Yoqtan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Yoqtan, Ioctan, Yoktan o Joqtan (Lingua ebraica: יָקְטָן, trasl. Yoqṭān; in arabo: قحطان, trasl. Qaḥṭān) fu il secondo dei due figli di Eber (Gen. 10:25; 1Cr. 1:19) menzionato nel Bibbia. Il significato del suo nome è "piccolo" o "piccolezza".

Nel Libro della Genesi[1] si legge:

« A Eber nacquero due figli: uno fu chiamato Peleg, perché ai suoi tempi fu divisa la terra, e suo fratello fu chiamato Joktan »
(10:25)

I figli di Yoqtan, in base a Gen. 10:26-29, furono: Almodad, Selef, Asarmavet, Iera, Adoram, Uzal, Dicla, Obal, Abimael, Seba, Ofir, Avila e Iobab.

Nel racconto dello Pseudo-Filone (ca. 70), Yoqtan fu dapprima principe sui figli di Sem, come Nimrod e Fenec erano stati principi sei figli di Cam e Jafet rispettivamente.

I popoli arabi erano costituiti da numerosi clan, tribù e sotto-tribù. Vari storici ricollegano i popoli dell'Arabia meridionale al biblico Yoqtan. Tuttavia, i primi etnografi biblici, inclusi Giuseppe e Ippolito, identificano i figli di Yoqtan coi popoli circostanti il bacino del fiume Indo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La Sacra Bibbia Nuova Riveduta, San Paolo ed., 1994.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Manfred Kropp (Herausgeber): Die Geschichte der «reinen Araber» vom Stamme Qaḥṭān. Aus dem Kitāb našwat aṭ-ṭarab fī taʾrīḫ ǧāhiliyyat al-ʿArab des Ibn Saʿīd al-Maġribī, in: Heidelberger Studien zur Geschichte und Kultur des modernen Vorderen Orients. Band 4, 1983.