XI Giochi paralimpici invernali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
XI Giochi paralimpici invernali
Logo
Hot.Cool.Yours.
Città ospitante Soči, Russia
Nazioni partecipanti 45 (vedi sotto)
Atleti partecipanti 550
Competizioni 72 in 5 sport
Cerimonia apertura 7 marzo 2014
Cerimonia chiusura 16 marzo 2014
Aperti da Il presidente Vladimir Putin
Giuramento atleti Valery Redkozubov
Ultimo tedoforo Sergey Shilov, Olesya Vladykina
Stadio Stadio Olimpico Fišt
Cronologia dei Giochi paralimpici
Giochi precedenti Giochi successivi
Vancouver 2010 Pyeongchang 2018

Gli XI Giochi paralimpici invernali si sono svolti a Soči (Russia) dal 7 al 16 marzo 2014. La stessa località aveva ospitato i XXII Giochi olimpici invernali dal 7 al 23 febbraio 2014. In questa edizione ha fatto il suo debutto lo snowboard paralimpico, inserito nel programma dello sci alpino.

Alcune gare sono state disputate nella stazione sciistica di Krasnaja Poljana a circa 45 km dalla città olimpica, mentre il villaggio olimpico era ospitato nella cittadina di Adler, a circa 28 km da Soči. È stata la prima manifestazione paralimpica ospitata dalla Russia.

Assegnazione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Selezione della città organizzatrice dei XXII Giochi olimpici invernali.

L'elezione della città organizzatrice dei Giochi olimpici e paralimpici si è tenuta il 4 luglio 2007 a Città del Guatemala, durante la 119ª sessione del Comitato Olimpico Internazionale. Sette città avevano presentato ufficialmente la loro candidatura e Soči ha prevalso sulle altre due finaliste, Salisburgo e Pyeongchang

Impianti[modifica | modifica sorgente]

Mappa della zona del parco olimpico
Mappa della stazione sciistica di Krasnaja Poljana (mappa interattiva)

I giochi sono stati organizzati interamente nella municipalità di Soči, ma suddivisi in due luoghi: un gruppo di impianti ad Adler e uno sulle montagne, a Krasnaja Poljana. Il Parco olimpico di Adler è sul litorale del Mar Nero, nella piana Imereti. Tutti gli edifici sono stati realizzati attorno a un bacino centrale d'acqua, su cui sorge la piazza delle medaglie.

Impianto Località Sport Inaugurazione Capacità
Centro Cubo di Ghiaccio del Curling Adler Curling 2012 3 000
Stadio Laura Krasnaja Poljana Biathlon
Sci di fondo
2013 7 500
Roza Chutor Extreme Park Krasnaja Poljana Sci alpino (snowboard) 2012 6 250
Roza Chutor Krasnaja Poljana Sci alpino 2012 7 500
Šajba Arena Adler Hockey su slittino 2013 7 000
Stadio Olimpico Fišt Adler Cerimonia di apertura
Cerimonia di chiusura
2012 40 000

Villaggi olimpici[modifica | modifica sorgente]

Media centre[modifica | modifica sorgente]

Simboli[modifica | modifica sorgente]

[modifica | modifica sorgente]

Motto[modifica | modifica sorgente]

Il moto è lo stesso dei XXII Giochi olimpici invernali, rivelato cinquecento giorni prima della data prefissata per la cerimonia di apertura: Hot.Cool.Yours. (in lingua inglese; traduzione: "Calde.Fredde.Tue.") e nell'intento degli organizzatori vuole identificare con la parola hot l'intensità delle gare e la passione degli sportivi, oltreché individuare la città di Soči, posta nel Sud della Russia; cool simboleggia i Giochi olimpici invernali e la percezione di "glaciale" come viene comunemente intesa la popolazione russa; con il termine yours invece si vuole indicare il coinvolgimento personale di ogni singolo spettatore[1].

Mascotte[modifica | modifica sorgente]

Le mascotte di Soči 2014

Per scegliere le mascotte dei Giochi olimpici il comitato organizzatore ha istituito un concorso aperto in un primo tempo ai soli cittadini russi, ma che è stato successivamente esteso a livello internazionale. Una giuria di esperti ha valutato i 24 000 disegni ricevuti dal 1º settembre al 5 dicembre 2010 e tra tutti questi ha scelto una lista di dieci mascotte per i Giochi olimpici e tre per quelli paralimpici che successivamente sono state oggetto di una votazione pubblica nel corso di un programma televisivo il 26 febbraio 2011.

Le mascotte scelte sono due pupazzi antropomorfi: Raggio di luce e Fiocco di neve.

Medaglie[modifica | modifica sorgente]

Torcia[modifica | modifica sorgente]

Paesi partecipanti[modifica | modifica sorgente]

Sono 45 le nazioni che hanno partecipato a questa edizione dei Giochi, tre in più della precedente edizione: hanno fatto il loro debutto paralimpico invernale Brasile, Turchia e Uzbekistan, tra parentesi gli atleti partecipanti.

Di seguito sono elencati i paesi partecipanti:

Discipline[modifica | modifica sorgente]

Il programma paralimpico ha previsto competizioni in 5 discipline:

Disciplina Maschile Femminile Misti Totali
Biathlon - Paralympic pictogram.png Biathlon 9 9 18
Wheelchair curling - Paralympic pictogram.png Curling in carrozzina 1
Ice sledge hockey - Paralympic pictogram.png Hockey su slittino 1
Alpine skiing - Paralympic pictogram.svg Sci alpino 16 16 32
Cross-country skiing - Paralympic pictogram.png Sci di fondo 10 10 20
Totale (5 discipline) 35 35 2 72

Calendario[modifica | modifica sorgente]

   ●    Cerimonia d'apertura        Competizioni        Finali    ●    Cerimonia di chiusura
Ven Sab Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom Totale
marzo 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16
Cerimonia d'apertura
Biathlon 6 6 6 18
Curling 1 2
Hockey su slittino 1 2
Sci alpino 6 3 3 3 3 8 3 3 32
Sci di fondo 2 4 6 2 6 20
Cerimonia di chiusura
Medaglie 12 5 7 12 6 3 11 7 9 72
marzo 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16
Ven Sab Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom Totale

Medagliere[modifica | modifica sorgente]

Posizione Paese Gold medal.svg Silver medal.svg Bronze medal.svg Totale
1 Russia Russia 30 28 22 80
2 Germania Germania 9 4 1 14
3 Canada Canada 7 3 6 16
4 Ucraina Ucraina 5 9 11 25
5 Francia Francia 5 3 4 12
6 Slovacchia Slovacchia 3 2 2 7
7 Giappone Giappone 3 1 2 6
8 Stati Uniti Stati Uniti 2 6 10 18
9 Austria Austria 2 5 4 11
10 Regno Unito Regno Unito 1 3 2 6
11 Norvegia Norvegia 1 2 1 4
Svezia Svezia 1 2 1 4
13 Spagna Spagna 1 1 1 3
14 Paesi Bassi Paesi Bassi 1 0 0 1
Svizzera Svizzera 1 0 0 1
16 Finlandia Finlandia 0 1 0 1
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 0 1 0 1
18 Bielorussia Bielorussia 0 0 3 3
19 Australia Australia 0 0 2 2

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Sochi 2014 Organising Committee reveals its slogan in olympic.org, Comitato Olimpico Internazionale, 25 settembre 2012. URL consultato il 2 settembre 2014.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]