Yersinia pestis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Bacillo della peste
Yersinia pestis
Yersinia pestis
Classificazione scientifica
Dominio Prokaryota
Regno Bacteria
Phylum Proteobacteria
Classe Gamma Proteobacteria
Ordine Enterobacteriales
Famiglia Enterobacteriaceae
Genere Yersinia
Specie Y. pestis
Nomenclatura binomiale
Yersinia pestis
(Lehmann & Neumann, 1896) van Loghem, 1944

Yersinia pestis (Lehmann & Neumann, 1896) van Loghem, 1944 è un bacillo scoperto nel 1894 da Alexandre Yersin.

Si tratta di un coccobacillo Gram-negativo appartenente alla famiglia delle Enterobacteriaceae, immobile e psicrofilo. Esso fa parte dei Non Coliformi, cioè non è in grado di fermentare il lattosio. Ha una catalasi (+), pertanto, è in grado di scindere l'acqua ossigenata in acqua e ossigeno. La sua fermentazione è acido mista e, se coltivato in terreni contenenti sangue, accresce meglio. Presenta inoltre un'intensa attività ureolitica (capacità di scindere l'urea). Lo Yersinia pestis è un batterio patogeno per mammiferi (tra cui l'uomo) e alcune specie di uccelli.

Patologia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Peste.

È l'agente eziologico della peste: si tratta di una zoonosi (di topi, ratti, scoiattoli, conigli, lepri, marmotte..) la cui trasmissione avviene attraverso le pulci (che rigurgitano il contenuto batterico al pasto successivo). L'animale è pestigeno e pestifero.

Se inoculato dalla pulce nell'organismo umano, il bacillo viene fagocitato dai monociti e dai granulociti polimorfonucleati (neutrofili). Solo i neutrofili riescono a degradare il batterio, che invece continua a vivere all'interno dei monociti dove sviluppa degli antigeni (frazione I, antigene V, antigene W) che gli conferiscono un particolare potere antifagocitario. Il potere patogeno del batterio potrebbe essere anche dovuto alla tossina murina.

L'incubazione è di 2-7 giorni.

Si distinguono tre forme:

  • peste bubbonica, data dalla proliferazione nei linfonodi con conseguente necrosi. Se non trattata, evolve in setticemia e può talvolta esitare in polmonite secondaria
  • peste polmonare, con trasmissione attraverso le vie aeree. Si tratta di una polmonite primaria mortale in meno di 4 giorni.
  • peste setticemica, forma più rara ma letale per via dell'infezione generata nel sangue dopo la puntura del parassita.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]