Yahya ibn Sarafyun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Yaḥyā ibn Sarafyūn (IX secolo; ... – ...) è stato un medico siriano, noto nell'Europa latina come Johannes Serapion, e comunemente chiamato Serapion il Vecchio per distinguerlo da Serapion il Giovane, con cui viene spesso confuso.

Nulla si conosce della sua vita, salvo che era cristiano e che visse nella seconda metà del IX secolo.

Abbiamo due sue opere che portano lo stesso titolo: uno chiamato Aphorismi Magni Momenti de Medicina Practica, l'altro intitolato Kitāb al-kunnāsh (Il taccuino per appunti), che è stato pubblicato sotto svariati nomi: Pandectae, Aggregator, Breviarium, Practica e Therapeutica Methodus. Oggetto del suo lavoro era radunare ed esporre in forma sintetica le opinioni dei medici greci e arabi sulle malattie e il loro trattamento terapeutico. Egli riporta anche le teorie di Alessandro di Tralles, un autore poco conosciuto anche da altri autori di opere mediche del mondo islamico.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • The Penny Cyclopaedia of the Society for the Difussion of Useful Knowledge (1841), pp. 259-260