Xeroderma pigmentoso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Xeroderma pigmentoso
Xeroderma pigmentosum 01.jpg
Bambina di 8 anni affetta da xeroderma pigmentoso. Si possono notare le cicatrici e le ulcere conseguenti alle lesioni ipercheratosiche.
Malattia rara
Codici di esenzione
SSN italiano RN0520
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 757.33
ICD-10 (EN) Q82.1

Lo xeroderma pigmentoso è una genodermatosi ad ereditarietà autosomica recessiva caratterizzata da elevata fotosensibilità, predisposizione allo sviluppo di neoplasie cutanee, prematuro invecchiamento della pelle ed alterazioni nella riparazione del DNA.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Epidemiologia[modifica | modifica wikitesto]

Lo xeroderma pigmentoso colpisce egualmente entrambi i sessi ed ha un'incidenza di 1 caso ogni 250.000 nati vivi. In Giappone è riportata un'incidenza di 1 ogni 40.000 nati vivi. Il più comune è quello di gruppo C, piuttosto comuni anche quelli di gruppo D e lo XP variante.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

La causa che comporta la nascita di tale anomalia è l’alterazione del meccanismo di riparazione del DNA quando vi è la creazione di un legame (dimero) fra molecole di timina, durante le quattro fasi addette alla ricostruzione. Questo si verifica per carenza di endonucleasi.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Esistono sette sottogruppi principali:

Tipo Gene Mappatura Nome
Type A, I, XPA XPA 9q22.3 Xeroderma pigmentoso gruppo A
Type B, II, XPB XPB 2q21 Xeroderma pigmentoso gruppo B
Type C, III, XPC XPC 3p25 Xeroderma pigmentoso gruppo C
Type D, IV, XPD XPD ERCC6 19q13.2-q13.3 , 10q11 Xeroderma pigmentoso gruppo D o sindrome di De Sanctis
Type E, V, XPE DDB2 11p12-p11 Xeroderma pigmentoso gruppo E
Type F, VI, XPF ERCC4 16p13.3-p13.13 Xeroderma pigmentoso gruppo F
Type G, VII, XPG RAD2 ERCC5 13q33 Xeroderma pigmentoso gruppo G
Type V, XPV POLH 6p21.1-p12 Xeroderma pigmentoso gruppo variante
  • XPA è una proteina dalla funzione incerta, il suo compito sembra essere quello di verificare la corretta posizione di altre proteine nel contesto del danno al DNA così da poter farlo incidere da specifiche nucleasi.
  • XPB e XPD sono subunità con attività elicasica del fattore di trascrizione TFIIH.
  • XPC riconosce il sito in cui è danneggiato il DNA insieme ad HR23B.
  • XPE è una subunità proteica di un eterodimero che si lega specificatamente a DNA danneggiato da raggi UV (dimeri di pirimidina) e stimola la reazione di incisione.
  • XPF e XPG sono nucleasi.
  • XPV/POLH codifica per la DNA Pol η.

Clinica[modifica | modifica wikitesto]

Lo xeroderma pigmentoso mostra un'elevata variabilità clinica correlata sia al gene mutato che al tipo di mutazione presente. I pazienti del gruppo A tendono a sviluppare problemi neurologici nella prima infanzia mentre quelli di gruppo D nella tarda infanzia. I pazienti di gruppo C invece non sviluppano problemi di questo tipo. I sintomi e i segni clinici presentano una fotosensibilità estrema, cheratosi, comparsa di tumori della cute. Nel gruppo D si mostrano bambini di bassa statura, capelli fragili e scarsa intelligenza, nel gruppo C si arriva all’atassia.

Terapia[modifica | modifica wikitesto]

La terapia consiste nella somministrazione di isotretinoina nei casi di profilassi dei tumori.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph C. Sengen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Tullio Cainelli, Riannetti Alberto, Rebora Alfredo, Manuale di dermatologia medica e chirurgia terza edizione, Milano, McGraw-Hill, 2004, ISBN 978-88-386-2387-5.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina