Yunus Emre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statua di Yunus Emre a Büyükçekmece (Istanbul).
Yunus Emre in Turkmenistan

Yunus Emre (juˈnus emˈɾe) (1240?–1321?) è stato un poeta e un Sufi turco. Ha avuto, e seguita ad avere, un'enorme influenza sulla letteratura turca, grazie al fatto che le sue opere furono scritte in lingua turca - parlata allora nell'Anatolia centrale e occidentale e da anonimi poeti popolari, contastorie e narratori di favole, d'indovinelli (tekerlemeler) e di proverbi, anziché ricorrere alle consuete lingue araba e persiana - e diffusamente conosciute, accanto a quelle di Ahmet Yesevi e di Sultan Walad.

Come il Il libro di Dede Korkut, un antico e anonimo componimento epico centro-asiatico redatto in lingua Oghuz, che non a caso ispirò Yunus Emre nel suo occasionale ricorso dei tekerlemeler, l'opera fu trasmessa oralmente dai suoi contemporanei: tradizione questa che perdurò a lungo.[1]

In seguito all'invasione mongola dell'Anatolia, agevolata dalla sconfitta del Sultanato di Rum nel 1243 (Battaglia di Köse Dağ), la letteratura musulmana d'impianto mistico prosperò in Anatolia, e Yunus Emre divenne uno dei poeti maggiormente apprezzati. I poemi di Sultan Yunus Emre — malgrado l'apparente semplicità di facciata — veicolano invece concetti mistici abbastanza complessi.
Egli rimane una figura popolare in un buon numero di Paesi, dall'Azerbaijan ai Balcani, e ben sette località si disputano l'onore di attribuirsi il luogo della sua sepoltura.

L'immagine di Yunus Emre è stata riportata nel 2009 sul retro della banconota da 200 lire turche.[2]

Retro della banconota da 200 lire turche (2009)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Edouard Roditi. "Western and Eastern Themes in the Poetry of Yunus Emre", in: Journal of Comparative Poetics, No. 5, The Mystical Dimension in Literature (Spring, 1985), p. 27
  2. ^ Central Bank of the Republic of Turkey. Banknote Museum: 9. Emission Group - Two Hundred Turkish Lira - I. Series. – Retrieved on 20 April 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura

Controllo di autorità VIAF: 102325392 LCCN: n80162682