Yautja

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yautja
Yautja, dal film Predator
Yautja, dal film Predator
Lingua orig. Inglese
Soprannome Predator
Autore Stan Winston
1ª app. Predator
Interpretato da Kevin Peter Hall
Sesso Maschio
Luogo di nascita Yautja Prime
Professione Cacciatore di altre razze aliene[1]
Abilità
  • Forza, velocità e resistenza sovrumane
  • Sensi affinati
  • Enorme longevità
  • Intelletto superiore
  • Produzione di potentissimi antidolorifici naturali
  • Elevata abilità combattiva con qualsiasi tipo di arma
  • Serie di gadget altamente tecnologici, compresi droni, occultamento, armi laser/da taglio ed una maschera che permette svariati tipi di visione
  • Visione a infrarossi naturale
  • Incredibili capacità di caccia e sotterfugio
  • Particolare resistenza alla corrosione
  • Artigli
« Maggiore, so soltanto una cosa: che gli ho tirato dritto addosso 20 caricatori dell'M60. Li ho vuotati. Niente di questa Terra sarebbe sopravvissuto... a quella distanza. »
(Il sergente Mac parlando di uno scontro diretto con un alieno Yautja)

Gli Yautja, detti anche Predator, sono una specie aliena immaginaria, protagonista dei film Predator, Predator 2 e Predators oltre che di numerosi crossover, come i celebri Alien vs. Predator, Alien vs Predator 2, e di diversi fumetti e videogiochi.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Testa di uno Yautja

Sono degli umanoidi alti ben più di due metri, con sangue bioluminescente di acceso colore verde. La loro pelle è rugosa, simile a quella dei rettili. Una delle loro caratteristiche sono quattro protuberanze poste intorno alla bocca, unite su ciascun lato del volto da una membrana di pelle, articolate apparentemente da più ossa, che ricordano vagamente le mandibole esterne dell'apparato boccale dei granchi (crostacei) o degli scorpioni (aracnidi). Un altro particolare interessante dello Yautja è costituito da una serie di appendici flessibli, simili a dreadlocks, disposti a formare un semicerchio che parte dai lobi del cranio e che passa sulla parte posteriore dello stesso, lasciandone scoperta la sommità.il loro sistema di respirazione non è specificato in nessuno dei film riguardanti questa specie, ma si presuppone che respirino aria contenente una quantità decisamente più elevata di anidride carbonica che di ossigeno e che, per brevi periodi, possano sopravvivere all'atmosfera terrestre. Nel film Predator 2, lo yautja perde il proprio casco e lo si vede usare un oggetto, simile ai respiratori artificiali terrestri, con cui respira; questo fatto suggerisce che i predator non possano sopravvivere senza una miscela particolare di ozono e anidride carbonica. Al contrario del sistema di riproduzione dello xenomorfo, è sconosciuto il modo in cui nascano gli yautja e nessuna teoria è stata elaborata a tal proposito.Possiedono forza ed agilità straordinarie, specie se raffrontate a quelle di esseri terrestri di dimensioni simili; un umano, per quanto forte, non ha alcuna speranza di vincere uno scontro fisico diretto contro uno Yautja.

Solitamente fanno uso di armi per la caccia. Altra particolarità è costituita dall'apparato visivo incluso nella maschera, che fornisce tre metodi visivi:

  • può percepire il calore emesso da qualunque corpo (La capacità di vedere tramite il casco si basa sulla visione esclusiva della parte infrarossa dello spettro elettromagnetico, in modo da individuare gli oggetti in base alla differenza di calore emesso da essi e proprio per questo risulta difficoltoso individuare e distinguere oggetti a parità di temperatura). Da notare il fatto che nel film originale del 1987 pare che lo Yautja stesso veda solo lo spettro infrarosso e la maschera lo aiuti a controllare tale abilità in quanto si può notare nel finale che le scene viste dagli occhi del predator senza il casco sono con un filtro infrarosso (anche se sono talmente rosse che è difficile vedere il protagonista che sta lottando contro lo Yautja)
  • può percepire le onde elettromagnetiche degli Xenomorfi
  • può rilevare ogni tipo di tecnologia
  • Lo si è visto anche cambiare tipo di visione alla maschera, regolandola, mostrando svariate tipologie di percezione non chiaramente specificate

Nel film Predators fanno la loro comparsa tre nuovi Yautja: Berseker, Falconer e Tracker. Essi appaiono più ostili e forti degli Yautja tradizionali; non rispettano il codice d'onore della loro razza in quanto nel film uno di loro uccide un uomo disarmato, in più tengono in ostaggio un predator normale, questi due aspetti fanno pensare che questi predator appartengano ad un'altra razza predator, leggermente più arretrata rispetto ai loro "cugini" incontrati in precedenza, con i quali, probabilmente, sono in guerra da millenni; un altro aspetto interessante di questi predator, è la caccia, che non è compiuta nella stessa maniera dei normali predator; alcune differenze sono l'utilizzo di una strana razza aliena, come "cani da caccia" che hanno il compito di stanare le prede dei cacciatori e il andare per l'universo in cerca delle prede perfette e poi portarle sul pianeta riserva dei caccia, invece del cacciarle nei rispettivi pianeti; forse perché in una volta sola si possono avere più tipologie di prede da cacciare tutte nello stesso posto. Un predator particolare, visto una sola volta in Alien vs Predator, è Wolf predator, un veterano e un signore della guerra, più giovane soltanto degli anziani. Questo predator si differenzia dagli altri per corporatura ed equipaggiamento, infatti è più snello e muscoloso di un semplice cacciatore (il che gli permette di essere più agile e veloce in combattimento) ed ha più armi, quali: due cannoni al plasma, anziché uno; una frusta tecnorganica, costruita probabilmente partendo da scaglie di xenomorfo, che permette di fare a pezzi il nemico in un solo colpo; un certo quantitativo di un acido molto potente che scioglie i tessuti organici e svariate tipologie di mine oltre ai classici shurikens e alla lancia da caccia.

Non si sa quanto possa vivere un predator, ma gli anziani del film Predator 2, hanno indicativamente 250-300 anni, mentre l' elder predator di Alien vs Predator ha più di 350 anni. Wolf predator, in Aliens vs Predator, ha un'età stimata intorno ai 200 anni, l'età di uno yautja è riconducibile a delle specie di piccole "corna" abbastanza flessibili, presenti sul volto di questa specie: più ce ne sono e più il loro colore è chiaro, più il cacciatore è vecchio.

Armi[modifica | modifica wikitesto]

Sono soliti coprirsi con armature metalliche estremamente resistenti,ma che coprono solo una piccola parte del torace (di solito la parte sinistra del petto, dove si aggancia allo spallaccio metallico e al cannone al plasma) che facilitano i movimenti del cacciatore, dotate di meccanismi elettronici che li rendono invisibili.In Alien vs Predator i tre novizi hanno addosso un'armatura più completa e pesante rispetto a quella dei predator adulti; probabilmente dovuta al fatto che il territorio era molto più freddo dei territori di caccia usati da questa specie, o forse perché non trovandosi in una giungla, non avevano bisogno di un'agevolazione motoria elevata e potevano quindi essere meno esposti ad attacchi fisici del nemico. La maschera che sono soliti indossare ha incorporato un puntatore laser e dei vari filtri (ad esempio il filtro a raggi x) che usano per individuare le loro prede. Sono una razza dedita alla caccia, dotati di un arsenale vastissimo: usano lance, balestre, shuriken, vari tipi di lame retrattili, assieme ad armi da fuoco come cannoni al plasma (che possono essere usati o in posizione fissa sulle loro spalle o manualmente), o esplosivi a movimento che si possono attaccare ai muri o ad altre pareti. Possono anche sovraccaricare il loro bracciale con cui attivano diverse funzioni, fino a farlo detonare con estrema potenza distruttiva. Fanno questo a causa di un rigido codice di caccia e onore, infatti se vengono sconfitti da un qualunque essere vivente attivano la detonazione del bracciale per eliminare non solo il proprio corpo, quindi il disonore subito, ma anche la loro tecnologia, così da non lasciarne traccia. Sono inoltre in grado di utilizzare pistole al plasma simili ai cannoni, possono brandire fruste dentellate in grado di dilaniare l'avversario, mentre la lancia viene anche usata come giavellotto per infilzare la preda, scagliandola con grande potenza e alta velocità. I Predator sono anche dotati di alcuni cristalli di un colore blu che vengono visti in alcuni videogiochi e film e che servono per la rigenerazione delle ferite: lo Yautja, impiantandosi questi cristalli sul petto, rigenera tutte le sue ferite, anche se, a quanto pare, tale processo è molto doloroso e anche i Predator urlano di dolore utilizzandolo. Tali cristalli erano inoltre assenti nel primo film, dove il Predator utilizza un kit medico per curarsi.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Stan Winston nei panni dello Yautja del primo film (con l'elmo)

La società dei Yautja è basata su un modello tribale o comunque fortemente gerarchico, presumibilmente dedito a valori quali l'onore, il combattimento e lo sprezzo del pericolo, che prevede dei riti di passaggio durante i quali i giovani alieni devono dimostrare di possedere tali caratteristiche.
I Predator sono naturalmente dediti alla caccia, presumibilmente come mezzo attraverso il quale dimostrare le proprie virtù, e tra le loro prede preferite ci sono senza dubbio gli umani e gli Xenomorfi (gli alieni del film Alien). Nel film Alien vs Predator, vediamo appunto come tre giovani Yautja devono affrontare e sconfiggere gli Alien come prova di coraggio, astuzia e valore in modo tale da potersi dimostrare meritevoli di ricevere il "marchio" che simboleggerà la loro abilità consentendogli di essere considerati adulti e maturi all'interno della società Yautja. Inoltre nel film Predator 2, durante una sequenza, si vede uno Yautja che posiziona un cranio umano su una parete in compagnia di altri teschi appartenenti a svariate razze aliene (e fra i quali si distingue il capo di uno Xenomorfo inserito come citazione-tributo dagli autori del film), in maniera analoga ai trofei di caccia umani. Inoltre nel sequel di Alien vs Predator sono mostrati chiaramente in mezzo ad una sala dei trofei Yautja dei crani di due celebri dinosauri (un triceratopo ed un T-Rex, anche se esemplari giovani), facendoci intuire che le origini della razza dei Predator siano antichissime in quanto essi avrebbero già visitato e cacciato sulla terra più di 65 milioni di anni fa, nell'epoca in cui questi mastodontici rettili dominavano il pianeta. Inoltre essi provano empatia per i propri compagni, infatti nel film Alien vs Predator 2 quando lo Yautja atterrato sulla Terra entra nell'astronave, sembra dispiaciuto per la morte dei compagni.

Esempio di alfabeto Yautja

Gli Yautja sono fortemente legati all'onore (nel primo film viene suggerito che non attaccano chi è disarmato dato che cacciano per sport, mentre in Alien vs Predator uno dei Predator non uccide l'anziano Charles Bishop Weyland dopo averne constatato lo stato di salute precario) e rispettano chiunque si sia dimostrato un degno avversario o alleato, non soltanto risparmiandone la vita, ma anche offrendo loro un premio che ritengono molto significativo: per esempio in Predator 2 gli anziani donano a Mike Harrigan una pistola a pietra focaia, probabile loro antico trofeo, o in Alien vs Predator dove ad Alexa Woods viene donata una potente lancia da battaglia Yautja, probabile premio che sarebbe spettato al novizio uscito vittorioso dalla prova. In "Alien vs Predator" un facehugger riesce a infilare nella bocca di uno Yautja un embrione, e dopo la morte di questo Yautja (in seguito a una violenta battaglia con una regina-xenomorfo) e dal corpo dello Yautja alla fine del film esce un "incrocio" delle due razze, una forma ibrida di incrocio tra Yautja e Xenomorfo che si rivelerà molto più grosso e violento di un comune Yautja (identificato dagli appassionati del genere come "Predalien"). Per gli Yautja la sua stessa esistenza è un affronto alla loro razza, tanto che essi lo chiamano "Abominio", e ucciderlo per loro è un dovere.

Come rituale, gli Yautja, una volta predato un essere umano, dopo averlo scorticato, appendono il suo corpo capovolto alla stregua di ammonimento.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Gli Yautja posseggono capacità fisiche molte volte superiori a quelle umane, derivanti dalla diversa composizione fisica e dal diverso D.N.A., nonché dalle ostiche condizioni di vita che il loro pianeta natale impone e da un addestramento al combattimento che la loro societá implica fin dal concepimento. La loro forza gli permette di scagliare i più robusti esseri umani a diversi metri di distanza con singoli colpi, strappare colonne vertebrali o danneggiare gravemente metalli e cemento a mani nude, sfondare paratie di metallo, alzare grate pesanti vari quintali, e addirittura alzare due Xenomorfi assieme. Sono in grado di saltare più piani di un edificio con un unico balzo, e di sopportare con relativa semplicità ferite che sarebbero altamente debilitanti, o addirittura mortali, per i terrestri, quali fori multipli d'arma da fuoco al petto, arti mozzati e violentissimi impatti cinetici. Hanno elevate capacità di sopportazione del dolore, riuscendo a tornare a operare in modo più o meno naturale pur se minati da squarci di tale entità. Nonostante possano sembrare goffi e lenti nei movimenti quotidiani, in combattimento sorprendono con una velocità e prodezze tecniche che gli consentono di eliminare gruppi di avversari in pochi secondi, e di eludere i proiettili, nonché di spostarsi con una rapidità quasi istantanea, essendo scalatori provetti. Sono maestri del combattimento all'arma bianca (difficilmente si affidano ad armi da fuoco come le conosciamo, preferendo il famoso Plasma Caster), destreggiandosi con lance, artigli, fruste e oggetti da lancio. Il loro intelletto aveva sovrastato la tecnologia umana dai tempi delle antiche popolazioni sumeriche, epoche in cui vantavano già gigantesche astronavi per viaggi intergalattici, armi laser e persino dal potenziale nucleare, ciò gli garantisce un equipaggiamento di prim'ordine, anche se appositamente limitato per non disturbare l'innato gusto per la caccia che posseggono. È da sottolineare il fatto che hanno sviluppato materiali invulnerabili agli acidi corrosivi degli Xenomorfi, oltre che a una sostanza in grado di sciogliere il carapace degli alieni. Da tradizione, conoscono innumerevoli tattiche di caccia, e sono addestrati nello stealth e nel pedinamento, sicché è quasi impossibile udire i loro spostamenti (forti, inoltre, della loro invisibilità sintetica). Vedono gli infrarossi, ma con le bio-maschere possono percepire una serie di altri spettri o potenziare la loro visione naturale. Sono dotati di un bracciale sul braccio sinistro dotato di lame retrattili che non possono essere rimosse in alcuno modo, essendo il bracciale innestato chirurgicamente e dotato di un sistema che uccide il portatore se gli viene rimosso (da questo gli umani deducono che i predator preferiscano vedere i loro soldati morti che disarmati), il bracciale cambia notevolmente da predator a predator alcuni hanno una unica lunga lama anche se i più comuni ne hanno due di media lunghezza, altri hanno lancia reti o lancia lame aggiuntivi. Il loro sangue, inoltre, gli permette di diluire di molto gli effetti corrosivi, come quelli dell'acido molecolare presente nello Xenomorfo.

L'alta percetuale di Yautja che si dedica alla via del sangue non sa cosa sia la paura e non concepisce il concetto di resa, ciò li rende avversari estremamente pericolosi addirittura in situazioni di svantaggio.

Vi sono anche "razze" differenti di Yautja, come i "Berserker". Essi sono considerati più forti e robusti, difatti uno di loro non ha riportato lesioni rilevanti dopo che un grappolo di granate è stato fatto detonare ai suoi piedi, e anche dopo aver ricevuto molteplici colpi in testa dal calcio di un fucile, è riuscito a mantenersi in piedi. Inoltre, ha ucciso senza alcuna difficoltà uno normale Yautja, per quanto debilitato. Può anche percepire i battiti cardiaci a vista, oltre che il calore. Nonostante tutto, comunque, la differenza fondamentale tra le due razze è il comportamento: ai Berserker non interessa se l'avversario è disarmato, malato, in svantaggio sleale ne di che tipo sia. Uccidono per il puro piacere di farlo, a prescindere, e questo li rende estremamente pericolosi e aggressivi.

Stand-Alone[modifica | modifica wikitesto]

ricostruzione di uno Yautja del primo film

Crossover[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Compreso l'uomo e lo Xenomorfo

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]