Wismar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il centro abitato del Brandeburgo, vedi Uckerland.
Wismar
Città
Wismar – Stemma
Wismar – Veduta
Dati amministrativi
Stato Germania Germania
Land Flag of Mecklenburg-Western Pomerania (state).svg Meclemburgo-Pomerania Anteriore
Distretto gov. Non presente
Circondario Meclemburgo Nordoccidentale
Territorio
Coordinate 53°54′N 11°28′E / 53.9°N 11.466667°E53.9; 11.466667 (Wismar)Coordinate: 53°54′N 11°28′E / 53.9°N 11.466667°E53.9; 11.466667 (Wismar)
Altitudine 15 m s.l.m.
Superficie 41,36 km²
Abitanti 44 730 (31-12-2008)
Densità 1 081,48 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 23952, 23966, 23968, 23970
Prefisso 03841
Fuso orario UTC+1
Codice Destatis 13 0 06 000
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Germania
Wismar
Localizzazione della città di Wismar nel circondario del Meclemburgo Nordoccidentale
Localizzazione della città di Wismar nel circondario del Meclemburgo Nordoccidentale
Sito istituzionale
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Centri storici di Stralsund e Wismar
(EN) Historic Centres of Stralsund and Wismar
Wismar Nikolaikirche.JPG
Tipo Culturali
Criterio (ii) (iv)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 2002
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Wismar è una città che si trova sulle coste del Mar Baltico, nel Land del Meclemburgo-Pomerania Anteriore, in Germania. Essa si trova circa 45 chilometri ad est di Lubecca e 30 chilometri a nord di Schwerin.

In considerazione del suo passato e dell'architettura tipica del gotico baltico, nel 2002 Wismar è stata inserita nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO, insieme alla vicina città di Stralsund.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Probabilmente Wismar ricevette la qualifica di città nel 1229. Nel 1257 il principe Giovanni I di Meclemburgo spostò la capitale dalla Rocca di Meclemburgo a Wismar. Nel 1259 la città strinse un'alleanza con Lubecca e Rostock per una comune difesa contro i pirati, che in quell'epoca infestavano le acque baltiche, patto che più tardi si sviluppò nella Lega Anseatica.

Nel corso del XIII e XIV secolo la città divenne sempre più fiorente, con importanti traffici commerciali e industrie legate alla produzione della lana. Nel 1301 entrò in possesso del Meclemburgo e, nonostante un'epidemia di peste che uccise circa 10.000 persone nel 1376, la città restò prospera fino al XVI secolo.

Nel 1648, in seguito alla Pace di Vestfalia, Wismar passò alla Svezia. Nel 1803 la città venne venduta al Meclemburgo, con la possibilità però da parte svedese di rientrare in possesso del territorio dopo 100 anni. Questa clausola è la ragione per cui Wismar non è entrata a far parte della Dieta dello Stato fino al 1897. Nel 1903, allo scadere del secolo pattuito, la Svezia rinunciò definitivamente alla possibilità che si era riservata. Wismar conserva ancora alcune tracce del suo passato di città libera, per esempio il diritto di possedere ed esporre una propria bandiera.

Economia[modifica | modifica sorgente]

A Wismar ha sede l'azienda German Pellets, il maggior produttore e rivenditore di pellet di legno al mondo.

Turismo[modifica | modifica sorgente]

Il centro storico della città è segnato dall'antica piazza del mercato, la più grande della Germania con i suoi 10.000 metri quadrati e su cui si affacciano edifici costruiti in epoche diversissime fra loro, dal XIV al XIX secolo. Il punto focale della piazza è determinato dalla Wasserkunst, una fontana in ferro battuto importata dall'Olanda nel 1602. Il lato settentrionale della piazza è occupato dal municipio, costruito in stile neoclassico fra il 1817 e il 1819. Un altro notevole edificio fra quelli che si affacciano sulla piazza è il cosiddetto Alter Schwede ("Vecchio Svedese"), eretto intorno al 1380.

La chiesa principale di Wismar era la Marienkirche, eretta nel XIII secolo. Fu distrutta nel corso della seconda guerra mondiale, e le rovine abbattute nel 1960. Resta oggi la torre campanaria, alta 80 metri.

Le chiese di Marienkirche e Nikolaikirche, costruita fra il 1381 e il 1460, sono considerate fra i migliori esempi dell'influenza esercitata dalla chiesa di Santa Maria di Lubecca sulle province nordiche. Un altro edificio religioso di Wismar, risalente agli inizi del XIII secolo, è la St Georgen-Kirche, distrutta durante la seconda guerra mondiale e ricostruita nel 1990, dopo la riunificazione tedesca.

Fra il 1552 e il 1565 venne costruito il Fürstenhof, in origine la residenza del Duca e in seguito delle autorità municipali, restaurato nel 1877 - 1879.

Persone legate a Wismar[modifica | modifica sorgente]

Wismar nei media[modifica | modifica sorgente]

A Wismar sono stati girati il film Nosferatu il vampiro del 1922 e il suo remake del 1979 Nosferatu, il principe della notte. Vi è stata inoltre ambientata e girata la serie televisiva poliziesca SOKO Wismar, in onda dal 2004.

L'Alter Schwede

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]