William Merritt Chase

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Studio di curve (1890)

William Merritt Chase (Niveneh, 1º novembre 1849New York, 25 ottobre 1916) è stato un pittore statunitense, noto per il suo impegno a favore dell'Impressionismo e per le sue doti di insegnante.



Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nello stato dell'Indiana a Williamsburg (oggi Niveneh), divenne allievo di B.S. Hays ad Indianapolis e di Joseph Oriel Eaton a New York, così come, durante il suo soggiorno in Europa, di Karl von Piloty a Monaco di Baviera.

Stabilì la sede della sua scuola personale a New York dopo aver insegnato per qualche anno all'Art Students League, dove ebbe per allievi, fra gli altri, Lucia Fairchild Fuller e suo marito Henry Brown Fuller.

Lavorò su ogni genere di supporto e con ogni tecnica: olio su legno, pastello, inchiostro, e altro. Anche i suoi temi sono di più diversa natura: paesaggi, nature morte, nudi, scene familiari, ritratti, sebbene a renderlo famoso furono questi ultimi, poiché numerose personalità aspirarono ad essere ritratte da lui.[senza fonte]

Gli furono conferite molte onorificenze[senza fonte] e divenne membro della National Academy of Design di New York. Diresse anche per dieci anni la Società degli Artisti Americani, ma poi fu accolto nel gruppo dei dissidenti, i Ten American Painters per prendere il posto di John Henry Twachtman, deceduto nel 1902.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: 283709 LCCN: n/79/61094