Y istriana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Y istriana (in lingua croata: Istarski ipsilon) è un complesso di autostrade e superstrade inserito nello schema viario della Croazia: ne fanno parte la superstrada B8 (Mattuglie - Canfanaro) e l'autostrada A9 (tra il confine con la Slovenia e Pola). Il suo nome deriva dalla forma disegnata dalle due arterie all'interno dell'Istria. Il complesso, completato nel 2007, è gestito dalla società Bina-istra fino al 2027.[1]
Il ramo occidentale (A9) è, dal 2011, un'autostrada a due corsie per senso di marcia (eccetto i viadotti sul fiume Quieto e sul Canale di Leme) ed è sottoposto a pedaggio mentre quello orientale (B8) è una superstrada a una corsia per senso di marcia e il pedaggio si applica solo per il tunnel Ucka. La Y rappresenta lo schema viario portante della regione istriana croata.

Struttura[modifica | modifica sorgente]

Il ramo orientale è rappresentato dalla B8 collegante Mattuglie (Matulji), località posta nella Regione litoraneo-montana, nel Nord della penisola istriana con Canfanaro (Kanfanar), nel centro dell'Istria, fino a raccordarsi con la superstrada B9. Rappresenta il collegamento rapido tra l'Istria e il resto della Croazia.
Il ramo occidentale è costituito dall' Autostrada B9, che collega Taviania (Tavijanija) (presso Buie d'Istria) con Pola (Pula), nel sud della penisola. È il principale collegamento che serve le località turistiche della costa occidentale e che le collega al confine con la Slovenia e, quindi, all'Italia.

Progetti futuri[modifica | modifica sorgente]

Attualmente la superstrada B8 è costituita da due sole corsie, una per senso di marcia, cui s'affiancano frequenti piazzole di sosta ed emergenza. Vi è il progetto di trasformare tale superstrada in una vera e propria autostrada, stante il grosso traffico turistico che è costretta a sopportare nei mesi estivi. I cantieri sono già avviati e al termine dei lavori l'intera rete dovrebbe essere a pagamento. Solo il viadotto sul fiume Quieto, il viadotto sul canale di Leme e il tratto della B8 tra Pisino e Mattuglie, comprendente la galleria sotto il monte Maggiore, dovrebbero restare a corsia unica, almeno inizialmente.
Da settembre 2009 è stato aperto anche il cantiere per il prolungamento dell'ultimo tratto sud della superstrada, che attualmente termina a nord-est di Pola innestandosi sulla strada statale 66 a metà strada tra la città ed il suo aeroporto; una volta conclusi i lavori, la Y proseguirà ancora per qualche chilomentro fino a congiungersi all'asse che da Pola conduce alla località turistica di Medolino.

È previsto anche un collegamento diretto tra la B9 e la superstrada costiera dell'Istria slovena, oggi in fase di progetto.

Un progetto della Regione istriana prevede la costruzione di una nuova superstrada che dovrebbe innestarsi sulla B8 presso Gimino, per collegare Albona con la Y.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bina-Istra - Basic Data from the Concession Agreement.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]