William Collum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
William Collum
Willie Collum.jpg
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Nome William Collum
Federazione Scozia Scozia
Professione Insegnante
Altezza 174 cm
Peso 69 kg
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
2004 -
Scottish Premier League Arbitro
Attività internazionale
2006 - UEFA e FIFA Arbitro
Esordio Andorra - Estonia 0 - 2
17 ottobre 2007

William Collum (Glasgow, 18 gennaio 1979) è un arbitro di calcio scozzese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Arbitro effettivo dal 1993, nel 2000 entra a far parte delle liste ufficiali della Scottish Football Association e quattro anni dopo è promosso nella massima categoria nazionale. Riceve la nomina ad internazionale il 1º gennaio 2006.

Già a partire dallo stesso anno, l'UEFA lo designa subito per un torneo importante: l'Europeo Under-17 del 2006, tenutosi in Lussemburgo. In quell'occasione ebbe modo di dirigere tre partite, tra cui una semifinale.

Nel 2007 fa il suo esordio in una gara tra nazionali maggiori, dirigendo l'incontro tra Andorra e Estonia, valido per le qualificazioni agli Europei del 2008.

Nel 2008 partecipa ad un altro torneo giovanile: l'Europeo di calcio Under-19 tenutosi in Repubblica Ceca. Dirige tre gare, tra cui soprattutto la finale tra Germania ed Italia.

Nel febbraio del 2009 ottiene per la prima volta un sedicesimo di finale di Coppa UEFA.

Nell'edizione 2009-2010 dell'Europa League ha diretto in totale cinque partite.

Nel settembre del 2010 fa il suo esordio nella fase a gironi della UEFA Champions League, dirigendo un match tra i greci del Panathinaikos e i danesi del Copenhagen.

Nell'estate del 2011 è chiamato a dirigere in occasione del Campionato mondiale di calcio Under-20 in programma in Colombia.[1]

Nel marzo del 2012 è selezionato ufficialmente come arbitro di porta in vista di Euro 2012, nella squadra arbitrale diretta dal connazionale Craig Thomson.[2]

Il 4 aprile del 2013 influisce pesantemente sull'eliminazione della Lazio dai quarti di Europa League contro il Fenerbahçe, negando un solare rigore ai romani, concedendone uno quantomeno "dubbio" ai turchi e come se non bastasse assegnando al Fenerbahçe la punizione che porterà poi al 2-0 finale anche se per regolamento il fallo era a favore della Lazio.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ FIFA.com - FIFA U-20 World Cup
  2. ^ http://www.uefa.com/MultimediaFiles/Download/competitions/General/01/77/43/22/1774322_DOWNLOAD.pdf
  3. ^ Lazio, Collum choc. L'Uefa ammette gli errori

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]