Wolframite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
Wolframite
Wolframite.jpeg
Classificazione Strunz IV/D.16-00
Formula chimica (Fe,Mn)WO4
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino  
Sistema cristallino  
Classe di simmetria  
Parametri di cella  
Gruppo puntuale 2/m
Gruppo spaziale P 2/c
Proprietà fisiche
Densità   g/cm³
Durezza (Mohs)  
Sfaldatura  
Frattura  
Colore  
Lucentezza  
Opacità  
Striscio  
Diffusione  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La wolframite è un minerale (tungstato misto di ferro e manganese), intermedio tra la ferberite (tungstato ferroso) e l'hübnerite (tungstato di manganese). Il nome viene da wolframio, sinonimo di tungsteno.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La wolframite ha una durezza Mohs compresa tra 4 e 5,5 circa, crescente al crescere del rapporto ferro/manganese.

Anche la densità cresce con il crescere del rapporto ferro/manganese, passando da 7,15 circa (hubnerite) a 7,6 (ferberite).

Diffusione e giacimenti[modifica | modifica sorgente]

La wolframite si trova nelle vene di quarzo e nelle pegmatiti associate con granito ed è comunemente accompagnata da cassiterite, scheelite, bismuto, galena, sfalerite, arsenopirite e quarzo.

La wolframite è una delle principali fonti di tungsteno. Giacimenti storici si trovano in Boemia, Cornovaglia e Sassonia. Oggi i giacimenti più importanti si trovano nella Cina centrale (Hunan). Altri giacimenti attuali si trovano in Australia, Bolivia, Corea, Portogallo, Romania, Russia e Stati Uniti.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia