Yacarerani boliviensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Yacarerani
Yacarerani.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Sottoclasse Diapsida
Infraclasse Archosauromorpha
(clade) Archosauria
Superordine Crocodylomorpha
(clade) Ziphosuchia
Genere Yacarerani
Specie Y. boliviensis

Lo yacarerani (Yacarerani boliviensis) è un rettile estinto dal cranio bizzarro, affine ai coccodrilli. I suoi resti fossili sono stati ritrovati in Bolivia (Parco Nazionale di Amborò) e risalgono al Cretaceo superiore (Turoniano - Santoniano, circa 90 milioni di anni fa).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale è stato descritto sulla base di due esemplari fossili rinvenuti in associazione con alcune uova che si ritiene che facessero parte di un nido. La lunghezza degli esemplari adulti è di circa 80 centimetri, e per queste ridotte dimensioni Yacarerani è considerato uno dei crocodilomorfi più piccoli. Il cranio era corto e largo, a forma di scatola, con orbite grandi e vagamente simile a quello di un mammifero. La dentatura di Yacarerani è decisamente strana: al contrario dei coccodrilli attuali, questo rettile possedeva denti notevolmente diversificati. Due denti della mandibola si proiettavano in avanti dal margine anteriore del muso, e dovevano assomigliare agli incisivi di un coniglio. Altri denti, situati posteriormente, erano cuspidati e adattati a triturare o masticare il cibo. Nelle due mandibole, inoltre, le file di denti posteriori dell'osso dentario si congiungevano, mentre quelli anteriori erano più distanziati e formavano due file parallele.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Lo yacarerani (il cui nome significa "primo yacare" in lingua guaraní) appartiene al gruppo dei notosuchi; questi animali imparentati con i coccodrilli erano generalmente di piccole dimensioni e possedevano una struttura cranica decisamente insolita. Yacarerani boliviensis è stato descritto per la prima volta nel 2009.

Stile di vita[modifica | modifica wikitesto]

È probabile che la bizzarra dentatura di Yacarerani servisse all'animale per nutrirsi di materiali duri, come tuberi o artropodi. Non è chiaro, però, a cosa servissero i due lunghi "incisivi" inferiori. Probabilmente questo animale viveva in piccoli gruppi e scavava tane per viverci o deporre le uova.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Novas, F. E.; Pais, D. F.; Pol, D.; Carvalho, I. D. S.; Mones, A.; Scanferla, A.; and Riglos, M. S. (2009). "Bizarre notosuchian crocodyliform with associated eggs from the Upper Cretaceous of Bolivia". Journal of Vertebrate Paleontology 29 (4): 1316-1320.