William Charles Macready

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
William Charles Macready interpreta Lucio Verginio Rufo, ritratto di Rembrandt Peale

William Charles Macready (Londra, 3 marzo 1793Londra, 27 aprile 1873) è stato un attore teatrale e impresario teatrale inglese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver frequentato la Rugby School desiderava andare ad Oxford, ma dal 1809 dovette aiutare suo padre per i lavori teatrali. Il 7 giugno 1810 ci fu la sua prima partecipazione ad uno spettacolo teatrale: interpretò Romeo al Birmingham. Fu attore al Royal Opera House (all'epoca chiamato Covent Garden) dal 16 settembre 1816 (la prima partecipazione fu un adattamento di un'opera di Ambrose Philips), Fra le tante altre interpretazioni si segnala quella del 1829 dove fu Otello al Warwick.[1]

Fu attore e poi impresario che intraprese la via del palco solo come ripiego, rivelandosi poi ottimo attore più che gestore[2]. A Macready va il merito di aver compreso l'importanza dell'unità teatrale secondo la quale tutto l'ensemble artistico e tecnico del teatro doveva cooperare e lavorare assieme per il raggiungimento del miglior risultato possibile[2]. Istituì severe prove d'insieme e viene considerato tra gli antesignani della figura del regista teatrale moderno[2]. Dal punto di vista del lavoro scenico, perseguì l'ideale della correttezza filologica dei costumi di scena e del recupero degli originali testi shakespeariani, eliminando dalle sue rappresentazioni ogni edulcorazione o adattamento degli originali.

Suo figlio fu il famoso generale Nevil Macready, valente personaggio chiave nelle guerre tra fine Ottocento ed inizio Novecento.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ A History of Warwick and its People by Thomas Kemp. Pubblicata nel 1905 da Henry T. Cooke & Son. Pag. 75
  2. ^ a b c Profilo biografico dal sito dell'Università di Bologna.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 5743196 LCCN: no91005705