Windows Neptune

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Windows Neptune
Logo
Il desktop di Windows Neptune build 5111
Il desktop di Windows Neptune build 5111
Sviluppatore Microsoft Corporation
Famiglia SO Windows NT
Modello del sorgente Closed source
Release iniziale 5.50.5000 (1999)
Release corrente 5.50.5111 (27 dicembre 1999)
Tipo di kernel Kernel Monolitico
Licenza Proprietario (MS-EULA)
Stadio di sviluppo Cancellato

Windows Neptune è il progetto di sviluppo del più noto, almeno tra gli addetti ai lavori, dei sistemi operativi Microsoft che non hanno mai visto la luce. Nelle intenzioni dell'azienda avrebbe dovuto essere il primo OS consumer a 32 bit della famiglia Windows. Il sistema è stato progettato fra il 1999 e il 2000. L'obiettivo era quello di creare una versione home di Windows 2000 basata sullo stesso NT e di sostituire per l’utenza domestica, le linee sviluppate dalla famiglia Windows 9x basate sul monolitico MS-DOS. Era infatti previsto che affiancasse l'allora nascente Windows 2000, destinato ai professionisti, per originare quella distinzione che si concretizzò poi con il successore XP, rilasciato nelle versioni Home e Professional.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema operativo, che secondo alcune indiscrezioni si sarebbe dovuto chiamare Windows 2000 Home era caratterizzato dalla stessa grafica generale e GUI del 2000, con il quale condivideva gran parte del kernel. Non mancavano però le novità, come la presenza di un firewall software e di un gestore fax integrati, che non furono mai presenti sulla versione Professional e che fecero poi la loro comparsa su Windows XP. Delle build prodotte di Neptune restano due versioni rilasciate non ufficialmente: la 5000 (praticamente una alpha-version di cui furono realizzate pochissime copie) e la 5111, che pochi appassionati utilizzano ancora adesso. La condivisione del kernel di Windows 2000 permette tuttora a Neptune, di cui in rete è possibile trovare delle copie (attenzione non sono autorizzate e licenziate), l'utilizzo delle API DirectX (secondo alcuni) fino alla 9.0c (di default disponeva delle 7.0), oltre ad Internet Explorer ed Outlook Express 6.0 (l'installazione originaria prevedeva la release 5.5 dei due applicativi).

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine del 1998 Microsoft rese nota la voce che Windows 98 sarebbe stata l'ultima versione home basata su MS-DOS ad essere pubblicata, infatti i kernel di Windows 95 e Windows 98 erano obsoleti già da tempo, inoltre questi due sistemi operativi erano molto instabili. Dopodiché Microsoft passò allo sviluppo di un nuovo sistema operativo home, basato su Windows NT. Il suo nome in codice fu Neptune (Nettuno) e in gennaio 1999 fu pubblicata la build 5000, molto simile alla beta 3 di Windows 2000 pubblicata nello stesso periodo.

Neptune non deludeva le aspettative, si presentava come un sistema operativo molto stabile, alcune fonti lo ritenevano più stabile della beta 3 di Windows 2000.

Account in Microsoft Neptune

Furono rilasciate nuove versioni di Windows 2000, molto diverse dalla beta 3 e una nuova versione di Neptune fu pubblicata da Technet per i professionisti IT e per gli iscritti. Essa introduceva notevoli cambiamenti e bug-fix. Il primo cambiamento si può notare già dal boot, simile alle versioni finali di Windows 2000. Introduceva anche una guida più completa, centri multimediali e un nuovissimo pannello di controllo. Molte caratteristiche che sono state poi introdotte in Whistler erano state già introdotte in Windows Neptune 5.50.5111. Grazie a varie notizie, è stato possibile sapere che dopo la 5111 ci sono state molte altre build fra cui una beta 1 e una RC, però queste versioni di Neptune non furono mai rilasciate al pubblico e per questo non siamo a conoscenza del numero di versione e delle nuove caratteristiche, molto spesso queste versioni vengono considerate 'voci di corridoio' e non versioni esistenti. Il nome di Windows Neptune doveva essere cambiato in Windows 2000 Home ed esso doveva essere rilasciato nel dicembre del 2000, ma in settembre fu reso noto che il progetto Neptune era stato abbandonato e già su Technet circolavano le beta di Windows Millennium. Windows Neptune era così vicino al rilascio che prima di annullarlo Microsoft tracciò anche una Roadmap, che prevedeva nell'ottobre 2001 (curiosamente il mese in cui fu rilasciato Windows XP), il rilascio di un service pack, con nome in codice 'Triton' (Tritone) che avrebbe inserito una nuova grafica, alcuni pensano sia il tema acquerello, inserito poi in Microsoft Whistler.

Rapporti con le altre versioni di Windows[modifica | modifica wikitesto]

Il numero di Windows Neptune era Windows NT 5.50; se si inserisce il CD in un ambiente di Windows 2000 viene chiesto all'utente un aggiornamento. Stessa cosa se si inserisce il CD di Windows Neptune in un ambiente di Windows XP, infatti il numero di Windows XP è 5.10, mentre quello di Neptune è 5.50; inoltre il software viene identificato da XP come 'sistema operativo più recente'. Ciò non è tecnicamente vero: XP fu rilasciato quasi un anno dopo dalla fine dello sviluppo di Neptune. Se si inserisce invece un CD di Windows XP/2000 su un ambiente di Windows Neptune, compare un messaggio d'errore poiché la versione di Windows che si cerca di installare è meno recente.

Espandibilità[modifica | modifica wikitesto]

Più leggero dello stesso 2000, anche a livello di occupazione su disco, circa 800 MB contro 1000, è dotato di funzionalità per l'epoca molto avanzate, implementate solo nelle versioni successive dei sistemi operativi di Microsoft, Neptune fu condannato all'oblio dal momento che il colosso di Redmond fece confluire, prima della fine del lavoro, il team di sviluppo in quello di Windows 2000 per lavorare sul progetto Whistler, che tutti noi conosciamo con il nome di Windows XP. Al suo posto, fu rilasciato Windows Me, basato ancora sul monolitico MS-DOS.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]