X-Men: Giorni di un futuro passato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da X-Men: Days of Future Past)
X-Men: Giorni di un futuro passato
X-Men - Giorni di un futuro passato.png
Logo italiano del film
Titolo originale X-Men: Days of Future Past
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2014
Durata 131 minuti
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35 : 1
Genere azione, avventura, fantascienza, supereroi
Regia Bryan Singer
Soggetto Simon Kinberg, Matthew Vaughn, Jane Goldman (storia)
Chris Claremont, John Byrne (serie a fumetti Giorni di un futuro passato)
Stan Lee, Jack Kirby (personaggi Marvel Comics)
Sceneggiatura Simon Kinberg
Produttore Lauren Shuler Donner, Bryan Singer, Simon Kinberg, Hutch Parker
Produttore esecutivo Todd Hallowell, Stan Lee, Josh McLaglen
Casa di produzione Twentieth Century Fox, Marvel Entertainment, Dune Entertainment, Bad Hat Harry Productions, Donners' Company, Marv Films, Ingenious Media, Big Screen Productions, Ingenious Film Partners
Distribuzione (Italia) Twentieth Century Fox
Fotografia Newton Thomas Sigel
Montaggio John Ottman
Effetti speciali Hydraulx, New Deal Studios, Digital Domain, Legacy Effects, Moving Pictures Company, Rhythm and Hues, Risin Sun Pictures, Animal Logic, Cinesite, Dimension X, Lola Visual Effects, Method Studios, Mokko Studios, Stereo D, YXZ-RGB, The Third Floor
Musiche John Ottman
Scenografia John Myhre
Costumi Louise Mingenbach
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

X-Men: Giorni di un futuro passato (X-Men: Days of Future Past) è un film del 2014 diretto da Bryan Singer. È il settimo capitolo dei film sugli X-Men e funge da sequel sia per X-Men: Conflitto finale che per X-Men: L'inizio: la pellicola segue due linee temporali successive ad entrambi i film, mostrando da una parte un futuro post-apocalittico, risultato degli eventi di X-Men: Conflitto finale, dall'altra un passato ambientato negli anni settanta, successivo a X-Men: L'inizio. La storia del film è ispirata a quella del fumetto Giorni di un futuro passato scritto da Chris Claremont e John Byrne. Bryan Singer dirige nuovamente un film sugli X-Men dopo aver diretto i primi due capitoli della trilogia originale, X-Men e X-Men 2. Nel cast tornano moltissimi attori sia della prima trilogia che di X-Men - L'inizio. Il film è stato girato nativamente in 3D e distribuito in tale formato.

È stato distribuito anche in 2D e in IMAX 3D nelle sale a partire dal 22 maggio 2014 in Italia, mentre il giorno successivo negli USA.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2023, robot senzienti conosciuti come sentinelle stanno sterminando i mutanti e gli esseri umani che possono generarli o che sono intervenuti in loro favore (le scene iniziali lasciano intravedere un futuro distopico in cui sono ormai calpestati tutti i diritti umani). A Mosca un piccolo gruppo di X-Men (tra cui Bobby Drake / Uomo Ghiaccio, Piotr "Peter" Rasputin / Colosso, Lucas Bishop / Alfiere, James Proudstar / Warpath, Roberto Da Costa/ Sunspot, Clarice Ferguson / Blink e Kitty Pryde) riesce a eludere le sentinelle grazie ai poteri di Kitty Pryde, che ha la capacità di proiettare la coscienza di una persona indietro nel tempo: utilizzando questo potere, la ragazza manda la coscienza di Alfiere indietro nel tempo per informare il proprio gruppo sui pericoli imminenti, così da poter scappare prima ancora che i problemi insorgano.

Visto che ormai la guerra sta per concludersi, lasciando i mutanti sconfitti di fronte all'enorme potere delle sentinelle (capaci di adattarsi a tutto e quindi in grado di contrastare ogni abilità mutante), Magneto e il Professor X preparano un piano: incontrare, in un vecchio monastero sulle montagne cinesi, il gruppo di mutanti superstiti di Kitty Pryde e utilizzare il suo potere per inviare la coscienza di Wolverine, l'unico in grado di rigenerare la propria mente dopo un viaggio mentale tanto lungo, indietro nel tempo così da impedire l’uccisione dello scienziato Bolivar Trask da parte di Mystica nel 1973, durante la negoziazione di Parigi per il disarmo delle truppe nel Vietnam. Questo fu l'evento scatenante che ha permesso l'avverarsi del futuro apocalittico del film, in quanto Mystica venne in seguito catturata da William Stryker ed il suo sangue utilizzato per perfezionare e potenziare le Sentinelle del futuro dando loro la possibilità di mutare continuamente il loro corpo in modo da poter affrontare di volta in volta i poteri dei vari mutanti.

Wolverine si risveglia così nel 1973 nel suo corpo più giovane e, dopo aver ucciso alcuni mafiosi che avevano un conto in sospeso con lui, inizia la ricerca del professor Xavier. Arrivato alla scuola di mutanti, Logan la trova deserta, abitata unicamente da Charles Xavier e dal giovane Hank McCoy (alias Bestia). La maggior parte degli studenti e degli insegnanti sono partiti a causa della guerra del Vietnam. Charles, affranto dal dolore delle perdite, utilizza un siero preparato da Hank che gli permette di vincere la propria paralisi a scapito della perdita dei suoi poteri telepatici. Nonostante lo scetticismo di Charles, Logan riesce a convincerlo del futuro che lo aspetta e a liberare Erik Lehnsherr (alias Magneto), tenuto prigioniero in un carcere di massima sicurezza (nascosto all'interno del Pentagono) con l'accusa di aver ucciso il presidente John Fitzgerald Kennedy, che invece aveva cercato di salvare in quanto mutante. Charles ed Erik erano grandi amici da giovani, ma da quando Charles ha perso l'uso delle gambe a causa di Erik, tra i due non corre buon sangue. Grazie all'aiuto di Pietro Maximoff, un mutante che può muoversi in maniera estremamente veloce, Charles e Logan riescono a far evadere Magneto dal carcere.

Nel frattempo, mentre Bolivar Trask cerca senza successo di far approvare il suo programma "Sentinelle" (ritenuto troppo estremo) per contrastare i mutanti, Mystica salva alcuni di essi destinati a diventare cavie di Trask (tra cui Alex Summers / Havok, Ink e Toad) e apprende che Trask ha effettuato molti esperimenti crudeli sui mutanti solamente a scopo di ricerca. Pertanto, durante la negoziazione di Parigi, Raven mette in atto il suo piano di uccidere Trask, ma tale piano fallisce grazie all'intervento del Professor X, di Magneto, di Wolverine e di Bestia. Logan subisce però una crisi momentanea dopo aver visto Stryker (l'uomo che impianterà l'adamantio nel suo corpo e che in futuro lo farà soffrire molto), e nel frattempo Magneto, non contento di aver fermato Mystica, cerca di ucciderla, pensando di evitare senza ombra di dubbio che lei possa uccidere Trask e che la fine dei mutanti si avveri. Mystica, ferita, riesce comunque a scappare dopo che Hank, trasformatosi in Bestia, ingaggia un combattimento con Magneto davanti alle televisioni di tutto il mondo, rivelando così l'esistenza dei mutanti. Nel futuro, le Sentinelle trovano il monastero ed iniziano un attacco all'esiguo gruppo di mutanti, riuscendo a far breccia tra le loro fila uccidendo uno ad uno Tempesta, Alfiere, Colosso, Warpath, Sunspot e Blink. Anche Magneto scende in campo, ma viene ferito ed è costretto a ritirarsi all'interno del monastero dove Xavier, Kitty e Uomo Ghiaccio proteggono Wolverine.

Nel passato, il presidente Richard Nixon, dopo aver visto i tumulti provocati dai mutanti a Parigi, è preoccupato per le sorti dell'umanità e fa approvare il progetto "sentinelle", organizzando una dimostrazione dei primi prototipi davanti alla Casa Bianca. Inoltre, Stryker recupera un campione del sangue di Mystica, dovuto alla ferita inflittale da Magneto, e lo consegna a Trask. Nel mentre, Logan convince Charles a non utilizzare più il siero e a riabbracciare nuovamente i suoi poteri. Charles, leggendo la mente di Logan, ha un breve colloquio con il sé del futuro, il quale lo esorta a non perdere la speranza. Pertanto Charles riutilizza dopo molto tempo Cerebro e scopre che Raven è diretta a Washington D.C., ancora intenta a uccidere Trask. Intanto Magneto rintraccia il treno con i prototipi delle Sentinelle e li modifica, facendoli rispondere a lui, e recupera anche il proprio elmo dal Pentagono. Il giorno dell'inaugurazione delle Sentinelle Charles, Hank e Logan giungono alla Casa Bianca, ma improvvisamente sopraggiunge anche Magneto, il quale svela i suoi veri piani: uccidere il presidente Nixon e tutti i più potenti politici così da liberare i mutanti dal giogo degli umani, dimostrando la superiorità della sua razza. Pertanto, il signore del magnetismo scatena le sentinelle contro gli umani presenti e sposta gli spalti di uno stadio intorno alla Casa Bianca, recintandola e bloccando ogni via di fuga. Logan cerca di attaccarlo, ma Magneto lo immobilizza con delle travi e lo lancia via, facendolo atterrare e annegare in un fiume. Mystica, nel frattempo, non ha abbandonato il piano di uccidere Trask e tra il marasma generato da Magneto si prepara all'esecuzione dello scienziato. Xavier riesce però a persuadere Mystica a rinunciare al proprio obiettivo: questa non solo non uccide Trask, ma viene ripresa dalle telecamere mentre salva il presidente Nixon da Magneto, ferendolo al collo e privandolo del suo elmetto, in modo che Charles possa controllarlo. Tuttavia Xavier, consapevole che Magneto sarebbe stato ucciso una volta catturato, permette al suo vecchio amico di fuggire. Trask, in seguito, viene arrestato per aver venduto segreti militari (a Magneto).

Nel futuro, le sentinelle riescono a entrare nel monastero dove uccidono Uomo Ghiaccio e stanno per uccidere Xavier, Kitty, Logan e Magneto, ma in quel momento, il futuro viene cambiato. Wolverine si risveglia così in un nuovo futuro: la scuola di Xavier è ricca di studenti; tra gli insegnanti si riconoscono Uomo Ghiaccio, Rogue, Kitty, Colosso, Bestia, Tempesta, e anche Jean Grey e Ciclope. Wolverine, l'unico che ha memoria del triste futuro che sarebbe potuto esistere, si appresta quindi a raccontare tutta la storia al Professor X e chiede a quest'ultimo di conoscere la storia degli ultimi 50 anni, dato che lui ovviamente la ricorda in maniera del tutto diversa. Quando Xavier gli chiede quale sia il suo ultimo ricordo, Logan afferma di ricordare solamente che stava per annegare. Il film si chiude con il salvataggio di Logan dalle acque (nel 1973): viene ripescato e salvato da un apparente Stryker il quale in realtà si rivela essere Mystica (essendo stata riscritta la linea temporale, tutti gli eventi dei precedenti film, salvo X-Men: L'inizio, sono stati cancellati).

Scena dopo i titoli di coda[modifica | modifica wikitesto]

Antico Egitto. Un ragazzo incappucciato, dalla carnagione grigia e gli occhi rossi, edifica tramite telecinesi le piramidi di Giza, mentre i popoli attorno a lui intonano "En Sabah Nur". Sullo sfondo si vedono i quattro cavalieri dell'Apocalisse.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La 20th Century Fox, casa di produzione dei film sugli X-Men, aveva impostato X-Men: L'inizio come il primo film di una nuova trilogia dedicata ai supereroi Marvel.[2] Nei piani originali della produzione, Matthew Vaughn e Bryan Singer sarebbero dovuti ritornare per il sequel di X-Men: L'inizio in qualità di regista e produttore.[3] Vaughn suggerì l'idea che nel sequel gli spettatori avrebbero assistito all'omicidio del presidente Kennedy a causa di una pallottola controllata da Magneto.[4] Singer, invece, parlò della possibilità di inserire nel film la guerra del Vietnam[5] e suggerì la presenza di Wolverine nella pellicola.[6]

Nel mese di novembre 2011, Simon Kinberg, che aveva scritto X-Men: Conflitto finale e co-prodotto X- Men - L'inizio, venne scelto per scrivere la sceneggiatura del lungometraggio.[7] Alcuni mesi dopo, a maggio 2012, la 20th Century Fox annunciò la data d'uscita del film il 18 luglio 2014, poi spostata al 23 maggio dello stesso anno.[1] Ad agosto 2012 venne reso noto il titolo della pellicola, X-Men: Days of Future Past; la trama si sarebbe ispirata al fumetto omonimo scritto da Chris Claremont e John Byrne incentrato sui viaggi nel tempo da parte degli X-Men.[8]

A ottobre 2012, Matthew Vaughn lasciò la regia per dirigere Secret Service, adattamento dell'omonimo fumetto di Mark Millar.[9] Bryan Singer, regista di X-Men e X-Men 2, fu quindi scelto per sostituirlo.[10] Singer richiamò tutto il cast tecnico con cui aveva lavorato nei primi due film sugli X-Men, compresi sceneggiatori, costumisti, scenografi e musicisti. Singer chiese consigli a James Cameron su come rendere in maniera realistica ed efficace il viaggio degli X-Men tra presente e passato.[11]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Il cast presenta la pellicola al Comic Con 2013.

Visto che la trama della pellicola è incentrata sui viaggi nel tempo, la produzione coinvolse sia attori presenti nella trilogia originale che quelli presenti di X-Men: L'inizio.[11] Essi si possono dividere in due timeline:[12]

Personaggi del passato[modifica | modifica wikitesto]

  • James McAvoy è Charles Xavier/Professor X: il telepate più potente della Terra si ritrova ad affrontare la paraplegia e l'abbandono di Mystica in seguito agli eventi di X-Men: L'inizio.
  • Michael Fassbender è Erik Lehnsherr/Magneto: è un mutante con l'innata capacità di manipolare i campi di forza, e questo gli permette di controllare metallo e ferro, e anche svariate forme di energia. Nel passato è stato rinchiuso in una prigione di massima sicurezza sotto il Pentagono per essere implicato con l'assassinio di John Fitzgerald Kennedy.
  • Jennifer Lawrence è Raven Darkhölme/Mystica: mutante in grado di cambiare aspetto del suo corpo. È anche molto agile ed abile nelle arti marziali.
  • Peter Dinklage è Bolivar Trask: capo delle Trask Industries, è il creatore delle Sentinelle negli anni '70.
  • Nicholas Hoult è Hank McCoy/Bestia: ragazzo dotato di un'intelligenza straordinaria e di una forza sovrumana che può tramutarsi in una bestia dalla pelle blu.
  • Evan Peters è Quicksilver: ha l'abilità di muoversi molto velocemente. Il personaggio di Quicksilver, all'epoca della lavorazione del film, fu confermato anche in Avengers: Age of Ultron (2015), diretto da Joss Whedon e prodotto dalla Marvel. Infatti, legalmente, sia la 20th Century Fox che i Marvel Studios detenevano i diritti del personaggio e potevano includerlo nei loro film. Visto che la presenza del personaggio in due film diversi e con attore diverso avrebbe creato non poca confusione negli spettatori, gli autori decisero di creare due versioni diverse dello stesso supereroe. Riguardo a ciò, Kevin Feige, produttore dei Marvel Studios, affermò: «Sappiamo solamente che c'è abbastanza Quicksilver nei fumetti per tutti. C'è un motivo se entrambi gli studi ne detengono i diritti, il personaggio appare in un modo nei fumetti Avengers, in un altro in quelli X-Men. E da quanto ne so, li tratteremo come personaggi molto diversi».[13]
  • Josh Helman è un giovane maggiore di nome William Stryker: in futuro un colonnello che odierà profondamente i mutanti. Una versione adulta da uomo di circa settant'anni è stata già portata sul grande schermo da Brian Cox, come nemico principale in X-Men 2, mentre una versione da uomo cinquantenne da Danny Huston, sempre come antagonista principale in X-Men le origini - Wolverine. Originariamente Helman avrebbe dovuto interpretare un giovane Fenomeno (già interpretato in versione adulta da Vinnie Jones in X-Men: Conflitto finale), ma in seguito Bryan Singer decise di introdurre al suo posto e come "new entry" il personaggio di Quicksilver.[14]
  • Lucas Till è Alex Summers/Havok: fratello di Ciclope, è in grado di assorbire l'energia e scaturirla tramite raggi.
  • Evan Jonigkeit è Toad: alleato di Magneto, ha la lingua retraibile e può effettuare lunghi salti.[15]
  • Gregg Lowe è Ink: possiede dei tatuaggi che gli donano numerose abilità.
  • Mark Camacho è Richard Nixon: il 37º Presidente degli Stati Uniti d'America.

Personaggi del futuro[modifica | modifica wikitesto]

  • Hugh Jackman è Logan/Wolverine: mutante dagli artigli di adamantio e dai sensi molto sviluppati, grazie al suo fattore rigenerante è in grado di sopportare un viaggio nel suo sé del passato e salvare i mutanti. La sua missione è quella di cambiare il passato ed evitare la guerra tra mutanti e umani.
  • Patrick Stewart è Charles Xavier/Professor X: il telepate più potente della Terra cerca ancora una volta di salvare i mutanti, questa volta dalla minaccia delle Sentinelle.
  • Ian McKellen è Erik Lehnsherr/Magneto: Insieme al Prof X è uno dei mutanti più forti della terra, con la capacità di manipolare oggetti metallici, attaraverso campi di forza elettromagnetici e plasmatici. Nel futuro, si ritrova alleato con il Professor X per salvaguardare la specie mutante.
  • Halle Berry è Ororo Munroe/Tempesta: una mutante in grado di controllare i fenomeni atmosferici, sopravvissuta alla decimazione delle Sentinelle nel futuro. L'attrice Halle Berry, a causa della sua gravidanza, dovette girare per prima le sue scene: «È stato il motivo per cui sono stata la prima a iniziare le riprese e la prima a finire. Il mio crescente pancione stava diventando un bel problema! Ero molto limitata a causa della gravidanza, e ciò ha comportato qualche cambiamento all'ultimo minuto».[16]
  • Ellen Page è Kitty/Shadowcat: possiede l'abilità di slegare i propri atomi per passare attraverso oggetti solidi e metterli in corto circuito se sono anche elettrici. È una dei mutanti del futuro che aiuterà Wolverine a tornare nel passato.
  • Shawn Ashmore è Bobby Drake/Uomo Ghiaccio: mutante che può creare e manipolare il ghiaccio.
  • Omar Sy è Alfiere: mutante presente nel futuro, in grado di assorbire l'energia e indirizzarla a piacimento.
  • Daniel Cudmore è Peter Rasputin/Colosso: può trasformare la sua pelle in metallo organico.
  • Booboo Stewart è James Proudstar/Warpath: altro mutante del futuro, ha una forza e velocità molto sviluppata, oltre che l'abilità del volo.
  • Fan Bingbing è Clarice Ferguson/Blink: nuova mutante che ha il dono di aprire portali per teletrasportare oggetti o persone.
  • Adan Canto è Sunspot: nuovo mutante incontrato nel futuro, è in grado di assorbire l'energia solare e sfruttarla per diversi poteri.

Camei[modifica | modifica wikitesto]

  • Il regista del film, Bryan Singer, appare durante gli eventi a Parigi, mentre filma con una piccola cinepresa da 8mm.
  • L'uomo in cui si trasforma brevemente Mystica quando fugge dalla folla a Parigi è Newton Thomas Sigel: un collaboratore storico di Singer.
  • Len Wein e Chris Claremont, due degli autori storici del fumetto, appaiono come Senatori degli Stati Uniti d'America.
Camei nel nuovo futuro[modifica | modifica wikitesto]

Con la variazione degli eventi negli anni '70, si è stabilita una nuova timeline, che oltre alla chiusura del progetto Sentinelle, ha modificato altri eventi: le vicende di X-Men: Conflitto finale sembrano non aver avuto luogo, in quanto nel 2023 del nuovo futuro la scuola è ancora aperta e compaiono diversi personaggi:

  • James Marsden è Scott Summers/Ciclope, precedentemente morto in X-Men: Conflitto finale.
  • Famke Janssen è Jean Grey, anch'essa morta in X-Men: Conflitto finale.
  • Anna Paquin è Rogue, in grado di assorbire i poteri mutanti altrui tramite il tocco. Inizialmente tagliata dalla pellicola in postproduzione,[17] è stata successivamente confermata come cameo dalla Fox.[18] Il personaggio compare nel futuro della nuova timeline, ma nelle prime bozze della sceneggiatura compariva anche nel futuro della timeline originale, in cui assorbiva i poteri di Kitty e manteneva Wolverine nel passato, dopo che quest'ultima era stata ferita involontariamente da Wolverine. Inoltre era presente una sequenza in cui Professor X, Magneto e Uomo Ghiaccio si infiltravano in un campo di reclusione per liberarla e portarla da Kitty, ma questa scena è stata tagliata in postproduzione. Di conseguenza sono state tagliate anche le scene successive perché il personaggio sarebbe comparso senza nessuna introduzione.[19] Le scene tagliate compariranno nell'edizione home video.
  • Kelsey Grammer è Hank McCoy/Bestia nel nuovo futuro, mentre nel futuro della timeline originale moriva nel 2015.[20]

Alan Cumming fu contattato per riprendere il ruolo di Nightcrawler, apparso in X-Men 2, anche in questo lungometraggio, ma l'attore rifiutò perché non era disponibile all'epoca delle riprese.[21]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono cominciate il 15 aprile 2013[22] e si sono concluse il 17 agosto 2013.[23]

È il primo film sugli X-Men ad essere stato girato nativamente in 3D[24] e con cineprese Arri Alexa-M.[25]

Effetti speciali[modifica | modifica wikitesto]

Moving Picture Company e Digital Domain si sono occupate degli effetti speciali della pellicola.[26][27]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito anche nel formato 3D e in IMAX 3D a partire dal 23 maggio 2014,[1] dal 22 maggio in Italia.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

A luglio 2013, il film è stato presentato al Comic Con 2013. Tra i presenti, oltre al regista Bryan Singer, anche lo sceneggiatore Simon Kinberg, i produttori Lauren Shuler Donner e Hutch Parker e alcuni membri del cast, Evan Peters, Omar Sy, Ellen Page, Shawn Ashmore, Anna Paquin, Halle Berry, Ian McKellen, Patrick Stewart, Hugh Jackman, James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult e Peter Dinklage. Durante il Comic Con, il regista ha mostrato alcune scene della pellicola.[28] Al Comic Con, inoltre, sono state pubblicate le prime locandine del film ritraenti i personaggi di Magneto e Xavier sia in versione giovane che anziana.[29] Successivamente è stata pubblicata pubblicata anche una locandina dedicata a Wolverine.[30]

A luglio 2013 è stato lanciato un sito virale dedicato al film chiamato Trask-Industries.com, nel quale è presente una descrizione dettagliata delle attività della compagnia e in particolare del suo creatore Bolivar Trask, che nel film è interpretato da Peter Dinklage.[31]

A metà titoli di coda del film Wolverine - L'immortale (2012) c'è una scena che anticipa questa pellicola: Logan (Jackman) arriva all'aeroporto dove viene raggiunto da Magneto (McKellen) e il Professor Xavier (Stewart) i quali chiedono il suo aiuto contro una nuova minaccia che potrebbe porre fine all'esistenza dei mutanti. La scena è stata ideata dal produttore Simon Kinberg, da Bryan Singer e dal regista di Wolverine - L'immortale, James Mangold, per pubblicizzare il film. Lo stesso Mangold ha diretto la scena.[32]

Il primo trailer della pellicola in lingua originale è uscito il 29 ottobre 2013,[33] seguito, a pochi giorni di distanza, da quello italiano, mentre, poiché Sony doveva un favore a Fox per la cessione, fuori contratto, di Marc Webb affinché dirigesse di The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro, a metà dei titoli di coda della pellicola è presente una scena del nuovo capitolo sugli X-Men che coinvolge Mystica.

Un secondo sito virale, 25 Moments, ripercorre la storia delle interazioni tra umani e mutanti in venticinque momenti: il primo è la crisi dei missili di Cuba del 1962 (rappresentata in X-Men: L'inizio) mentre l'ultimo è la fondazione dell'organizzazione di resistenza "Free Mutants" da parte di Alfiere nel 2018.[34]

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Quando libera Magneto dalla sua prigionia, Pietro afferma che sua madre era stata insieme a un mutante con i suoi poteri, implicando involontariamente che, come nei fumetti, Magneto sia suo padre. La bambina con Pietro è sua sorella minore, ma nelle originali scene tagliate avrebbe dovuto essere menzionata anche un'altra sorella, ovvero Wanda Maximoff (la strega Scarlet).[35]
  • L'uomo che spesso affianca Trask è William Stryker, menzionato in X-Men: L'inizio e cattivo principale di X-Men le origini - Wolverine e X-Men 2. Nel film Stryker parla di suo figlio Jason, che compare in X-Men 2.
  • Le Sentinelle del futuro, sebbene siano state potenziate con il DNA di Mystica, mostrano anche abilità simili a quelle di Rogue, Darwin, Emma Frost e Lady Deathstrike, come la capacità di assorbire i poteri altrui o di modificare il proprio corpo per contrastare gli attacchi nemici.
  • Quando Magneto va a recuperare l'elmo, dentro una stanza con varie teche, è possibile notare una delle ali di Angel Salvadore e il costume di Havok, entrambi apparsi in X-Men: L'inizio, insieme alla moneta con la quale Magneto uccise Sebastian Shaw.
  • Come mostrato dai fascicoli trovati da Mystica e in seguito confermato da Magneto, Angel Salvadore, Banshee, Emma Frost e Azazel, precedentemente apparsi in X-Men: L'inizio, sono stati catturati e uccisi negli esperimenti operati da Trask.
  • Viene detto da Magneto che John Fitzgerald Kennedy era un mutante.
  • Wolverine sostiene di aver già incontrato Pietro nel suo futuro, ma questo incontro non è mai stato visto nei film precedenti, anche se un personaggio con i poteri di Quicksilver appare in X-Men le origini - Wolverine.
  • Il filmato che si vede nella postazione di Bestia nella residenza di Charles Xavier è tratto dall'episodio Al di là del tempo della serie Star Trek, in cui i passeggeri dell'USS Enterprise sono costretti a tornare indietro nel tempo per salvarsi da un'infezione misteriosa.
  • Nella scena delle guardie, di fronte agli schermi delle telecamere disturbate da Bestia al Pentagono, appaiono immagini della serie Sanford and Son.
  • Nella scena nelle cucine del Pentagono in cui Quicksilver manda K.O. le guardie, la canzone di sottofondo è Time in a Bottle di Jim Croce.

Incongruenze con i film precedenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il personaggio di Bolivar Trask è interpretato da Bill Duke, di etnia afroamericana, in X-Men: Conflitto finale, mentre in questo film, ambientato perlopiù negli anni '70, ha il volto di Peter Dinklage, di pelle bianca e affetto da nanismo, ed è il ruolo cardine della trama. Nonostante la correzione di numerosi errori di continuity attraverso il viaggio nel tempo avvenuto in Giorni di un futuro passato, il regista dello stesso e dei primi due film sugli X-Men (X-Men e X-Men 2), Bryan Singer, ha giustificato la doppia presenza del suddetto personaggio (e di due differenti Moira McTaggert nell'ultimo capitolo della trilogia e nel prequel X-Men: L'Inizio) con due bizzarri casi di omonimia, in cui il Bolivar Trask ufficiale, ideatore delle Sentinelle, sarebbe solo la versione di Dinklage: nel terzo capitolo della trilogia, infatti, il segretario interpretato da Duke è accreditato (e appellato) semplicemente Trask, quindi potrebbe non avere nemmeno lo stesso nome o legami con il Bolivar Trask originale[senza fonte].
  • L'intero film X-Men le origini - Wolverine sembra essere stato completamente rimosso dal canone della serie, in quanto l'aspetto di William Stryker in Giorni di un futuro passato è molto più giovanile e non combacia con quello di uomo di mezz'età che aveva nello spin-off. Non ha inoltre senso che Logan sia in America durante gli eventi di Giorni di un futuro passato, in quanto in X-Men le origini partecipa alla guerra in Vietnam assieme al fratellastro Sabretooth, ed è stato reclutato da Stryker durante quegli eventi. Sabretooth è inoltre completamente assente in quest'ultimo film, mentre in X-Men le origini lui e Logan non si erano mai separati fino al momento del ritrovamento dell'adamantio in Africa, di molto successivo agli eventi della Guerra in Vietnam.
  • Nel film Wolverine - L'immortale Logan perde parte degli artigli d'adamantio, tuttavia nel presente di Giorni di un futuro passato li ha di nuovo. Singer ha suggerito in un'intervista che Magneto lo avrebbe aiutato a forgiarli nuovamente. Nella serie a fumetti, gli artigli e lo scheletro in adamantio di Logan vengono riforgiati con l'aiuto di Jean Grey[senza fonte], dopo che era stato proprio Magneto ad estirpare l'intera lega di metallo dallo scheletro di Wolverine.[36]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

La Twentieth Century Fox ha già ufficializzato un sequel, in uscita nel 2016, e titolato attualmente X-Men: Apocalypse, sempre per la regia di Bryan Singer. Il film prenderà spunto dalla saga L'Era di Apocalisse.[37]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) 20th Century Fox Sets Dates for Independence Day 2, Assassin's Creed, Apes and X-Men!, 20 giugno 2013.
  2. ^ (EN) Mike Fleming, Bryan Singer Producing 'X-Men: First Class' in Deadline.com, 26 marzo 2010.
  3. ^ (EN) Ben Child, Matthew Vaughn to direct sequel to X-Men: First Class (London), The Guardian, 31 gennaio 2012.
  4. ^ ‘X-Men: First Class’ Sequel Ideas Emerge, Screen Rant
  5. ^ (EN) Zeitchik, Steven, Bryan Singer: An 'X-Men: First Class' sequel could be set in Vietnam, or amid the civil rights movement - latimes.com in Latimesblogs.latimes.com, 7 giugno 2011.
  6. ^ (EN) Chris Tilly, Wolverine to Join X-Men: First Class 2? in IGN, 5 maggio 2011.
  7. ^ (EN) Josh Wilding, Exclusive: Simon Kinberg Writing X-Men: First Class Sequel, Superherohype.com, 3 novembre 2011.
  8. ^ (EN) Silas Lesnick, The First Class Sequel is Officially X-Men: Days of Future Past, 1 agosto 2013.
  9. ^ (EN) Dave Trumbore, Matthew Vaughn Out as Director of X-MEN: FIRST CLASS Sequel, X-MEN: DAYS OF FUTURE PAST; Bryan Singer May Replace Him in Collider, 25 ottobre 2012.
  10. ^ (EN) Bryan Singer Officially Set for X-Men: Days of Future Past, 30 ottobre 2012.
  11. ^ a b (EN) Trivia X-Men: Days of Future Past (2014), Imdb Official Site.
  12. ^ X-Men - Giorni di un futuro passato - Sito ufficiale del film. URL consultato il 27 aprile 2014.
  13. ^ Mirko D'Alessio, Comic-Con 2013: Kevin Feige dice la sua su Quicksilver, badtaste.it, 21-07-2013.
  14. ^ http://www.badtaste.it/2014/07/28/x-men-giorni-futuro-passato-fenomeno-avrebbe-dovuto-salvare-magneto-posto-quicksilver/89389/
  15. ^ Fabio Mucci, X-Men - Giorni di un futuro passato, Evan Jonigkeit interpreta un giovane Toad nel film, Everyeye, 07-01-2014.
  16. ^ Mirko D'Alessio, X-Men: Giorni di un Futuro Passato, Halle Berry promette sconvolgenti rivelazioni su Tempesta, badtaste.it, 04-08-2013.
  17. ^ Fabio Mucci, Sorpresa! Anna Paquin/Rogue tagliata da X-Men - Giorni di un futuro passato!, Everyeye, 21-12-2013.
  18. ^ Fabio Mucci, X-Men - Giorni di un futuro passato: la Fox conferma la presenza di Anna Paquin nel film, Everyeye, 16-04-2014.
  19. ^ (EN) Caroline Siede, Here’s Rogue’s X-Men: Days Of Future Past subplot and why it was cut in Avclub.com, 30 maggio 2014. URL consultato il 31 maggio 2014.
  20. ^ (EN) 25 Moments - X-Men. URL consultato il 27 aprile 2014.
  21. ^ Andrea Bedeschi, Nightcrawler poteva essere in X-Men: Giorni di un Futuro Passato!, badtaste.it, 25-09-2013.
  22. ^ (EN) Steve Weintraub, Bryan Singer Talks JACK THE GIANT SLAYER, Re-Writing the Film in Pre-Production, X-MEN: FIRST CLASS, BATTLESTAR GALACTICA, and More in Collider.com, 25 febbraio 2013.
  23. ^ (EN) Singer, Bryan, Twitter / Bryan Singer: "@Joe_Connely09: @Bryan Singer is there still alot of filming ?" About two more months., 11 luglio 2013.
  24. ^ (EN) Kevin Jagernauth, Bryan Singer To Shoot 'X-Men: Days Of Future Past' In 3D, 13 febbraio 2013.
  25. ^ (EN) Twitter / definitionmags: X-Men: Days of Future Past, 23 marzo 2013.
  26. ^ (EN) Griffith, Jeff, Bryan Singer Readies 'X-Men: Days of Future Past' for Summer 2014, 30 marzo 2013.
  27. ^ (EN) Digital Domain Productions.
  28. ^ (EN) Comic-Con: 20th Century Fox Panel Live Blog, 20 luglio 2013.
  29. ^ Mirko D'Alessio, X-Men: Days of Future Past, i poster di Magneto e Xavier del futuro e del passato, badtaste.it, 22-07-2013.
  30. ^ Andrea Francesco Berni, Wolverine ieri e oggi nel nuovo poster di X-Men: Days of Future Past, badtaste.it, 24-07-2013.
  31. ^ (EN) Perry, Spencer, Comic-Con: X-Men: Days of Future Past Viral Campaign Kicks Off!, 18 luglio 2013.
  32. ^ Wolverine: L’Immortale – James Mangold parla della scena che si trova a metà dei titoli di coda [SPOILER], blog.screenweek.it, 27-07-2013. URL consultato il 30-07-2013.
  33. ^ Andrea Bedeschi, X-Men: Giorni di un Futuro Passato, il primo trailer!, badtaste.it, 29-10-2013.
  34. ^ Fabio Mucci, X-Men - Giorni di un futuro passato, il sito virale conferma alcuni dettagli in Everyeye.it, 11 aprile 2014. URL consultato il 27 aprile 2014.
  35. ^ (EN) Gabe Toro, X-Men: Days Of Future Past Cuts All Mentions Of Scarlet Witch, 28 aprile 2014. URL consultato il 25 maggio 2014.
  36. ^ (EN) Matt Goldberg, Bryan Singer Talks about Removing Rogue and the Mystery of Wolverine’s Claws in X-MEN: DAYS OF FUTURE PAST in Collider.com. URL consultato il 27 maggio 2014.
  37. ^ Fabio Mucci, X-Men: Apocalypse uscirà nel 2016!, Everyeye, 05-12-2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]