Windows HPC Server 2008

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Windows HPC Server 2008
Logo
Sviluppatore Microsoft Corporation
Famiglia SO Windows NT
Modello del sorgente Closed source
Release iniziale 2008 (22 settembre 2008)
Release corrente 2008 R2 (20 settembre 2010)
Tipo di kernel Kernel ibrido, 32/64 bit
Piattaforme supportate IA-32, x86-64, IA-64
Metodo di aggiornamento Windows Update, SMS,
Windows Server Update Services
Licenza Proprietario (MS-EULA)
Sito web http://www.microsoft.com/hpc

Windows HPC Server 2008, rilasciato da Microsoft il 22 settembre 2008, è il successore di Windows Compute Cluster Server 2003. Come WCCS, Windows HPC Server 2008 è progettato per applicazioni di fascia alta che richiedono un cluster di calcolo ad alte prestazioni (HPC acronimo di High Performance Computing).[1] Questa versione del software del server ha la fama di scalare in modo efficiente a migliaia di core. Esso include caratteristiche uniche per carichi di lavoro HPC: un nuovo ed ad alta velocità NetworkDirect RDMA, strumenti altamente efficienti e scalabili di gestione del cluster, un'architettura orientata ai servizi (SOA) job scheduler, un MPI; libreria basata su open-source MPICH2,[2] e cluster di interoperabilità attraverso standard quali l'informatica di base Profile (HPCBP) specifica ad alte prestazioni prodotta dalla Open Forum Grid (OGF).[3]

Nel giugno 2008, un sistema costruito in collaborazione con il National Center for Supercomputing Applications (NCSA) e Microsoft l'ha messo nella posizione #23 sulla Top500 per la classifica dei supercomputer più veloci del mondo, con un punteggio LINPACK di 68,5 teraflop. Il supercomputer NCSA utilizza sia Windows Server HPC e Red Hat Enterprise Linux 4.[4] A partire dal novembre 2011, nella classifica è da allora sceso a 253ª posizione.[5]

Nel 2009 nella classifica di novembre pubblicata da Top500, un sistema Windows HPC costruito dalla Shanghai Supercomputer Center ha raggiunto una performance con un picco di 180.6 teraflop ed è stato classificato #19 sulla lista.[6] A partire dal novembre 2011, Windows HPC ha circa il 0,2% (1 su 500) del mercato dei 500 supercomputer più potenti, con circa lo 0,2% del totale gigaflops, con Linux che domina la classifica con il 91,4% e al secondo posto Unix con il 6%.[7]

Windows HPC Server 2008 R2[modifica | modifica sorgente]

Windows HPC Server 2008 R2, sulla base di Windows Server 2008 R2, è stato rilasciato il 20 settembre 2010.[8]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Windows HPC Server 2008 RTM's in Windows Server Division WebLog, Microsoft Corporation, 22 settembre 2008. URL consultato il 26 aprile 2011.
  2. ^ Microsoft MPI. URL consultato il 22 ottobre 2011.
  3. ^ HPC Server Basic Profile Web Service Operations Guide. URL consultato il 22 ottobre 2011.
  4. ^ June 2008 TOP500 Supercomputer Rankings. URL consultato il 22 ottobre 2011.
  5. ^ TOP500 Supercomputer Rankings for the NCSA supercomputer. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  6. ^ November 2009 TOP500 Supercomputer Rankings. URL consultato il 22 ottobre 2011.
  7. ^ TOP500 Supercomputer Statistics. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  8. ^ Windows HPC Server 2008 R2 Ships!. URL consultato il 22 ottobre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Microsoft Portale Microsoft: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Microsoft