Wrong Turn - Il bosco ha fame

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wrong Turn - Il bosco ha fame
Wrong Turn scene.jpg
Screenshot del titolo preso dal trailer.
Titolo originale Wrong Turn
Paese di produzione USA, Germania
Anno 2003
Durata 84 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere orrore, splatter
Regia Rob Schmidt
Sceneggiatura Alan B. McElroy
Produttore Stan Winston, Robert Kulzer, Erik Feig
Fotografia John S. Bartley
Montaggio Michael Ross
Musiche Elia Cmiral
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Wrong Turn - Il bosco ha fame (Wrong Turn) è un film del 2003, diretto da Rob Schmidt con Eliza Dushku e Desmond Harrington.

Nel 2007 è uscito Wrong Turn 2 - Senza via di uscita, nel 2009 è uscito Wrong Turn 3 - Svolta mortale e nel 2011 è uscito Wrong Turn 4 - La montagna dei folli e nel 2012 Wrong Turn 5 - Bagno di sangue tutti direttamente per l'home video.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Due ragazzi stanno scalando una parete rocciosa al centro di un bosco. il maschio (Riz) è il primo a salire in cima, ma poco dopo il suo corpo viene buttato giù dalla rupe. Improvvisamente la corda cui è attaccata la ragazza viene tirata verso l'alto e lquesta decide di tagliarla lasciandosi cadere, una volta atterrata fugge verso la macchina ma inciampa in un filo spinato e viene trascinata via.

Chris Flynn è uno studente della facoltà di medicina che sta guidando attraverso le montagne dello stato del West Virginia, per recarsi ad un colloquio di lavoro.

A causa di un incidente che ha bloccato la statale, lo studente inverte la marcia, alla ricerca di un percorso alternativo. Fermatosi ad una pompa di benzina, Chris riesce a ricavare, dal reticente gestore, informazioni su come aggirare la zona dell'incidente: dovrà guidare per una strada dissestata attraverso i boschi. Durante il tragitto però, si distrae e va a collidere contro una jeep abbandonata al centro della carreggiata.

In suo soccorso, giungono i passeggeri del fuoristrada: Jessie ed i suoi amici Carly, Scott, Francine ed Evan. Questi, spiegano di come le gomme della loro auto siano rimaste vittime di un filo spinato fora-pneumatici sistemato appositamente sulla strada. A Chris ed i suoi compagni di sventura non resta che addentrarsi nel bosco alla ricerca di aiuto. Francine ed Evan, tuttavia, restano nel luogo dell'incidente ad aspettare i loro amici, ma, qualche tempo dopo, vengono aggrediti ed uccisi barbaramente.

Intanto il gruppo di Chris raggiunge una radura con al centro una vecchia casa: tutt'attorno vi sono carcasse di vetture recenti e di vecchia data. Bussano alla porta, ma non viene data loro alcuna risposta, dunque si avventurano all'interno. Ai loro occhi si presenta uno spettacolo raccapricciante: nei locali fatiscenti di quella dimora, vi sono monconi di membra umane sottoposte ad ebollizione, un cadavere in decomposizione nella vasca da bagno, conserve di dentiere in barattolo, collezioni di organi refrigerati.

Pervasi da terrore e ribrezzo, il gruppo si appresta a fuggire, quando si accorge dell'imminente arrivo degli occupanti della casa: appena in tempo riesce a nascondersi. Dai loro rifugi di fortuna, i ragazzi assistono ad ulteriori atrocità: sono in tre, affetti da evidenti malformazioni congenite e trascinano il corpo di Francine. Le macellano la gamba destra, se ne cibano e si assopiscono per il loro riposino pomeridiano. Chris e gli altri, approfittando del sonno di quei cannibali, tentano di uscire dalla casa, ma gli assassini si destano, dando inizio ad un inseguimento, una "battuta di caccia" per catturare i ragazzi.

Nel corso della loro fuga, Chris ed il suo gruppo si imbattono in un cimitero di auto, testimonianza della quantità di efferati omicidi commessi finora da quegli antropofagi. Ma gli inseguitori presto li raggiungono e Chris e Scott decidono di "fare da esca" per permettere alle ragazze di impadronirsi del camion a bordo del quale i loro cacciatori sono arrivati. Chris viene colpito alla gamba da un colpo di fucile, ma riesce a salvarsi (recuperato da Jessie e dalla sua amica), mentre Scott viene ucciso (trafitto da frecce).

Ben presto il camion dei fuggitivi (al cui interno vi era il corpo di Evan) s'impantana, costringendoli a procedere nuovamente a piedi. S'imbattono in una torretta di avvistamento. Saliti in cima, vi trovano una cassetta di pronto soccorso, con la quale prestare cure a Chris, ed una radio. Fanno appena in tempo a comunicare la loro posizione, che vengono scoperti dai cannibali, i quali decidono d'incendiare la torretta.

Il gruppo di superstiti è costretto a buttarsi sugli alberi vicini. La loro caduta viene fermata dai rami, ma sono subito preda di uno dei loro cacciatori, lì arrampicatosi rapidamente. Colta alle spalle, Carly viene uccisa con un colpo d'ascia all'altezza della bocca. Jessy e Chris riescono ad allestire un'arma di fortuna e con quella fanno precipitare il cacciatore (il quale, ferito, viene portato via dai propri fratelli). I due superstiti si rifugiano in una grotta dietro ad una cascata e lì vi trascorrono la notte.

Il mattino seguente, proprio mentre riescono a rintracciare la strada statale, vengono scovati dai loro persecutori. Jessie viene rapita, mentre Chris viene spinto giù per una collina. Contemporaneamente, di lì passa il fuoristrada della polizia di stato, partito per soccorrere i ragazzi. Ma prima che Chris riesca a dare spiegazioni all'agente alla guida del mezzo, questi viene raggiunto da una freccia mortale (dritta in un occhio). Lo studente cerca di scappare a bordo della vettura ma le chiavi si trovano indosso al poliziotto e non c'è tempo per recuperarle visto che il cannibale è già arrivato. Lo studente si nasconde sotto l'auto. Il cacciatore carica il corpo dell'agente e mette in moto. Chris si aggancia alla parte sottostante la vettura, per tornare indietro e salvare Jessie.

Arrivati alla vecchia casa di montagna, lo studente di medicina vede Jessie che, legata ad un letto, sta per essere uccisa. Sfonda la casa con il fuoristrada della polizia. Lotta con i cannibali, ferendoli gravemente. Libera Jessie, quindi, sparando alla tanica di riserva, piena di carburante, della jeep, dà alle fiamme la casa.

Qualche tempo dopo, i due fuggono lungo la statale, a bordo del camion dei cannibali.

I titoli di coda della pellicola vengono bruscamente interrotti da un'ultima scena: a notte inoltrata, un agente di polizia raggiunge il luogo dove la casa ha finito di bruciare. Cerca superstiti tra i vari resti, ma viene colpito da un'ascia: uno dei cannibali sfigurati è scampato al fuoco e tripudia per l'uccisione dell'agente.

Soggetto[modifica | modifica sorgente]

La trama prende spunto dalla storia (ambientata nella Scozia del XVI secolo e da alcuni ritenuta autentica) di Sawney Beane e della sua famiglia, i quali avrebbero ucciso e divorato numerosi viandanti e abitanti del luogo dopo averli individuati nei pressi della profonda grotta in cui, secondo il racconto, avrebbero vissuto.[senza fonte]

Critica[modifica | modifica sorgente]

Il film ha ricevuto critiche miste al negativo. Ha ricevuto il 40% di critiche positive e il rimanente critiche opposte.

Messe in onda internazionali[modifica | modifica sorgente]

  • Uscita negli Stati Uniti USA: 30 maggio 2003
  • Uscita nel Regno Unito Regno Unito: 27 giugno 2003
  • Uscita in Egitto Egitto: 7 aprile 2004
  • Uscita in Francia Francia: 30 luglio 2003
  • Uscita in Germania Germania: 28 agosto 2003
  • Uscita in Grecia Grecia: 5 settembre 2003
  • Uscita in Spagna Spagna: 19 marzo 2004
  • Uscita in Italia Italia: 13 agosto 2004

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema