of China

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Yuzuru Hanyu ha cominciato a pattinare a soli 4 anni.[1] Ha inizialmente preso parte a competizioni nazionali come un pattinatore esordiente nella stagione 2004-05; nel 2004 ha gareggiato nei campionati giapponesi per esordienti nella categoria Esordienti B, la più bassa delle due categorie di questo livello, vincendo la medaglia d'oro.

Nella stagione 2006-07 ha invece gareggiato, nella stessa competizione, nella categoria Esordienti A, vincendo la medaglia di bronzo. Questo risultato ha fatto sì che il giovane atleta si guadagnasse un invito a partecipare all'edizione 2006-2007 dei campionati nazionali giapponesi di pattinaggio di figura, nella categoria Junior, ai quali si è classificato settimo.

Nel 2007 ha partecipato ancora ai campionati giapponesi per esordienti nella categoria Esordienti A, questa volta vincendo l'oro. Ha per questo nuovamente ottenuto un invito a presentarsi all'edizione 2007-2008 dei campionati nazionali giapponesi di pattinaggio di figura, sempre nella categoria Junior, dove ha ottenuto un terzo posto.

Carriera nella categoria Junior[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2008-2009[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2008-2009 Hanyu ha cambiato categoria, iniziando formalmente la sua carriera nella categoria Junior con la partecipazione allo Junior Grand Prix, che ha avuto luogo a Merano, in Italia. In questa prima competizione si è classificato sesto nel Programma corto e poi quarto nel libero, raggiungendo quindi il quinto posto. Successivamente l'atleta ha partecipato all'edizione 2008-2009 dei campionati nazionali giapponesi di pattinaggio di figura, dove ha raggiunto il quarto posto nel programma corto con 57,25 punti ed il primo nel libero con 124,92 punti, concludendo quindi la competizione al primo posto con 182,17 punti e qualificandosi per l'edizione 2009 dei Campionati mondiali di pattinaggio di figura juniores.

Con questa medaglia Hanyu ha ricevuto un invito a competere nella categoria Senior nell'edizione 2008-2009 dei campionati nazionali giapponesi di pattinaggio di figura, dove si è classificato ottavo.[2] Nel Febbraio 2009, ai campionati del mondo juniores, Hanyu si è classificato undicesimo nel programma corto con 58,18 punti, poi tredicesimo nel libero con 103,59 punti e quindi dodicesimo nella classifica finale con 161,77 punti.

Stagione 2009-2010[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2009-2010 Hanyu ha partecipato a due eventi dello Junior Grand Prix, vincendoli entrambi e qualificandosi per la finale. Nell'edizione 2009-2010 dei campionati nazionali giapponesi juniores si è classificato primo nel programma corto e secondo nel libero, riuscendo però comunque a vincere la competizione.[3] Tale risultato gli ha procurato la convocazione a partecipare nella categoria Senior nei campionati nazionali giapponesi. Ha poi gareggiato nella finale dello Junior Grand Prix, che ha vinto, raggiungendo inoltre un nuovo record personale nel punteggio.[4] In seguito, nelle competizioni nazionali nella categoria Senior, si è classificato sesto. Visti i suoi risultati, Hanyu è stato scelto per competere nei Campionati mondiali di pattinaggio di figura juniores del 2010, che ha vinto dopo essersi classificato terzo nel Programma corto e primo nel libero, ottenendo un nuovo record di punteggio con 216,10 punti e divenendo il quarto giapponese a vincere il titolo mondiale nella categoria Junior.[5]

Carriera nella categoria Senior[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2010-2011[modifica | modifica wikitesto]

Dalla stagione 2010-2011 Hanyu ha ufficialmente iniziato la sua carriera nella categoria Senior. Per quanto riguarda il Grand Prix 2010-2011, Hanyu è stato convocato per partecipare all'edizione 2010 della competizione NHK Trophy e alla Cup of Russia 2010. Al suo debutto in questa categoria, all'NHK Trophy, Hanyu si è classificato quinto nel programma corto con 69,31 punti, ma è poi riuscito a concludere la prova al quarto posto con 207,72 punti, dopo aver ottenuto 138,41 punti con il programma libero, nel quale è riuscito a effettuare il suo primo quadruplo toe loop in una competizione ISU. Nella Cup of Russia si è invece classificato settimo. Durante i campionati nazionali giapponesi 2010-2011, si era invece classificato secondo dopo il programma corto, ma a causa di alcune esitazioni nel programma libero ha concluso la competizione al quarto posto. In ogni caso, Hanyu è stato poi selezionato per competere nel campionato dei Quattro continenti del 2011, dove ha vinto la medaglia d'argento con un nuovo record personale nel punteggio.

Hanyu stava pattinando nella pista della sua città natale, Sendai, quando il terremoto e maremoto del Tōhoku ha distrutto la sua città e l'intera regione. Nell'aprile 2011, insieme ad altri pattinatori, ha preso parte ad uno show sul ghiaccio per raccogliere soldi per le vittime.[1]

Stagione 2011-2012[modifica | modifica wikitesto]

Hanyu durante l'edizione 2011 della Cup of China

Hanyu ha iniziato la stagione 2011-2012 con una vittoria nell'edizione 2011 del Nebelhorn Trophy[6], dove si è classificato primo sia nel programma corto che nel libero, per un punteggio totale di 226,26 punti.

Per il Grand Prix 2011-2012 è stato convocato alla Cup of China, dove si è classificato quarto, ed alla Rostelecom Cup, che ha vinto ottenendo anche il suo nuovo record personale[7] e qualificandosi per la sua prima finale del Grand Prix nella categoria Senior. L'atleta si è detto onorato del fatto che la data della finale del Grand Prix, ospitata a Quebec City, in Canada, coincidesse con quella del suo compleanno. Ha inoltre detto di non essere spaventato dalla competizione in quanto essendo la sua prima finale Senior non aveva nulla da perdere.[8] Dopo aver ottenuto un quarto posto nel programma corto ed un terzo posto nel libero, si è infine classificato quarto con 245,82 punti totali.[9]

Hanyu si è poi classificato terzo nei campionati nazionali giapponesi 2011-2012, guadagnandosi la partecipazione ai Campionati mondiali di pattinaggio di figura 2012. Nel suo debutto mondiale in categoria Senior ha vinto la medaglia di bronzo.

Stagione 2012-2013[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio della stagione 2012-2013, Hanyu ha vinto la medaglia d'oro al Finlandia Trophy, dove nel programma libero ha eseguito due salti quadrupli, un quadruplo toe-loop ed un quadruplo salchow. Quest'ultimo salto non era mai stato eseguito dal giapponese in una competizione.[10][11]

Gli eventi del Grand Prix ai quali è stato assegnato per la stagione sono Skate America e l'NHK Trophy. Prendendo parte alla prima delle due competizioni Hanyu ha segnato un nuovo record mondiale per il punteggio del programma corto, con 95,07 punti.[12] Al termine del programma libero, nel quale è caduto tre volte, si è classificato terzo nella sezione di gara e secondo nella classifica generale, vincendo la medaglia d'argento con 243,74 punti, al seguito del compatriota Takahiko Kozuka.[13]

Nella sua seconda gara del circuito del Grand Prix di questa stagione, in Giappone, Hanyu ha nuovamente migliorato il record mondiale per il punteggio del programma corto, alzandolo a 95,32 punti.[14][15] Al termine del primo segmento di gara, Hanyu ha commentato di essere molto soddisfatto di essere riuscito ad ottenere un tale risultato in due competizioni di fila.[16] Nel programma lungo il pattinatore giapponese ha eseguito correttamente un quadruplo toe-loop e sei salti tripli, ottenendo il primo posto nel secondo segmento di gara con 165,71 punti[17] e la medaglia d'oro nella competizione con 261,03 punti totali.[18][19] Questo risultato gli ha assicurato inoltre la partecipazione alla finale del Grand Prix.[20]

Hanyu con la sua allenatrice Nanami Abe nel 2011

A Sochi, in Russia, Hanyū ha quindi partecipato alla finale del Grand Prix 2012-2013. Il programma corto si è svolto proprio durante il giorno del suo diciottesimo compleanno, il 7 dicembre. A causa di una caduta nell'esecuzione della combinazione triplo lutz-triplo toe-loop, al termine del primo segmento di gara ha ottenuto la terza posizione con 87,17 punti, dietro il connazionale Daisuke Takahashi ed il canadese Patrick Chan.[21] Nella seconda parte del programma libero Hanyū ha eseguito correttamente due tripli axel in combinazione, uno con un triplo toe-loop e l'altro con un doppio toe-loop, ed è riuscito ad ottenere un punteggio totale di 264,29 punti con il quale ha superato l'avversario canadese ed ha quindi conquistato la medaglia d'argento.[22][23]

Nei campionati nazionali giapponesi 2012-2013, Hanyu ha vinto la medaglia d'oro con 285,23 punti totali grazie al primo posto nel programma corto, superando quindi Daisuke Takahashi nonostante quest'ultimo avesse ottenuto la prima posizione nel programma libero.

Successivamente Yuzuru Hanyu ha preso parte al Quattro continenti 2013, tenutosi ad Osaka, in Giappone. In tale occasione il giovane pattinatore nipponico è stato superato dal canadese Kevin Reynolds che ha vinto l'oro, ma ha conquistato la medaglia d'argento con 246,38 punti, dopo un primo posto nel programma corto ed un terzo posto nel libero.

Ai mondiali del 2013 che si sono svolti a London, in Canada, Hanyu si è classificato nono nel programma corto e terzo nel libero, ottenendo quindi soltanto il quarto posto al termine della competizione.

Stagione 2013-2014[modifica | modifica wikitesto]

Per l'edizione 2013-2014 del Grand Prix, Hanyu è stato invitato a partecipare a Skate Canada ed al Trophée Eric Bompard, e in entrambi gli eventi si è classificato secondo dietro Patrick Chan. Qualificatosi alla finale del Grand Prix di Fukuoka, Hanyu ha vinto l'evento stabilendo un nuovo record mondiale nel programma corto con 99,84 punti e giungendo primo anche nel programma libero, nel quale ha eseguito due quadrupli (un toe-loop e un salchow, l'ultimo dei quali concluso con una caduta) e otto salti tripli, tra cui due axel e due lutz. Grazie a questa vittoria, Hanyu è arrivato alle Olimpiadi di Sochi come principale pretendente alla medaglia d'oro insieme a Chan. Dopo essere giunto primo nel programma corto maschile del Team Event, risultato che comunque non ha permesso al Giappone di vincere una medaglia, Hanyu ha sorpreso tutti classificandosi primo nel programma corto dell'evento singolare maschile totalizzando 101,45 punti, diventando il primo pattinatore nella storia a superare i 100 punti nel programma corto sotto il sistema di giudizio ISU. Si è poi classificato primo anche nel libero, nonostante due cadute avvenute durante il programma, divenendo così il primo uomo giapponese a vincere una medaglia d'oro nel pattinaggio artistico su ghiaccio alle Olimpiadi. Dopo la vittoria dell'oro olimpico, Hanyu ha partecipato ai Campionati Mondiali di Saitama dove, dopo essersi classificato terzo nel programma corto a causa di una caduta sul quadruplo toe-loop, si è reso protagonista di un'incredibile rimonta nel programma libero, nel quale è riuscito a colmare il gap che lo divideva dal connazionale Tatsuki Machida aggiudicandosi così anche il titolo mondiale.

Stagione 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Hanyu si è ritirato dal Finlandia Trophy 2014 a causa di infortunio alla schiena. Per il Grand Prix 2014-2015 è stato selezionato per competere nella Cup of China e nel NHK Trophy.Durante il corto del primo evento, Hanyu ha eseguito un triplo axel, sbagliando però sia il quadruplo toe-loop, concluso solo triplo, che il triplo lutz, completato con evidente fatica, riuscendo comunque a classificarsi secondo al termine del segmento di gara. L'8 novembre, nel warm-up precedente il programma libero, Hanyu ha avuto una collisione con il cinese Han Yan. Hanyu, visibilmente ferito, ha deciso comunque di prendere parte alla gara. E' caduto cinque volte durante il programma libero ma ha ottenuto il secondo punteggio e la medaglia d'argento. Dopo la gara Hanyu ha ricevuto sette punti di sutura al mento e tre alla fronte ed ha subito una commozione cerebrale. Nonostante questo, Hanyu ha preso parte all'NHK Trophy dove, dopo essersi classificato quinto nel programma corto e terzo nel libero, è arrivato in quarta posizione, qualificandosi in extremis per la finale del Grand Prix, ma dichiarandosi comunque deluso dal risultato ottenuto nella gara di casa. Il 12 e 13 dicembre ha quindi disputato l'atto finale del circuito, svoltosi a Barcellona, imponendosi sia nel programma corto, con 94.08 punti, che nel libero, con 194.08 punti. In particolare, nel segmento più lungo di gara, Hanyu ha fatto registrare non solo il suo record personale, superando il 193,41 ottenuto l'anno precedente a Fukuoka, ma ha anche abbattutto il precedente punteggio tecnico più alto nella storia del pattinaggio artistico maschile, facendo segnare 103.30 punti solo con una parte dell'intero punteggio del suo libero. Nella gara, Hanyu ha completato un quadruplo toe-loop, un triplo axel e una combinazione triplo lutz-triplo toe-loop (conclusa con una caduta) durante il programma corto e due quadrupli (un salchow e un toe-loop) e otto salti tripli (tra i quali due axel e due lutz, in uno dei quali è però caduto alla fine della routine) nel programma libero.

Allenamento e tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Hanyu si allena nella sua città natale, Sendai, sotto la guida della sua allenatrice di sempre, Nanami Abe.[1] A causa dei suoi problemi di asma, oltre che per il fatto che deve frequentare la scuola, spesso si allena per sole due ore al giorno.[1] Alcuni tubi dell'acqua sotto la pista della sua città sono scoppiati a causa del terremoto e maremoto dell'11 marzo 2011.[6] Per questo il giovane pattinatore si è allenato a Yokohama e Hachinohe, Aomori finché la sua pista non è stata nuovamente aperta il 24 luglio 2011.[6][1]

Hanyu ha eseguito le combinazioni triplo axel-triplo axel e quadruplo toe loop-triplo axel in degli show.[24]

Programmi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Programma corto Programma libero Esibizione
2006–07 Le quattro stagioni
(Antonio Vivaldi)
2007–08 Sing, Sing, Sing (With a Swing)
(Louis Prima)
L'uccello di fuoco
(Igor' Stravinskij)
Amazonic
(Maksim Mrvica)
Danza Macabra
(Camille Saint-Saëns)
2008–09 Bolero da Moulin Rouge!
(Steve Sharples)
Rapsodia su un tema di Paganini
(Sergej Rachmaninov)
Change
(Monkey Majik + Yoshida Brothers)
2009–10[25] The Bait e Bare Island
da Mission: Impossible II
(Hans Zimmer)
Rapsodia su un tema di Paganini
(Sergej Rachmaninov)
Change
(Monkey Majik + Yoshida Brothers)
2010–11 White Legend
dal Lago dei cigni di Čajkovskij
(Ikuko Kawai)
Zigeunerweisen
(Pablo de Sarasate)
Vertigo
(U2)
2011–12[26] Étude in re minore, op. 8 n. 12
(Aleksandr Skrjabin)
Kissing You
da Romeo + Giulietta di William Shakespeare
(Craig Armstrong)
Somebody to Love
(Bieber-Bright-The Stereotypes)
Escape da Plunkett & Macleane
(Craig Armstrong)
2012–13 Parisienne Walkways
(Gary Moore)
coreografia di Jeffrey Buttle
Notre-Dame de Paris
(Riccardo Cocciante)
coreografia di David Wilson
Hello, I Love You
(The Doors)
coreografia di Kurt Browning
Hana ni nare
(Fumiya Sashida)
coreografia di Kenji Miyamoto
2013–14 Parisienne Walkways
(Gary Moore)
coreografia di Jeffrey Buttle
Tema da Romeo e Giulietta
(Nino Rota)
coreografia di David Wilson
Notre-Dame de Paris
(Riccardo Cocciante)
coreografia di David Wilson
2014-2015 "Ballata no. 1 in sol minore op. 23"
(Fryderyk Chopin)
coreografia di Jeffrey Buttle
"Il Fantasma dell'Opera"
(Andrew Lloyd Webber)
coreografia di Shae-Lynn Bourne

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Hanyu e gli altri medagliati ai mondiali del 2012
Hanyu e gli altri medagliati dell'edizione 2011 del Quattro Continenti
Hanyu alla cerimonia di premiazione dei campionati mondiali juniores del 2010
2014

Dalla stagione 2008-2009[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Internazionali
Evento 2008–09 2009–10 2010–11 2011–12 2012–13 2013-14 2014-15
Giochi olimpici invernali
Campionati mondiali
Quattro continenti
Finale del Grand Prix
Cup of China
NHK Trophy
Cup of Russia
Skate America
Skate Canada
Trophée Eric Bompard
Finlandia Trophy
Nebelhorn Trophy
Internazionali: categoria Junior
Campionati mondiali juniores 12°
Finale Junior Grand Prix
JGP - Croazia
JGP - Polonia
JGP - Italia
Nazionali
Campionati giapponesi
Campionati giapponesi juniores
JGP = Junior Grand Prix; TBD = Assegnato; R = Ritirato

Fino alla stagione 2007-2008[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Internazionali
Evento 2004–05 2005–06 2006–07 2007–08
Skate Copenhagen 1° N
Nazionali
Campionati giapponesi juniores
Japan Novice Championships 1° B 2° B 3° A 1° A
Categorie: N = Novice; A = Novice A; B = Novice B

Risultati in dettaglio[modifica | modifica wikitesto]

Risultati nella categoria Senior[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2014-2015
Data Evento PC PL Totale
11-14 dicembre 2014 Finale del Grand Prix 2014-2015 1
94.08
1
194.08
1
288.16
28-30 novembre 2014 NHK Trophy 2014 5
78.01
3
151,79
4
229,80
7-9 novembre 2014 Cup of China 2014 2
82.95
2
154.60
2
237.55
Stagione 2013–2014
Data Evento PC PL Totale
24–30 marzo 2014 Campionati mondiali 2014 3
91.24
1
191.35
1
282.59
6–22 febbraio 2014 Giochi olimpici invernali 2014 - Individuale 1
101.45
1
178.64
1
280.09
6–9 Febbraio 2014 Giochi olimpici invernali 2014 - Gara a squadre 1
97.98
5
20–23 dicembre 2013 Campionati giapponesi 2013-2014 1
103.10
1
194.70
1
297.80
5–8 dicembre 2013 Finale del Grand Prix 2013-2014 1
99.84
1
193.41
1
293.25
15–17 novembre 2013 2013 Trophée Eric Bompard 2
95.37
2
168.22
2
263.59
25–27 ottobre 2013 2013 Skate Canada International 3
80.40
2
154.40
2
234.80
4–6 ottobre 2013 2013 Finlandia Trophy 1
84.66
1
180.93
1
265.59
Stagione 2012–2013
Data Evento PC PL Totale
10–17 marzo 2013 Campionati mondiali 2013 9
75.94
3
169.05
4
244.99
8–11 febbraio 2013 Quattro continenti 2013 1
87.65
3
158.73
2
246.38
20–24 dicembre 2012 Campionati giapponesi 2012-2013 1
97.68
2
187.55
1
285.23
6–9 dicembre 2012 Finale del Grand Prix 2012-2013 3
87.17
2
177.12
2
264.29
23-25 novembre 2012 NHK Trophy 2012 1
95.32
1
165.71
1
261.03
19-21 ottobre 2012 Skate America 2012 1
95.07
3
148.67
2
243.74
4–7 ottobre 2012 Finlandia Trophy 2012 2
75.57
1
172.56
1
248.13
Stagione 2011-2012
Data Evento PC PL Totale
26 marzo - 1 aprile, 2012 Campionati mondiali 2012 7
77.07
2
173.99
3
251.06
22-26 dicembre, 2011 Campionati giapponesi 2011-2012 4
74.32
1
167.59
3
241.91
8–11 dicembre, 2011 Finale del Grand Prix 2011-2012 4
79.33
3
166.49
4
245.82
25–27 novembre, 2011 Rostelecom Cup 2011 2
82.78
2
158.88
1
241.66
4–6 novembre, 2011 Cup of China 2011 2
81.37
4
145.16
4
226.53
21–24 settembre, 2011 Nebelhorn Trophy 2011 1
75.26
1
151.00
1
226.26
Stagione 2010–2011
Data Evento PC PL Totale
15–20 febbraio, 2011 Quattro continenti 2011 3
76.43
3
151.58
2
228.01
24–27 dicembre, 2010 Campionati giapponesi 2010-2011 2
78.94
4
141.12
4
220.06
18–21 novembre, 2010 Cup of Russia 2010 6
70.24
6
132.42
7
202.66
21–24 ottobre, 2010 NHK Trophy 2010 5
69.31
4
138.41
4
207.72
PC = Programma Corto, PL = Programma Libero

Risultati nella categoria Junior[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2009–2010
Data Evento Livello PC PL Totale
8–14 marzo, 2010 Campionati mondiali juniores 2010 Junior 3
68.75
1
147.35
1
216.10
24–27 dicembre, 2009 Campionati giapponesi 2009-2010 Senior 13
57.99
5
137.23
6
195.22
3–6 dicembre, 2009 Finale Junior Grand Prix 2009-2010 Junior 3
69.85
1
136.92
1
206.77
22–23 novembre, 2009 Campionati giapponesi juniores 2009-2010 Junior 1
76.00
2
118.15
1
194.15
7–11 ottobre, 2009 Junior Grand Prix - Croazia 2009 Junior 1
70.78
1
130.37
1
201.15
9–13 settembre, 2009 Junior Grand Prix - Torun Cup 2009 Junior 1
66.77
1
131.88
1
198.65
Stagione 2008–2009
Data Evento Livello PC PL Totale
23 febbraio – 1 marzo, 2009 Campionati mondiali juniores 2009 Junior 11
58.18
13
103.59
12
161.77
25–27 dicembre, 2008 Campionati giapponesi 2008-2009 Senior 8
64.50
5
117.15
8
181.65
23–24 novembre, 2008 Campionati giapponesi juniores 2008-2009 Junior 4
57.25
1
124.92
1
182.17
3–7 settembre, 2008 Junior Grand Prix - Merano Cup 2008 Junior 6
51.06
4
95.62
5
146.68
PC = Programma Corto, PL = Programma Libero

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Yuzuru Hanyu: Shooting for the top | Golden Skate
  2. ^ Japan Figure Skating Championships 2008
  3. ^ Japan Junior Figure Skating Championships 2009
  4. ^ icenetwork.com: News
  5. ^ Yuzuru Hanyu nabs Junior World title | Golden Skate
  6. ^ a b c Departments: Yuzuru Hanyu Rises From the Ashes — By Klaus-Reinhold Kany — International Figure Skating Magazine Articles
  7. ^ icenetwork.com: News
  8. ^ Yuzuru Hanyu: “It is an honor to have the Final on my birthday”
  9. ^ Entry/Resultlist
  10. ^ 2012 Finlandia Trophy - Golden Skate
  11. ^ icenetwork.com: News: Orser amazed by pupil Hanyu's skill, politeness
  12. ^ Teenager Yuzuru Hanyu sets world record at Skate America - CBC Sports - Figure Skating
  13. ^ Kozuka sweeps past Hanyu at Skate America ‹ Japan Today: Japan News and Discussion
  14. ^ Sport invernali, Sci Alpino, Sci Nordico, Salto con gli sci, Sci d'erba, Biathlon, Freeride, Freestyle, Sci alpinismo, Pattinaggio - Neve Italia
  15. ^ http://www.isuresults.com/results/gpjpn2012/SEG001.HTM
  16. ^ Dazzling start for Yuzuru Hanyu at NHK Trophy - CBC Sports - Figure Skating
  17. ^ http://www.isuresults.com/results/gpjpn2012/SEG002.HTM
  18. ^ http://www.isuresults.com/results/gpjpn2012/CAT001RS.HTM
  19. ^ Sport invernali, Sci Alpino, Sci Nordico, Salto con gli sci, Sci d'erba, Biathlon, Freeride, Freestyle, Sci alpinismo, Pattinaggio - Neve Italia
  20. ^ Yuzuru Hanyu of Japan takes NHK Trophy, books spot in GP final - ESPN
  21. ^ Sport invernali, Sci Alpino, Sci Nordico, Salto con gli sci, Sci d'erba, Biathlon, Freeride, Freestyle, Sci alpinismo, Pattinaggio - Neve Italia
  22. ^ http://www.isuresults.com/results/gpf1213/CAT001RS.HTM
  23. ^ Sport invernali, Sci Alpino, Sci Nordico, Salto con gli sci, Sci d'erba, Biathlon, Freeride, Freestyle, Sci alpinismo, Pattinaggio - Neve Italia
  24. ^ Universal Sports | Year-Round Coverage of Olympic Sports & Athletes
  25. ^ (EN) Yuzuru Hanyu, International Skating Union. URL consultato il 16 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2010).
  26. ^ (EN) Yuzuru Hanyu, International Skating Union, 6 novembre 2011. URL consultato il 16 novembre 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]