Yakovlev Yak-50

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yakovlev Yak-50
Tre Yak-50 della pattuglia acrobatica britannica Aerostars
Tre Yak-50 della pattuglia acrobatica britannica Aerostars
Descrizione
Tipo aereo da addestramento
aereo acrobatico
Equipaggio 1
Progettista URSS OKB 115 Yakovlev
Costruttore URSS stabilimento di Arsenyevskaya
Data primo volo 1975
Data entrata in servizio 1975
Data ritiro dal servizio in servizio
Esemplari 312
Sviluppato dal Yakovlev Yak-18
Altre varianti Yakovlev Yak-52
Dimensioni e pesi
Lunghezza 7,68 m
Apertura alare 9,50 m
Altezza 3,16
Superficie alare 15,0
Peso a vuoto 765 kg
Peso max al decollo 900 kg
Capacità combustibile 55 L (+ 120 L ausiliari)
Propulsione
Motore un radiale Vedeneyev M-14P
Potenza 360 CV (265 kW)
Prestazioni
Velocità max 420 km/h
Velocità di crociera 320 km/h
Autonomia 495 km
Tangenza 5 500 m

i dati sono estratti da Уголок неба [1]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Lo Yakovlev Yak-50 (in cirillico Яковлев Як-50)[2] è un aereo acrobatico monomotore ad ala bassa prodotto in Unione Sovietica dalla metà degli anni settanta del XX secolo su progetto dell'ufficio tecnico di costruzioni aeronautiche OKB 115, diretto da Aleksandr Sergeevič Jakovlev.

Inizialmente destinato all'addestramento militare, fu impiegato successivamente anche negli sport aeronautici, divenendo detentore di alcuni titoli nei campionati mondiali di categoria (FAI World Aerobatic Championships). Viene tuttora utilizzato come aereo da competizione acrobatico, sia da singoli piloti che da pattuglie acrobatiche.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio degli anni settanta, l'OKB 115 decise di sviluppare un velivolo specificatamente progettato per l'utilizzo acrobatico su modello del precedente Yak-18PS, una variante acrobatica con carrello d'atterraggio retrattile dell'aereo da addestramento militare Yakovlev Yak-18.[1]

Il progetto, iniziato nel 1972, riprendeva l'impostazione classica del suo predecessore (un monomotore monoplano ad ala bassa), ma introduceva un unico abitacolo, una fusoliera interamente in metallo e una ricerca dell'ottimizzazione delle superfici, volta ad ottenere una migliore aerodinamicità complessiva.

La costruzione del prototipo terminò nel 1975, anno in cui venne portato in volo per la prima volta, rispondendo alle specifiche di progetto e confermando la bontà dello stesso.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

FAI World Aerobatic Championships[modifica | modifica wikitesto]

Il debutto dello Yak-50 in una competizione aeronautica avvenne all'ottavo Campionato del Mondo di Acrobazia Aerea della FAI (ufficialmente in lingua inglese: 8th FAI World Aerobatic Championships)[3][4] che si svolse a Kiev - capitale dell'allora Repubblica socialista sovietica ucraina - tra il 23 luglio e il 5 agosto del 1976. I dieci piloti della nazionale sovietica monopolizzarono la manifestazione, conquistando, con Lidia Leonova e Victor Lesko, i primi posti assoluti sia nella classifica generale, che in quelle delle categorie femminile e maschile.[4]

Pattuglie acrobatiche civili[modifica | modifica wikitesto]

Descrizione tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Yakovlev Yak-50

Lo Yak-50 è un velivolo monoposto di impostazione classica, monomotore monoplano ad ala bassa con carrello biciclo anteriore retrattile.

La fusoliera, realizzata interamente in metallo, è caratterizzata da un abitacolo singolo, chiuso da un cupolino con apertura a scorrimento, che offre un'ampia visibilità anteriore e laterale al pilota. Posteriormente termina in un impennaggio classico monoderiva con piani orizzontali a sbalzo.

L'ala, montata bassa, è caratterizzata dall'assenza di flap.

Il carrello d'atterraggio è retrattile verso coda, in configurazione biciclo anteriore integrato posteriormente da un ruotino d'appoggio.

Yakovlev Yak-50 al Radom Air Show (2007).

La propulsione è affidata ad un singolo motore aeronautico, posizionato all'apice anteriore della fusoliera, un radiale Vedeneyev M-14 a 9 cilindri raffreddato ad aria disposti su una singola fila, capace di erogare, nella sua versione P, la potenza di 360 CV (265 kW), ed abbinato ad un'elica bipala V-530.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

(lista parziale)

Regno Unito Regno Unito
utilizzano 4 esemplari.
Russia Russia
URSS URSS
  • DOSAAF
  • pattuglia acrobatica nazionale sovietica

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Яковлев Як-50 in Уголок неба.
  2. ^ All'aereo non fu mai assegnato un nome in codice NATO.
  3. ^ WCA - Campionato del Mondo di Acrobazia Aerea in Volare nel mondo, http://www.toflyintheworld.com/. URL consultato il 7 apr 2010.
  4. ^ a b (EN) 8th FAI World Aerobatic Championships in FAI Aerobatics Commission - CIVA, http://www.fai.org/aerobatics/. URL consultato il 13 apr 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Video[modifica | modifica wikitesto]