Worms Armageddon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Worms Armageddon
Sviluppo Team17 Digital Ltd.
Pubblicazione MicroProse Software, Inc.
Serie Worms
Data di pubblicazione 1999
Genere Strategia a turni
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Dreamcast, Game Boy Color, Nintendo 64, PlayStation, Microsoft Windows, Symbian
Supporto Cartuccia, CD-ROM
Periferiche di input Gamepad, Mouse, Tastiera

Worms Armageddon è un videogioco strategico a turni in 2D sviluppato da Team17 Digital Ltd. e pubblicato da MicroProse Software, Inc.. Rappresenta il successore di Worms 2 ed è il capitolo più famoso della serie videoludica Worms.

Armageddon inizialmente doveva essere un'espansione di Worms 2, ma a causa delle numerose modifiche, venne rilasciato come gioco a sé stante. Include 33 missioni, varie modalità d'addestramento, sia multiplayer hotseat che online. Il motore grafico è lo stesso del predecessore, ma vengono introdotte nuove armi ed utility. Molte personalizzazioni di Worms 2 (come l'editor avanzato di schemi) sono state rimosse, al fine di ottenere un'interfaccia più semplice ed intuitiva.

Per la prima volta viene inserito un corposo comparto online chiamato WormNET, che nei primi anni richiedeva la registrazione e suddivideva i giocatori in leghe e gradi. Problemi legati al furto digitale di identità, costrinsero Team17 ad eliminare tali funzioni dalla modalità in rete. In seguito, tramite aggiornamenti, il problema venne risolto ed i gradi ripristinati.

Inoltre è stata modificata la fisica legata alla Corda Ninja, creando così innumerevoli possibilità d'utilizzo e dando origine a nuove modalità di gioco.

Concept del gioco[modifica | modifica wikitesto]

Come nei capitoli precedenti, l'obiettivo di base è sempre lo stesso: uccidere tutti gli worms avversari. Ciascun giocatore ha a disposizione una squadra di vermi (che può personalizzare sotto molti aspetti, tra cui nome, voce, bandiera, ecc.): vince il gioco la squadra di vermi che riesce a uccidere tutte le altre, rimanendo l'unica sul campo. Le partite possono ospitare fino a 6 giocatori, con un massimo di 8 vermi per team. Ogni verme ha un certo numero iniziale di punti vita, che può variare a seconda del tipo di partita (il valore standard è di 100) ed è diminuito proporzionalmente ai danni provocati dalle armi o dalle cadute.

Le sfide avvengono su mappe bidimensionali, che possono essere chiuse (ad esempio si tratta di caverne, e in questo caso gli attacchi aerei non sono utilizzabili) o aperte. L'intero ambiente di gioco è completamente distruttibile dalle armi e circondato dall'acqua, presente anche nella parte bassa dello schermo al di sotto del terreno: distruggendolo è quindi possibile raggiungere l'acqua sottostante. Tale elemento è letale per gli anellidi e, se vi cascano, affogano immediatamente. Ogni giocatore può usufruire di un arsenale (anch'esso varia a seconda dello schema in uso), che comprende le armi e gli strumenti in dotazione alla squadra. Si passa dalle semplici pistole, alle fantasiose pecore kamikaze imbottite di esplosivo. Durante la partita possono anche cadere delle casse (la percentuale di caduta è a discrezione dell'utente), contenenti oggetti, punti vita aggiuntivi o abilità strategicamente utili.

Quando un giocatore prevale su tutti gli altri vince un round. Ma se la conclusione di una partita non avviene entro un certo tempo (personalizzabile), viene provocata la Morte improvvisa. Essa può consistere in un graduale aumento del livello dell'acqua, una diminuzione della vita dei vermi o lo scatenarsi di un'arma particolarmente potente e distruttiva (come il Test nucleare indiano). Per assicurarsi la vittoria assoluta di un match, non è raro dover vincere più di un round (dipende dallo schema scelto).

Oltre allo stile classico del gioco, definito deathmatch, vi sono anche alcune varianti. Tra queste, molte implicano l'uso della corda come requisito essenziale e, anche grazie a modifiche esterne (come il Project X), propongono un gameplay molto diverso e rinnovato rispetto all'originale.

Aggiornamenti[modifica | modifica wikitesto]

Worms Armageddon è senza alcun'ombra di dubbio il gioco più longevo, assieme a Worms 4: Mayhem, di tutta l'intera saga. Il motivo di questo successo è da trovarsi sia nel gioco stesso, sia nella sua alta personalizzazione, ma soprattutto nei frequenti aggiornamenti che ha continuato a ricevere, nonostante la sua discreta età.

Gran parte di questi aggiornamenti non sono stati sviluppati direttamente dalla Team17 Digital Ltd., ma da programmatori indipendenti. Infatti i creatori, dopo aver portato il videogioco alla versione 3.0, decisero di dedicarsi ad altri progetti. In seguito, affidarono l'incarico di far evolvere il gioco a David Ellsworth (in arte Deadcode). Nel settembre 2006 a Deadcode si unì anche Vladimir Panteleev (detto CyberShadow). I due hanno contribuito notevolemente allo sviluppo di Worms Armageddon, tramite numerosi Beta updates e programmi di terze parti (come i moduli WormKit). Tra i cambiamenti apportati vi sono l'aggiunta di risoluzioni maggiori a quelle originali (si arriva fino a 1920x1080), una migliore traduzione russa, varie correzioni di bug legati alla WormNET e molti altri ancora.

Lo scopo di tutto questo lavoro è di arrivare ad una quasi mitica versione 4.0, che sia in grado d'integrare le caratteristiche di Worms Armageddon con quelle del suo successore: Worms World Party. È stato anche ipotizzato di rendere Worms Armageddon esegubile dal CD di Worms World Party, ma per il momento niente di tutto ciò è possibile.

La versione 4.0 ancora non è stata pubblicata e, per il momento, non si hanno notizie certe sia sul suo sviluppo, sia sulla sua data d'uscita.

The Fiddler[modifica | modifica wikitesto]

The Fiddler è un programma creato da Fudge Boy (James Heather) che permette di modificare molte delle funzioni del gioco, senza incappare nei limiti imposti da esso. Funziona solamente con la versione 3.0.0.0 di Worms Armageddon ed il Project X ha sostituito in gran parte l'utilizzo di tale strumento.

Fu progettato con lo scopo di supplire alla minor possibilità di personalizzazione rispetto a Worms 2. Per il momento non è possibile utilizzare The Fiddler con gli ultimi Beta updates, ma sono state diffuse notizie riguardanti un possibile aggiornamento (alcune delle quali riguarderebbero anche il coinvolgimento di Deadcode). Ciononostante, niente di tutto ciò è stato ufficialmente confermato.

Essendo la versione 3.0.0.0 incompatibile con i sistemi operativi Windows basati su NT, è necessario l'utilizzo di Silkworm per far funzionare il gioco (non è una soluzione perfetta e spesso possono avvenire lo stesso dei crashes). Per le partite in rete è indispensabile che tutti i giocatori dispongano di The Fiddler ed usino la medesima configurazione.

WormKit[modifica | modifica wikitesto]

WormKit è un software non ufficiale sviluppato da CyberShadow (Vladimir Panteleev), che consente di ampliare le possibilità di personalizzazione del codice sorgente.

È composto da diversi moduli, ciascuno con una funzione specifica. Tra questi ve ne sono quattro che vengono distribuiti di default con il programma. Essi sono:

  • WormNAT2 (permette di ospitare partite, nonostante router e/o firewall).
  • FileOverride (consente di sostituire i file del CD-ROM con altri creati dall'utente).
  • AntiKeyboardHook (impedisce a Worms Armageddon di disattivare le combinazioni di tasti Alt+Tab/Win+...).
  • SoundCardSelect (rende possibile selezionare quale scheda audio utilizzare).

WormKit fu rilasciato per la prima volta mercoledì 5 aprile 2006 ed ha influito notevolmente sulla longevità del videogioco.

wkMagic[modifica | modifica wikitesto]

wkMagic è stato il primo modulo WormKit, scritto da Cybershadow, a modificare effettivamente il gameplay. Era possibile usarlo per le partite sulla WormNET e può essere considerato il predecessore del RubberWorm.

Esso era compatibile solo con la versione 3.6.26.5 di Worms Armageddon ed i Beta updates dell'epoca.

wkMagic era configurabile modificando alcuni valori nelle impostazioni degli schemi. Successivamente fu creato wkMagic Map Wizard da Hosma293 (alias Aerolite), per facilitare la creazione di mappe che sfruttassero questo modulo.

Caratteristiche

  • Setta la spawn point di tutti i vermi in una certa posizione, all'inizio della partita (per corse con la Corda Ninja)
  • Respawna i vermi alla posizione iniziale, se vengono a contatto con l'acqua
  • Permette di evitare la collisione tra i vermi
  • Permette di far influenzare dal vento i vermi che saltano o che usano la corda
  • Fa provocare zero danni alle granate che diventano stazionarie (usato particolarmente in BnG)
  • Permette di piazzare oltre 40 mine sul terreno (il limite nella versione 3.6.26.5 era ancora di 8) (sfruttato per Bows and Arrows)

RubberWorm[modifica | modifica wikitesto]

RubberWorm è un modulo WormKit creato da Pisto per modificare la fisica di Worms Armageddon. L'obiettivo principale era quello di riprodurre gli effetti della WormPot (funzionalità introdotta in Worms World Party) e di adattare alcuni elementi di wkMagic alle versioni 3.6.29.0 e 3.6.31.0. Originariamente rilasciato domenica 6 aprile 2008, fu successivamente aggiornato agli ultimi Beta updates da Kawoosh.

RubberWorm è controllato da una console di comandi che, attraverso la modifica di alcuni valori, abilità la possibilità di controllare numerosi eventi del gioco. Grazie a ciò è possibile modificare la gravità, il funzionamento delle armi e della Corda Ninja, la percentuale di casse e molto altro ancora.

Affinché una partita moddata con RubberWorm si svolga correttamente, è necessario che tutti i partecipanti eseguano Worms Armageddon attraverso WormKit o WormKitDS. È anche consigliato avere la stessa versione del file dll di del modulo in questione.

Project X[modifica | modifica wikitesto]

Il Project X (chiamato anche PX) è un modulo per WormKit creato da Entuser (un ragazzino di circa 15 anni russo), che permette di variare la struttura di base del gameplay. È molto conosciuto, anche perché la grande semplicità del gioco stesso, facilita la creazione di idee nuove ed alternative. Inoltre il PX dà anche l'opportunità di personalizzare tutte le armi presenti nel titolo originale e di realizzarne delle nuove.

Esempi di questo processo creativo sono rappresentati dai nuovi schemi, come PX CTF (Project X Capture The Flag), PX RR (Project X Rope Race), Glider Race, PX Intermediate, Jump Race e molti altri ancora.

Community[modifica | modifica wikitesto]

Essendo il capitolo più famoso e ritenuto da molti il migliore dell'intero franchise, vi sono ancora un discreto numero di giocatori (nonostante sia uscito nel lontano 1999) attivi sulla WormNET. Ciò è dovuto anche alla grandissima presenza di community in circa tutto il mondo.

In Italia una delle più famose è WormsMania, fondata circa nel 2007 da MrKaos. WormsMania è l'evoluzione di WWP Mania, ideata da Peppe83.

Quest'associazione contiene un grande numero di iscritti e si occupa principalmente di Worms Armageddon, ma offre assistenza anche per Worms World Party, Worms 4: Mayhem, Worms Reloaded, Worms Ultimate Mayhem, Worms Crazy Golf, Worms Revolution ed anche i vari titoli per console della serie.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Tra le armi introdotte figura il Test nucleare indiano. Nel capitolo precedente (Worms 2) i programmatori avevano inserito il Test nucleare francese, a causa delle attività svolte a Mururoa. Nella pausa tra i due titoli, anche l'India aveva effettuato degli esperimenti nucleari e si decise di aggiornare il nome dell'arma.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]