Witold Pilecki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Witold Pilecki

Witold Pilecki (Olonec, 13 maggio 1901Varsavia, 1948) è stato un militare polacco.

Durante la seconda guerra mondiale è stato uno degli organizzatori della resistenza ad Auschwitz.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pileki fotografato nella prigione di Varsavia nel 1947

Proveniva da una famiglia della nobiltà polacca, nato nella regione della Repubblica di Carelia. Nel 1910 si stabilì a Vilnius. Dal 1918 si arruolò nell'Esercito Polacco. Nel 1939 partecipò alla Battaglia di Varsavia; dopo la capitolazione di Varsavia fu un membro attivo della resistenza polacca al nazismo. Nel settembre 1940 con il permesso dei suoi superiori, si fece arrestare dalla Gestapo e dal 1940 al 1943 fu prigioniero nel campo di concentramento di Auschwitz per organizzarvi le rete di resistenza e inviare i rapporti sulla situazione nel campo, fuggì dal campo nel 1943 e nel 1944 partecipò alla Rivolta di Varsavia.

In seguito, per conto del governo polacco in esilio a Londra nell'autunno 1945 fu spedito nuovamente in missione nella Polonia occupata dalla truppe sovietiche per ottenere informazioni sull'occupazione, finendo in un campo di lavoro sovietico nelle vesti di prigioniero politico . Questa volta, però, fu scoperto, processato e giustiziato il 15 maggio (o il 25 maggio) 1948. Dal 1948 al 1989 le informazioni riguardanti l'attività di Witold Pilecki furono censurate. Nel 1990 fu riabilitato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 22951843 LCCN: no/2003/1410