Winny Puh, l'orsetto goloso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Winny Puh, orsetto ghiottone)
Winny Puh, l'orsetto goloso
Titolo originale Winnie the Pooh and the Honey Tree
Paese di produzione USA
Anno 1966
Durata 25 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.33:1
Genere animazione
Regia Wolfgang Reitherman
Soggetto A. A. Milne
Sceneggiatura Larry Clemmons, Xavier Atencio, Vance Gerry, Ralph Wright, Ken Anderson, Dick N. Lucas
Produttore Walt Disney
Casa di produzione Walt Disney Productions
Distribuzione (Italia) Rank Film
Animatori Hal King, Eric Cleworth, John Lounsbery, Eric Larson, John Sibley, Hal Ambro, Walt Stanchfield, Fred Hellmich, John Ewing, Bill Keil, Dan MacManus
Musiche Buddy Baker
Tema musicale "Winnie the Pooh" dei fratelli Sherman
Scenografia Basil Davidovich, Don Griffith, Sylvia Cobb, Dale Barnhart
Sfondi Art Riley, Al Dempster, Bill Layne
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Winny Puh, l'orsetto goloso (Winnie the Pooh and the Honey Tree) è un film del 1966 diretto da Wolfgang Reitherman. Si tratta di un cortometraggio che combina live-action e animazione, distribuito dalla Walt Disney Company. Basato sui primi due capitoli del libro Winnie Puh di A. A. Milne, è l'unica produzione di Winnie the Pooh distribuita sotto la supervisione di Walt Disney prima della sua morte, avvenuta quello stesso anno. Il cortometraggio è stato in seguito utilizzato come segmento del film del 1977 Le avventure di Winnie the Pooh. Musica e testi sono stati scritti dai fratelli Sherman (Richard M. Sherman e Robert B. Sherman), mentre la musica di sottofondo è stata fornita da Buddy Baker. Negli USA il cortometraggio è stato proiettato prima del film 4 bassotti per 1 danese, mentre in Italia è stato mostrato in allegato a Deserto che vive. Gli eredi di A. A. Milne, incluso Christopher Robin Milne, non furono soddisfatti del finale del film, specialmente la parte in cui Pooh vola in aria, atterrando all'interno di un alveare in un albero.

Il film venne distribuito in VHS con il titolo Winny Puh orsetto ghiottone.

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'orsetto Winnie-the-Pooh (Winny Puh nel doppiaggio italiano) è nella sua casa nel Bosco dei Cento Acri e sta facendo i suoi esercizi di ginnastica mattutina. A un certo punto sente i "crampetti nel pancino" e va nella sua dispensa per prendersi qualcosa da mangiare, ma scopre che il suo barattolo di miele è vuoto. Decide allora di provare a prendere il miele da un alveare nella cavità di un albero nelle vicinanze. Si arrampica sull'albero e arriva più in alto che può, ma il ramo su cui sta in piedi si spezza a causa del suo peso, e lui cade rovinosamente giù facendo un gran volo e finendo in un cespuglio di ginestra.

Non volendo rinunciare, Pooh decide di andare a casa del bambino Christopher Robin, dove incontra anche l'asino Ih-Oh, il gufo Uffa e i canguri Kanga (Cangu nel doppiaggio italiano) e Ro. Pooh prende in prestito un palloncino di Christopher Robin per cercare di ottenere il miele dall'albero. Si rotola in una pozza di fango per farsi quello che a sua detta è un travestimento da nuvola nera (per non essere scoperto dalle api) e quindi utilizza il palloncino per salire e fluttuare accanto all'albero. Le api però scoprono presto il trucco, e nella colluttazione che ne segue Pooh rimane incastrato con il sedere nella cavità dell'albero. Pooh conclude che quelle api non sono del tipo che fa per lui, e in quel momento esse lo "stappano" dall'albero. Il palloncino si sgonfia, Pooh cade e viene preso da Christopher Robin. Le api arrabbiate inseguono Pooh e Christopher Robin, ma i due riescono a nascondersi nella pozza di fango.

Con il miele ancora in mente, Pooh va a casa del coniglio Tappo, sperando di riuscire almeno lì ad avere del miele. Tappo invita cortesemente Pooh a colazione, pur consapevole del vasto e perenne appetito dell'orsetto. Pooh gli mangia tutto il miele presente nella casa (ne chiede un "pochino", Tappo gliene da una goccia e poi dice che forse sarebbe meglio se si prendesse tutto il vaso), ma poi, nell'intenzione di uscire dalla casa, rimane incastrato nel buco a causa della pancia. Dopo aver cercato inutilmente di liberare Pooh, Tappo corre a chiedere aiuto a Christopher Robin. Nel frattempo Pooh riceve la visita di Uffa e del castoro De Castor. Tappo e Christopher Robin cercano di tirare fuori Pooh, ma lui non si muove di un centimetro. Alla fine, Christopher Robin decide che Pooh dovrà aspettare di essere dimagrito. Così Tappo è costretto a trarre il meglio da una brutta situazione, trasformando il sedere di Pooh in una serie di assurdi ornamenti, pur di non vederlo nudo nello specchio.

Molti giorni dopo, Tappo, ormai stufo di non poter usare l'ingresso della sua casa, si appoggia distrattamente al sedere di Pooh e sente che si è mosso leggermente, così corre a cercare Christopher Robin per dargli la buona notizia. Christopher Robin, Kanga, Ih-Oh, Uffa, Ro e De Castor iniziano a tirare Pooh fuori dalla casa, mentre Tappo lo spinge freneticamente dall'interno, ma l'orso ancora non si muove. Stufo della perdita di tempo, Tappo prende la rincorsa e si lancia contro Pooh tirandogli una fortissima testata. Con un sonoro "pop!" l'orsetto viene espulso dalla porta di casa come un proiettile da una pistola. L'orsetto vola via... e finisce nuovamente incastrato, stavolta nella cavità di un alveare, spaventando le api al suo interno che scappano via. La banda lo raggiunge, e Christopher Robin grida a Pooh che presto lo tireranno fuori, ma l'orso dice loro che non c'è fretta, poiché finché rimane lì può mangiare tutto il miele all'interno dell'albero.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Data di uscita[modifica | modifica sorgente]

Le date di uscita internazionali del film sono state:

Edizione italiana[modifica | modifica sorgente]

Il cortometraggio venne proiettato in Italia abbinato al film documentario Deserto che vive della serie La natura e le sue meraviglie, con il doppiaggio eseguito dalla CDC. Nel doppiaggio italiano Kanga viene chiamata Cangu per ripetere il gioco di parole originale con il figlio Ro (Kanga-Roo / Cangu-Ro). Inoltre Winnie the Pooh viene chiamato con quello che allora era il suo nome italiano, Winny Puh. Questo tipo di adattamento verrà eseguito anche per i due cortometraggi seguenti.

Edizioni home video[modifica | modifica sorgente]

VHS[modifica | modifica sorgente]

La prima e unica edizione home video del cortometraggio uscì nel 1982 e venne ristampata nel 1987. Nella VHS, dopo il film, erano inclusi anche i cortometraggi Ape di guardia, Pluto istruttore di volo e Caccia alla tigre. Le foto sul retro della cover, stranamente, erano invece tratte da L'orso goloso e Pluto e la talpa, non presenti nella VHS.

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato seguito, nel 1968, da un altro cortometraggio: Troppo vento per Winny Puh.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]