Wolfgang Perner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wolfgang Perner
Dati biografici
Nazionalità Austria Austria
Altezza 184 cm
Peso 75 kg
Sci nordico Cross country skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Biathlon, sci di fondo
Squadra WSV Ramsau
Ritirato 2006
Palmarès
Olimpiadi 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Wolfgang Perner (Ramsau am Dachstein, 17 settembre 1967) è un ex sciatore nordico austriaco attivo sia nello sci di fondo sia nel biathlon, disciplina nella quale colse i maggiori successi.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel biathlon in Coppa del Mondo ottenne il primo podio, nonché risultato di rilievo[1], nel 1992 a Oslo Holmenkollen (3°) e la prima vittoria nello stesso anno a Novosibirsk.

In carriera prese parte a quattro edizioni dei Giochi olimpici invernali, Lillehammer 1994 (22° nella sprint, 9° nella staffetta), Nagano 1998 (38° nella sprint, 24° nell'individuale, 11° nella staffetta), Salt Lake City 2002 (3° nella sprint, 9° nell'inseguimento, 32° nell'individuale, 6° nella staffetta) e Torino 2006. In quest'ultima occasione si era classificato 4º nella sprint, 25° nell'inseguimento e 60° nell'individuale, ma i suoi risultati furono annullati poiché risultò che l'atleta austriaco aveva fatto uso di doping: nelle stanze di Perner e di altri atleti della nazionale austriaca, al villaggio olimpico, furono trovate sacche di sangue e altre attrezzature finalizzate a pratiche dopanti. In aprile il CIO squalificò a vita gli atleti dalle competizioni olimpiche e annullò i risultati conseguiti; anche la Federazione sciistica dell'Austria radiò a vita Perner e gli altri sciatori coinvolti nello scandalo (il biatleta Wolfgang Rottmann e diversi fondisti). L'atleta non tornò più alle gare e nel 2012 fu anche condannato in primo grado dalla magistratura italiana a una pena di un anno e mezzo di reclusione (che non dovette scontare grazie a un indulto)[2]. Perner aveva partecipato anche a dieci edizioni dei Campionati mondiali (5° nella gara a squadre a Ruhpolding 1996 il miglior risultato).

Nello sci di fondo gareggiò soltanto a livello nazionale, vincendo due medaglie di bronzo ai Campionati austriaci.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Biathlon[modifica | modifica sorgente]

Olimpiadi[modifica | modifica sorgente]

Coppa del Mondo[modifica | modifica sorgente]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 14º nel 1992
  • 8 podi (3 individuali, 5 a squadre[1]), oltre a quello conquistato in sede olimpica e valido anche ai fini della Coppa del Mondo:
    • 5 vittorie (2 individuali, 3 a squadre)
    • 1 secondo posto (a squadre)
    • 2 terzi posti (1 individuale, 1 a squadre)
Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica sorgente]
Data Località Nazione Spec.
1992 Novosibirsk Russia Russia IN
12 gennaio 1997 Ruhpolding Germania Germania TM
(con Hannes Obererlacher, Reinhard Neuner e Ludwig Gredler)
16 marzo 1997 Novosibirsk Russia Russia MS
5 dicembre 1999 Hochfilzen Austria Austria RL
(con Ludwig Gredler, Günther Beck e Wolfgang Rottmann)
15 dicembre 2001 Pokljuka Slovenia Slovenia RL
(con Daniel Mesotitsch, Christoph Sumann e Ludwig Gredler)

Legenda:
IN = individuale
MS = partenza in linea
TM = gara a squadre
RL = staffetta

Campionati austriaci[modifica | modifica sorgente]

Sci di fondo[modifica | modifica sorgente]

Campionati austriaci[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Dati parziali fino al 1994 per le prove individuali, fino al 1997 per le prove a squadre.
  2. ^ Anche la Federsci mondiale squalifica i tre fondisti dello scandalo doping a Torino 2006 in Spysport.org, 23 novembre 2007. URL consultato il 24 luglio 2013.
    Scheda della sprint di Torino 2006 su Sports-reference.com. URL consultato il 24 luglio 2013.
    Francesco Paone, Tre austriaci condannati per doping per i fatti di Torino 2006 in Wintersport-news.it, 7 luglio 2012. URL consultato il 24 luglio 2013.
  3. ^ Gara valida anche ai fini della Coppa del Mondo.
  4. ^ a b ÖSV-Siegertafel. URL consultato il 24 luglio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]