William Goate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
William Goate
William Goat
William Goat
12 gennaio 1836 - 24 ottobre 1901
Nato a Fritton, Norfolk
Morto a Portsmouth
Dati militari
Paese servito Regno Unito Regno Unito
Forza armata Flag of the British East India Company (1801).svg British Army
Unità 9th Lancers
Grado Caporale
Guerre Moti indiani del 1857
Decorazioni Victoria Cross

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

William Goate (Fritton, 12 gennaio 1836Portsmouth, 24 ottobre 1901) è stato un militare britannico insignito con la Victoria Cross, l'onorificenza più alta e prestigiosa per il valore di fronte al nemico che può essere concessa alle forze britanniche e del Commonwealth.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Goate aveva 22 anni ed era Lance Caporal nel 9th Queen's Royal Lancers durante i Moti indiani del 1857: il 6 marzo 1858 a Lucknow, in India, compì il gesto che gli meritò l'alta onorificenza:

« Per il notevole coraggio a Lucknow, il 6 maggio 1858, nell'essere smontato, alla presenza del nemico, e aver preso il corpo del maggiore Smyth, 2nd Dragoon Guards, che ha tentato di portare fuori dal campo, e dopo essere stato costretto a rinunciare ad esso, circondato dalla cavalleria nemica , è andato una seconda volta sotto un pesante fuoco per recuperare il corpo. .
Dispaccio dal Maggior Generale Sir James Hope Grant, K.C.B., in data 8 aprile 1857.[1] »

Goate si trasferì a Southsea nel maggio 1900 dopo aver vissuto a Jarrow-on-Tyne e lì lavorato per ventidue anni neli'impresa di costruzioni navali Palmers ed essere stato membro per diciotto anni della Jarrow Company of the Volunteers in cui ricoprì lo stesso rango che aveva avuto nei Lanceri. Morì all'età di 64 anni di cancro.[2]

La sua medaglia è in mostra oggi presso il museo del reggimento 9th/12th Lancers nel Derby Museum and Art Gallery.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Victoria Cross - nastrino per uniforme ordinaria Victoria Cross
«Per il notevole coraggio a Lucknow, il 6 maggio 1858, nell'essere smontato, alla presenza del nemico, e aver preso il corpo del maggiore Smyth, 2nd Dragoon Guards, che ha tentato di portare fuori dal campo, e dopo essere stato costretto a rinunciare ad esso, circondato dalla cavalleria nemica , è andato una seconda volta sotto un pesante fuoco per recuperare il corpo.»
— 6 maggio 1858

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ London Gazette, 24 dicembre 1858
  2. ^ 'VC Man died at Southsea', The Evening News (Portsmouth), 25 October 1901, Page 6, Column 3.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]