William Windham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
William Windham

William Windham (Norfolk, 3 maggio 1750Londra, 4 giugno 1810) è stato un politico e statista britannico, membro del partito Whig.

Nato da un'antica famiglia del Norfolk, fu educato ad Eton e frequentò in seguito l'University College di Oxford. Amico di Edmund Burke e di Samuel Johnson, nel 1784 divenne membro del Parlamento per Norwich. Prese parte al processo per impeachment contro Warren Hastings, di cui fu tra i massimi promotori assieme a Burke. Seguito quest'ultimo, assieme a molti altri Whig, tra le file dei sostenitori del governo tory di William Pitt il Giovane, nel 1794 fu ministro della guerra nel gabinetto di governo, incarico che mantenne fino al 1801. Con Pitt e Burke sostenne l'Emancipazione dei cattolici, ma si oppose alle altre rifome politiche e parlamentari. Dimessosi assieme a William Pitt e molti altri ministri a causa dei contrasti con Giorgio III sul tema dell'emancipazione cattolica, fu uno dei massimi oppositori della Pace di Amiens, firmata con la Francia napoleonica.

Scoppiata nuovamente la guerra con la Francia, Windham tornò di nuovo al governo nel Ministero di tutti gli Ingegni, seguito al caos dopo la morte di Pitt, come Segretario di Stato per la Guerra e le Colonie.

Windham viene solitemente descritto dai suoi contemporanei come il tipico modello di gentleman inglese.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

David Wilkinson, "Windham, William (1750–1810)", Oxford Dictionary of National Biography, Oxford University Press, 2004; online, maggio 2006.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 79013184 LCCN: n86104950

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie