Yazdgard I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Yazdgard I
Yazdgard I
Moneta di Yazgard, zecca di Merv
Sovrano sasanide di Persia
In carica 399420/421
Predecessore Bahram IV
Successore Bahram V
Morte 420/421
Dinastia Sasanidi
Padre Bahram IV
Figli Sapore
Bahram V

Yazdgard I o Yazdegerd I (farsi: یزدگرد یک, Izdigerdes, "fatto da Dio"; ... – 420/421) fu un sovrano sasanide dal 399 alla sua morte.

Yazdgard era il figlio di Sapore III, e succedette a Bahram IV. Saggio, benevolente e astuto, si dimostrò tollerante in questioni religiose, sebbene rimanesse devoto allo Zoroastrismo. Le fonti ebraiche (Talmud, Ksubos, 61a) raccontano che Ameimar, Rav Ashi, e Mar Zutra sedevano alla sua corte. Accadde però che il vescovo cristiano di Ctesifonte, Abdaas, cercasse di bruciare il tempio del Grande Fuoco della capitale sasanide: Yazdgard cambiò allora politica verso i cristiani, ordinando che venissero espulsi dal regno e che tutte le chiese fossero distrutte.

Nel 413 Varahran-Sapore, re di Armenia, morì, e la sua corona passò ad un bambino di dieci anni. Yazdgard liberò Cosroe, che Bahram IV aveva imprigionato, e lo restaurò sul trono armeno, allo scopo di stabilizzare la regione, ma Cosroe morì poco dopo e l'Armenia cadde nuovamente nel caos; la reazione del sovrano sasanide fu allora quella di mettere il proprio figlio Sapore sul trono armeno.

Nel 419 Yazdgard si ammalò gravemente: Sapore si precipitò a Ctesifonte per prepararsi a reclamare la corona sasanide, ma entrò in conflitto con l'altro figlio di Yazdgard, Bahram, e venne poi sconfitto. Alla morte di Yazdgard, Barham salì al trono, con nome di Bahram V.

Predecessore
Bahram IV
Sovrani sasanidi di Persia
399 - 420/421
Successore
Bahram V