Yakovlev Yak-40

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Yakovlev Yak-40
Uno Yak-40 della Vazduhoplovstvo i PVO Vojske Srbije, l'aeronautica militare serba
Descrizione
Tipo aereo di linea
aereo da trasporto multiruolo (variante militare)
Equipaggio 3
Progettista URSS OKB 115 Yakovlev
Costruttore URSS stabilimenti statali URSS
Data entrata in servizio settembre 1968
Esemplari 926
Altre varianti Yakovlev Yak-42
Dimensioni e pesi
Lunghezza 20,36 m
Apertura alare 25 m
Altezza 6,50 m
Superficie alare 70,0
Peso a vuoto 9 400 kg
Peso max al decollo 16 000 kg
Passeggeri fino a 32
Propulsione
Motore 3 turboventole Ivchenko AI-25
Spinta 14,7 kN ciascuna
Prestazioni
Velocità max 550 km/h
Autonomia 1 800 km
Quota di servizio 8 100 m (26 600 ft)

[senza fonte]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Lo Yakovlev Yak-40 (in caratteri cirillici Яковлев Як-40, nome in codice NATO Codling[1]) era un piccolo trimotore a getto ad ala dritta progettato dall'OKB 115 diretto da Aleksandr Sergeevič Jakovlev, sviluppato in Unione Sovietica negli anni sessanta.

Venne utilizzato sia come aereo di linea regionale nell'aviazione civile sia come aereo utility principalmente nella Sovetskie Voenno-vozdušnye sily (VVS), l'Aeronautica militare dell'Unione Sovietica, che in numerose forze aeree filosovietiche.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costruito per rimpiazzare il Lisunov Li-2 (una variante del Douglas DC-3) e l'Ilyushin Il-14, la caratteristica principale dell'aereo è la possibilità di operare al di fuori degli aeroporti più importanti. È equipaggiato con una scala integrata nella fusoliera ed è in grado di eseguire atterraggi e decolli corti (STOL).

Lo Yak-40 è entrato in servizio la prima volta nel Settembre 1968 con la Aeroflot.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

  • Yak-40 - Il primo modello in produzione.
  • Yak-40EC - Versione da esportazione.
  • Yak-40K - cargo / convertibile / Versione con un portellone di carico merci più grande.
  • Yak-40M - Versione passeggeri da 40 posti.
  • Yak-40TL - Versione alimentata da tre motori turboventola Lycoming LF 507.
  • Yak-40V - Versione da esportazione alimentata da tre motori AI-25T.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Operatori mondiali dello Yak-40
Yakovlev Yak-40 nella livrea della russa Polet Airlines.

Operatori civili[modifica | modifica wikitesto]

Uno Yak-40K dell'italiana Alinord nel 1988

In novembre 2011, erano in servizio 220 aeromobili su un totale di 996. Gli operatori civili dello Yak-40 sono:

Afghanistan Afghanistan
Azerbaigian Azerbaigian
Bolivia Bolivia
Bulgaria Bulgaria
Cuba Cuba
Rep. Ceca Rep. Ceca
Egitto Egitto
bandiera Germania Ovest
Italia Italia
Kazakistan Kazakistan
Kirghizistan Kirghizistan
Libia Libia
Lituania Lituania
Moldavia Moldavia
Filippine Filippine
Polonia Polonia
Russia Russia
URSS URSS
Siria Siria
Tagikistan Tagikistan
Turkmenistan Turkmenistan
Ucraina Ucraina
Uzbekistan Uzbekistan
Vietnam Vietnam

Altre 88 compagnie aeree operano con un numero inferiore di Yak-40.[2]

Operatori militari[modifica | modifica wikitesto]

Yak-40 della Belavia Belarusian Airlines operato per il Governo della Bielorussia.
Bangladesh Bangladesh
Bulgaria Bulgaria
Cuba Cuba
Rep. Ceca Rep. Ceca
Cecoslovacchia Cecoslovacchia
Etiopia Etiopia
Guinea Equatoriale Guinea Equatoriale
Guinea-Bissau Guinea-Bissau
Laos Laos
Polonia Polonia
Russia Russia
Serbia Serbia
Siria Siria
Ucraina Ucraina
URSS URSS
Vietnam Vietnam
bandiera Jugoslavia
Zambia Zambia
Zimbabwe Zimbabwe

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Andreas Parsch e Aleksey V. Martynov, Designations of Soviet and Russian Military Aircraft and Missiles in Designation-Systems.net, http://www.designation-systems.net, 2 lug 2008. URL consultato il 24 ott 2010.
  2. ^ Flight International, 3-9 ottobre 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]