Worms 4: Mayhem

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Worms 4: Mayhem
Sviluppo Team17
Pubblicazione Codemasters Software
Serie Worms
Data di pubblicazione 27 luglio 2005
Genere Azione, Strategia a turni
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma Microsoft Windows, Xbox, Playstation 2
Supporto DVD-ROM
Requisiti di sistema
Fascia di età PEGI +3
Periferiche di input Gamepad, mouse e tastiera

Worms 4: Mayhem è un videogioco strategico a turni sviluppato dal Team17 e pubblicato da Codemasters Software il 27 luglio 2005 per Microsoft Windows, Xbox e Playstation 2. Il videogioco fa parte della serie di videogioco Worms.

Come il predecessore Worms Forts: Under Siege il videogioco sfrutta una grafica tridimensionale, ma utilizza un motore grafico 3D migliorato. Rispetto al predecessore il giocatore per vincere deve eliminare la squadra avversaria, come nei primi titoli della serie.

In questo nuovo capitolo la storia ruota intorno ai viaggi con la macchina del tempo del Prof. Worminkle, infatti i livelli si svolgeranno di volta in volta in epoche diverse.

Il gioco presenta numerosi easter-egg che si rifanno a personaggi o film, quali ad esempio la DeLorean dell'easter-egg "88 MPH" che ricorda quella del film Ritorno al Futuro o una pettinatura bonus che ricorda quella della principessa Jasmine del film Disney Aladdin.

Le versioni[modifica | modifica sorgente]

  • L'ultima versione della serie 3D uscì nel 2005, Worms 4: Mayhem che si discosta da Worms Forts e riprende il lavoro della prima pubblicazione in 3D, con l'aggiunta di armi, un miglioramento nella semplicità della schermata HUD e maggiori possibilità di personalizzazione delle mappe e delle armi.
  • Il 27 luglio 2011, il Team 17 ha annunciato un nuovo titolo della serie 3D chiamato: Worms: Ultimate Mayhem, che includerà i contenuti di worms 3d e worms 4 mayhem in un'unica raccolta con l'aggiunta di 12 temi grafici, 38 nuovi armi e 60 nuove missioni in single player. Il gioco vanterà anche una modalità multiplayer fino a 4 giocatori. L'uscita è prevista per fine 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]