William Steinberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

William Steinberg, all'anagrafe Hans Wilhelm (Colonia, 1 agosto 1899New York, 16 maggio 1978), è stato un direttore d'orchestra tedesco naturalizzato statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Diplomatosi al Conservatorio di Colonia in contrappunto, pianoforte e direzione d'orchestra, assistente di Klemperer all'Opera di Colonia, diresse i complessi artistici di Praga dal 1925 e dal 1929 quelli di Francoforte.

Lasciò la Germania nazista nel 1936, per il Mandato britannico della Palestina, ora Israele, in quanto il nazismo lo aveva allontanato dal suo incarico al Franckfurt Opera nel 1933 ed avevano limitato lo svolgimento di tutte le Orchestre di Ebrei. Con il fondatore Bronislav Huberman, divenne il Primo Direttore dell'Orchestra Sinfonica di Palestina, che in seguito sarebbe nota come Israel Philharmonic Orchestra; stava appunto conducendo l'Orchestra quando Arturo Toscanini lo incontrò, era il 1936. Toscanini lo volle come assistente per la preparazione dei suoi programmi alla NBC S.O. (1937).

Nel 1938 partì per gli Stati Uniti fu molto apprezzato per la vastità del suo repertorio e la serietà delle sue presentazioni, nonché per il suo gusto artistico durante l'attività di direttore dell'orchestra di Buffalo dal 1955 e di Pittsburgh dal 1952; dal 1958 fu direttore dell'Orchestra Filarmonica di Londra. Dal 1969 al 1972 è stato Direttore Musicale della Boston Symphony Orchestra, con la quale aveva in precedenza ottenuto un grande successo come Direttore Ospite. È stato anche Direttore Ospite principale della Filarmonica di New York tra il 1966 e il 1968. Ha condotto la maggior parte delle principali Orchestre degli Stati Uniti, compreso:

  • Chicago Symphony,
  • Cleveland Orchestra,
  • Los Angeles Philharmonic,
  • San Francisco Symphony,
  • e Philadelphia Orchestra.

All'estero ha condotto:

  • la Bavarian Radio Orchestra,
  • la Berlin Philharmonic,
  • la Montreal Symphony,
  • e la WDR Symphony di Colonia.

Ha inciso per la Capitol Records, la Classics Command, la Deutsche Grammophon, la Records Everest. Musicraft con la Filarmonia di Buffalo, la prima registrazione della Sinfonia n.7 di Šostakovič. A Steinberg è stata assegnata una stella sulla Hollywood Walk of Fame. È stato anche membro del Phi Mu Alpha Sinfonia (la fraternità nazionale per gli uomini della musica).

Durante la sua carriera è stato molto apprezzato per il suo stile semplice ma espressivo, per la sua familiarità e al contempo integrità e autorità per il suo suono fresco e vitale. Per i suoi modi sul podio è stato un modello di moderazione; un giorno facendo riferimento ai suoi colleghi più acrobatici disse: Quanto più si muovono, più tranquillità ricevo.

Ha una vasta gamma di repertorio, tra cui una particolare simpatia per la musica inglese di Elgar e Vaughan Williams. Ha condotto numerose prime esecuzioni, tra cui la prima di Anton Webern Sei pezzi per Orchestra, Op. 6 negli Stati Uniti. Durante la sua stagione a Pittsburgh, ha condotto opere di Bartók, Bloch, Britten, Copland, Harris, Honneger, Schumann, Stravinsky, Villa Lobos.

Anche se a volte è stato criticato per la sua insolita programmazione, è stato invece apprezzato per alcune sue opere meno note, tra cui la Sinfonia Manfred di Pëtr Il'ič Čajkovskij, le Variazioni di Reger su un tema di Mozart, e la sua trascrizione per Orchestra del Quartetto di Verdi String.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Possedeva un umorismo beffardo; ad un intervistatore che gli chiedeva, che aveva sentito dire che il conduttore non ha la cura per le interviste, Steinberg ha risposto che andava bene fino a quando l'argomento era quello che gli interessava, "per esempio: me stesso".

Composizioni[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Registrazioni con la Boston Symphony Orchestra RCA Victor

  • 1970 Anton Bruckner: Sinfonia n. 6
  • 1970 Paul Dukas: L'apprendista stregone
  • 1970 Camille Saint-Saens: Danse Macabre con Joseph Silverstein, violino
  • 1970 Franz Schubert: Sinfonia n. 9, D 944 La Grande
  • 1970 Richard Strauss: Till Eulenspiegel's Merry Pranks, op. 28

Registrazioni con la Boston Symphony Orchestra DGG

  • 1971 Paul Hindemith: Concerto di musica per archi e ottoni
  • 1971 Paul Hindemith: Mathis der Maler
  • 1971 Gustav Holst: The Planets
  • 1971 Richard Strauss: Also sprach Zarathustra, op. 30

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

1.^"William Steinberg: Biografia(http://www.maurice-abravanel.com/steinberg_w.html)" 2.^"Relief Uomo(http://www.time.com/magazine/article/0,9171,760952,00.html)"Rivista Time.

Controllo di autorità VIAF: 197733 LCCN: no/88/3258

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie