Yakovlev Yak-4

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Yakovlev Yak-4
Yakovlev Yak-4 - IV.jpg
Descrizione
Tipo bombardiere leggero
Equipaggio 2
Progettista URSS OKB 115 (Yakovlev)
Costruttore URSS Stabilimenti URSS
Data primo volo 1940
Data entrata in servizio 1941
Data ritiro dal servizio 1945
Utilizzatore principale URSS VVS
Esemplari 90
Sviluppato dal Yakovlev Yak-2
Dimensioni e pesi
Lunghezza 10,18 metri (33 ft 5 in)
Apertura alare 14,00 metri (45 ft 11 in)
Superficie alare 29,4 (316 ft²)
Peso a vuoto 4 560 kg (10 053 lb)
Peso carico 6 115 kg
Capacità combustibile 180 litri (40 Imp gal; 48 U.S. gal)
Propulsione
Motore 2 × motori V12 Klimov M-105
Potenza 821 kW (1,100 hp ciascuno)
Prestazioni
Velocità max 533 km/h (331 mph)
Autonomia 925 km (548 nmi) (con serbatoi pieni)
Tangenza 9 700 metri (31 824 ft)
Armamento
Mitragliatrici 2 ShKAS calibro 7,62 mm
Bombe fino a 600 kg (1 300 lb)

i dati sono estratti da The Osprey Encyclopaedia of Russian Aircraft 1875–1995

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Lo Yakovlev Yak-4 (in caratteri cirillici Яковлев Як-4, nome in servizio Yak-4, BB-22bis "Blizhnij Bombardirivschik", "bombardiere a corto raggio") era un bombardiere leggero bimotore ad ala bassa progettato dall'OKB 115 diretto da Aleksandr Sergeevič Jakovlev e sviluppato in Unione Sovietica nei primi anni quaranta.

Derivato dai precedenti Yakovlev Ya-22 e Yak-2, venne utilizzato dalla Voyenno-Vozdushnye Sily, l'aeronautica militare sovietica, fino al termine della seconda guerra mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Lo Yak-4 rappresentava una versione migliorata dello Yakovlev Yak-2 con motori Klimov M-105 potenziati ed altri cambiamenti che furono implementati per provare a rimediare ai problemi incontrati con lo sviluppo dello Yakovlev Yak-2. Furono installati due serbatoi aggiuntivi alle estremità delle ali allo scopo di aumentare la capacità totale di combustibile fino a 180 litri ( 40 Imp gal; 48 U.S. gal) ed il tettuccio per le armi fu rialzato per creare maggior spazio per poter alloggiare 2 mitragliatrici ShKAS calibro 7,62 mm. La parte superiore della fusoliera fu riprogettata per migliorare il campo di tiro delle armi ed i radiatori dell'olio furono spostati dai lati delle gondole del motore alla parte inferiore del muso per migliorarne le prestazioni.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

URSS URSS

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gordon, Yefim. Soviet Airpower in World War 2. Hinckley, England: Midland Publishing, 2008 ISBN 978-1-85780-304-4
  • Gunston, Bill. The Osprey Encyclopaedia of Russian Aircraft 1875–1995. London, Osprey, 1995 ISBN 1-85532-405-9

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Foto[modifica | modifica wikitesto]