Xenia Onatopp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Xenia Onatopp
Saga Film di James Bond
1ª app. in GoldenEye
Interpretato da Famke Janssen
Voce italiana Cinzia De Carolis
Sesso femminile
Data di nascita 10 Novembre 1965
Professione assassina/ex pilota
Abilità
  • Esperta nel combattimento corpo a corpo
  • Esperta nello strangolare le sue vittime con le cosce
  • Esperta nel combattimento corpo a corpo
Affiliazione Janus
« Questa volta ho paura signor Bond, che il piacere sarà tutto mio »
(Xenia Onatopp durante il confronto con James Bond)

Xenia Zaragevina Onatopp è un personaggio che compare come antagonista secondario del film Goldeneye della serie 007, interpretata da Famke Janssen.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Ex pilota di caccia sovietici, Xenia è una pericolosissima killer che ama il brivido e il rischio. Una delle sue mosse letali preferite è quella di soffocare le vittime, agganciando il torace e stringendolo con la forza delle gambe (possibilmente durante un rapporto sessuale). Xenia sembra eccitarsi terribilmente quando uccide e niente le piace di più (tranne forse uccidere più persone). Di carattere forte alla pari di 007, Xenia non ama perdere. Violenta e spietata, Xenia sembra essere molto vicina a Janus essendo il suo assistente numero uno oltre che complice nelle missioni più pericolose.

GoldenEye[modifica | modifica wikitesto]

« La pistola non serve.
-Forse. Dipende da cosa intendi per sesso sicuro »
(Xenia Onatopp e James Bond)

Xenia Onatopp è un ex ufficiale e pilota da caccia sovietica assoldata dall'organizzazione criminale denominata Janus. Insieme a Trevelyan e Ouromov ruba il dispositivo in grado di controllare il satellite orbitale GoldenEye, sottraendo inoltre alla Marina l'elicottero da caccia chiamato Tiger. Tenta di uccidere James Bond proprio con il suo metodo preferito ma viene facilmente neutralizzata dall'agente segreto che la costringe a portarla dal suo capo. In seguito, mentre Bond e Natalya Simonova si trovano nella giungla cubana e sono alla disperata ricerca della base segreta di Janus, Xenia li attacca calandosi da un elicottero. Bond spara al pilota e il mezzo senza più guida si schianta al suolo. Xenia rimasta attaccata all'elicottero, viene trascinata via, rimanendo incastrata in un albero e morendo soffocata.

« Ha sempre avuto un debole per le strizzatine »
(James Bond commenta

la morte di Xenia)

Altre apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Xenia è apparsa in una serie di videogiochi ispirati al film.

È presente nel videogioco GoldenEye 007, che ripercorre la trama del film.

Appare anche nel successivo GoldenEye 007 con le fattezze dell'attrice Kate Magowan. È l'assassina di Valentin Zukovsky. Combatte nuovamente contro Bond sull'impalcatura della base di Janus. Durante lo scontro 007 riesce a far esplodere l'elicottero a cui Xenia è collegata tramite una corda. Non riuscendo a sganciarsi dalla corda, Xenia, trascinata dal peso dell'elicottero, precipita nel vuoto.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Grazie alla performance di Famke Janssen, Xenia Onatopp è stata votata come la sesta più memorabile Bond Girl.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il personaggio di Xenia Onatopp è in parte ispirato a Fatima Blush nel film Mai dire mai.
  • Xenia è la terza donna uccisa direttamente da James Bond (le prime due sono Fiona Volpe e Naomi).
  • Le scarpe usate dal personaggio nel film furono fabbricate apposta per l'attrice Famke Janssen dato che ha come numero il 46.
James Bond Portale James Bond: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di James Bond