You Can't Do That

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
You Can't Do That
Artista The Beatles
Autore/i
Genere Beat
Data 1964
Etichetta Parlophone (GB)
Capitol (USA)
Durata 2 min : 37 sec

You Can't Do That è una canzone dei Beatles accreditata alla coppia di autori John Lennon/Paul McCartney anche se è stata composta per lo più da John Lennon.[1][2][3] La canzone è stata pubblicata inizialmente come Lato B del singolo Can't Buy Me Love, e successivamente è stata inclusa nell'album A Hard Day's Night sul mercato europeo e nell'album The Beatles' Second Album su quello statunitense.

Classifica[modifica | modifica sorgente]

La canzone seguì le orme del successo del Lato A.

Registrazione[modifica | modifica sorgente]

La canzone era stata prescelta come una di quelle eseguite nella performance dal vivo inclusa nel film A Hard Day's Night. I Beatles registrarono quattro volte la canzone per la BBC radio nell'anno 1964. Inoltre sempre nell'anno 1964, la canzone fu inserita nella scaletta, come secondo brano dopo Twist and Shout, del loro repertorio dal vivo durante il loro tour americano e australiano.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Testo e significato[modifica | modifica sorgente]

Viene considerata una canzone di Lennon semi-autobiografica, inoltre l'autore suonò anche la chitarra solista.[4]

Il tema principale del testo della canzone è la gelosia, che Lennon affronterà anche in altri brani, quali Run for Your Life e Jealous Guy - quest'ultimo da solista.

Cover[modifica | modifica sorgente]

Harry Nilsson eseguì una cover della canzone incidendola nel suo album di debutto Pandemonium Shadow Show (1967) trasformandola in una melodia lenta che entrò in classifica in Canada nelle Top 10. È noto che Lennon ascoltò il lavoro di Nilsson e si congratulò con lui e da qui nacque una amicizia che durò per tutto il resto della vita di Lennon[senza fonte].

La band americana Vanilla Fudge eseguì un'altra cover degna di nota sul loro secondo album intitolato The Beat Goes On.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ian MacDonald Revolution In The Head p.96
  2. ^ Bill Harry The Ultimate Beatles Encyclopedia p.715
  3. ^ Paul McCartney & Barry Miles Many Years From Now p.164
  4. ^ Barry Miles, Paul McCartney: Many Years From Now, New York, Henry Holt & Company, 1997, p. 164. ISBN 0-8050-5249-6.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Alan W. Pollack, Notes on "You Can't Do That" in Notes on ... Series, Rijksuniversiteit Groningen.
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock